Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Fase regionale corsa campestre, oltre 50 ragazzi paralimpici fra i 300 alunni delle scuole di primo e secondo grado

Oltre 300 alunni e alunne delle scuole di 1° e 2° grado hanno dato vita alle finali regionali di corsa campestre presso il meraviglioso campo della Piana dei Mulini a Colle d’Anchise, questa volta baciati da un sole fantastico. Ma a dare vero calore alla manifestazione sono stati i tantissimi alunni e alunne, accompagnati dai rispettivi docenti che si sono dati battaglia per l’intera manifestazione. In palio le finali nazionali che si terranno a Gubbio il prossimo 10-11-12 Aprile. Ancora una volta massiccia è stata la partecipazione degli studenti con disabilità, oltre 50 ragazzi e ragazze provenienti per la maggior parte dalla provincia di Campobasso, a testimonianza dell’ottimo lavoro di sensibilizzazione svolto dal referente scolastico Cip Molise, Professor Umberto Anzini. Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente del Cip Molise, Donatella Perrella, presente alla manifestazione che si è complimentata con l’organizzazione a cura della Fidal Molise e con il coordinatore dell’USR Professor Giuseppe D’Elia e con tutti i docenti presenti.

Il territorio bene da tutelare e proteggere, convegno promosso dalla Pastorale per il turismo della Ceam

“Il territorio un bene da tutelare e proteggere. I cammini e i borghi patrimoni delle nostre terre” è la traccia che guida le riflessioni sul turismo e turismo religioso promosso dalla Pastorale per il turismo della CEAM, Conferenza Episcopale Abruzzese Molisana, per valorizzare le risorse rurali e i beni patrimoniali artistici e culturali del territorio come sviluppo economico e sociale della società contemporanea. Sabato 7 gennaio alle ore 15:30 il convegno avrà luogo presso “La Piana dei Mulini” a Colle d’Anchise, nell’ambito dell’annuale incontro “La Voce del Pastore” promosso dall’associazione ‘Gli zampognari del Molise’ che vede radunare gli esecutori dell’antico strumento aerofono dell’area montana del Matese e delle Mainarde, simbolo etnico e iconografico della tradizione popolare e religiosa. Interverranno:
– S.E. Mons GianCarlo Bregantini Arcivescovo Metropolita della Diocesi di Campobasso –Boiano per l’indirizzo di saluto e riflessione sulla ruralità ;
– S.E. Mons Angelo Spina vescovo della Diocesi di Sulmona – Valva delegato della CEAM per la Pastorale del Turismo per intervento tematico;
– Arch. Dino Angelaccio – Tourism For All
– Chairman Mario Ialenti direttore regionale CEAM pastorale Turismo, Sport, TL
Al termine saranno eseguiti brani musicali degli artisti della zampogna a cura dell’associazione Zampognari del Molise. Risorse naturali, paesaggio, fede, conoscenza e bellezze del territorio, dunque, i segmenti guida della multicanalità per favorire e integrare lo sviluppo economico del territorio valorizzando le risorse naturali perché «Insieme al patrimonio naturale, – scrive papa Francesco nella Laudato Sì §143 – vi è un patrimonio storico, artistico e culturale, ugualmente minacciato. È parte dell’identità comune di un luogo e base per costruire una città abitabile. Non si tratta di distruggere e di creare nuove città ipoteticamente più ecologiche, dove non sempre risulta desiderabile vivere. Bisogna integrare la storia, la cultura e l’architettura di un determinato luogo, salvaguardandone l’identità originale. Perciò l’ecologia richiede anche la cura delle ricchezze culturali dell’umanità nel loro significato più ampio. In modo più diretto, chiede di prestare attenzione alle culture locali nel momento in cui si analizzano questioni legate all’ambiente, facendo dialogare il linguaggio tecnico-scientifico con il linguaggio popolare. È la cultura non solo intesa come i monumenti del passato, ma specialmente nel suo senso vivo, dinamico e partecipativo, che non si può escludere nel momento in cui si ripensa la relazione dell’essere umano con l’ambiente».

Ultim’ora. Incidente stradale sulla bretella, coinvolte due autovetture. Due feriti trasportati in Ospedale. Strada chiusa

Ore 11.30 – È  di due feriti il bilancio di un incidente stradale che si è  verificato circa un’ora fa sulla variante che da Vinchiaturo collega la Bifernina. Due le autovetture coinvolte nel sinistro. Gravi i danni ai mezzi e ferite per i conducenti che sono stati trasportati in ospedale dal 118. Ancora non sono note le cause dell’incidente.  L’impatto è  avvenuto nei pressi del distributore di metano. La strada è  stata chiusa al traffico per permettere ai Carabinieri di effettuare i rilievi. Seguono aggiornamenti

ORE 12.30 – Sono tre e non due (Vedi foto) come trapelava dalle prime informazioni i mezzi coinvolti nel sinistro. Per due delle auto coinvolte vi è stato un frontale, mentre per la terza sembra che si rimasta coinvolta perche’ sopraggiunta nell’immediato. I feriti sono due con gravi politraumi della strada ma non dovrebbero essere in pericolo di vita . Seguono aggiornamenti.

