Pericolo in acqua, il Soccorso alpino ‘salva’ una persona. Esercitazioni in forre e ambienti fluviali

Share: Alla luce della complessa rete idrografica, del marcato rischio idrogeologico che caratterizza la regione […]

esercitazioni quirino callora soccorso alpino 1Alla luce della complessa rete idrografica, del marcato rischio idrogeologico che caratterizza la regione Molise e delle problematiche di pubblico soccorso ad esso correlate, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, già attore principale nel soccorso sanitario in ambiente montano ed impervio, ha intrapreso un percorso di addestramento per le squadre di intervento in ambiente fluviale e delle forre. La volontà di formare tecnici specializzati per soccorsi a feriti o a persone in difficoltà in questi particolari e severi contesti naturali è dovuta da un lato all’incremento della frequentazione di tali ambienti da parte di coloro che, anche provenienti da fuori regione, praticano attività di torrentismo o canyoning a scopo ricreativo, ma anche all’insorgenza di situazioni critiche a seguito di eventuali calamità naturali di tipo idrogeologico che, come più volte accaduto nel passato, hanno prostrato il nostro territorio con notevoli danni all’ambiente e ai cittadini. A tale scopo, il CNSAS, in accordo ai valori di solidarietà sociale e alla sua funzione di servizio di pubblica utilità riconosciuti dalla Repubblica Italiana, ha effettuato venerdì 29 aprile, sabato 30 aprile e domenica primo maggio esercitazioni in ambiente fluviale e simulazioni di soccorso in forra. Scenari degli eventi sono state alcune delle forre presenti nel territorio regionale, come quella nelle Gole del Quirino a Guardiaregia e del canyon del torrente Callora a Roccamandolfi. Parte delle simulazioni è stata destinata al primo soccorso di un ferito e della sua gestione da parte della squadra di intervento mediante l’utilizzo di una speciale barella a tenuta stagna in dotazione al Servizio regionale del CNSAS. Tale particolare presidio sanitario permette di prestare soccorso a feriti in ambiente fluviale e garantirne l’evacuazione in totale sicurezza. In questo contesto, inoltre, sono state affrontate, con istruttori della “Scuola Nazionale Forra” del CNSAS, diverse problematiche di intervento in differenti scenari per il soccorso a feriti in torrenti o per la gestione di eventi calamitosi e la conseguente evacuazione di persone in difficoltà durante un’alluvione. Grazie alle continue esercitazioni e simulazioni di soccorso e alle competenze dei tecnici specializzati per questa tipologia di interventi, la Regione Molise può beneficiare di una struttura del CNSAS altamente qualificata non solo per interventi di soccorso in ambiente montano ed impervio, ma anche in ambiente fluviale ed in emergenze di protezione civile a seguito di dissesti idrogeologici.

esercitazioni quirino callora soccorso alpino 2