2016-06-04 12.20.51

Lieve scossa di terremoto ai confini del Matese, il sisma raggiunge anche il Molise

Una lieve scossa di terremoto è stata segnalata nella serata di oggi, sabato 7 maggio, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il sisma si è sviluppato al confine tra Campania e Molise, a ridosso dei monti del Matese, interessando entrambe le regioni con alcuni comuni delle Province di Benevento, Caserta e Campobasso. Il terremoto si è sviluppato alle 13.54 con epicentro a Cusano Mutri (7 km di profondità, magnitudo 2.1). Raggiunti dal fenomeno anche alcuni paesi molisani distanti circa 20 km dall’epicentro: Campochiaro, Sepino, San Polo Matese, Bojano, San Giuliano del Sannio, Vinchiaturo, Colle d’Anchise, San Massimo, Cercepiccola e Baranello.

Terremoto di MI 2.6 nel beneventano, la scossa raggiunge anche diversi comuni molisani

Una scossa sismica di magnitudo 2.6 è stata registrata oggi, 12 marzo alle 12.20, dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nel territorio beneventano con epicentro localizzato a Cusano Mutri, con profondità di 5 chilometri. L’onda sismica ha raggiunto anche diversi comuni molisani entro 20 km dall’epicentro. I comuni in questione sono Guardiaregia, Sepino, Campochiaro, San Polo Matese, Bojano, San Giuliano del Sannio, Vinchiaturo, Cercepiccola, Colle d’Anchise, San Massimo e Baranello.
Nella giornata di ieri, inoltre, il Molise è stato lambito da altri lievi fenomeni sismici (MI 2.1 e 2.2) con epicentro a Frosinone. L’area molisana interessata dai leggeri terremoti è stata la provincia di Isernia, nello specifico il comune di Conca Casale.

Bianco risveglio per il Molise, le previsioni meteo: ‘Continuerà a nevicare’. Ecco le scuole chiuse domani

neve 2016 2 (4)Un bianco risveglio per il Molise quello di questa mattina, domenica 17 gennaio, dopo che per giorni gli esperti meteo avevano annunciato imminenti nevicate. Circa 20 centimetri hanno coperto Campobasso e dintorni, l’area matesina, della Valle del Tammaro, del Molise centrale, del Fortore, dell’isernino, dell’alto Molise e delle zone circostanti.
Mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro per garantire la viabilità che ha subito lievi rallentamenti. Si raccomanda precauzione e molta attenzione alla guida.
Le previsioni meteo annunciano ulteriori nevicate almeno nelle prossime 24 ore con la coltre bianca che potrebbe arrivare anche a 50 centimetri. Dando uno sguardo alle temperature, nel campobassano il termometro segnerà tra i -1 e i -10 gradi. Più caldo nell’isernino dove la colonnina di mercurio oscilla tra i 2 e i -10 gradi. Leggere spolverate anche in basso Molise ma le temperature restano “alte”, tra i 3 e gli 8 gradi.
Intanto giungono le prime comunicazioni ufficiali da parte dei comuni che per la giornata di domani, lunedì 18 gennaio, hanno disposto la chiusura delle scuole. Di seguito l’elenco (in fase di aggiornamento):

Acquaviva Collecroce
Agnone
Bagnoli del Trigno
Baranello
Belmonte del Sannio
Bonefro
Busso (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Carovilli
Campobasso
Campodipietra
Campolieto
Capracotta
Carovilli
Casacalenda
Castellino del Biferno
Castelmauro
Castropignano
Cercemaggiore
Cercepiccola
Civitanova del Sannio
Colletorto
Ferrazzano
Fossalto
Frosolone
Gambatesa
Gildone
Guardiaregia
Jelsi
Larino
Limosano
Macchiagodena
Macchia Valfortore
Mafalda (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Matrice
Mirabello Sannitico
Miranda
Monacilioni
Montagano
Montecilfone
Montefalcone nel Sannio
Montenero di Bisaccia
Montorio nei Frentani
Morrone del Sannio
Oratino
Palata
Petrella Tifernina
Poggio Sannita
Riccia
Ripalimosani
Ripabottoni
Roccavivara
Rotello
Salcito
San Felice del Molise
San Giuliano del Sannio
San Giuliano di Puglia
Sant’Elia a Pianisi
Santa Croce di Magliano
Sepino
Spinete
Tavenna
Torella del Sannio
Toro
Trivento
Tufara
Ururi
Vastogirardi
Vinchiaturo

Sospese anche tutte le attività didattiche nelle sedi universitarie di Campobasso, Pesche e Termoli.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 19 gennaio, salvo eventuali ulteriori necessità in relazione alle condizioni climatiche. Sarà data tempestiva comunicazione, anche a seguito delle attività di verifica in merito ad eventuali danni subiti dagli edifici in relazione alle scosse sismiche registrate nei giorni scorsi. Sarà pertanto consentito l’accesso alle strutture dell’università (sedi di Campobasso, Pesche e Termoli) soltanto al personale docente e tecnico-amministrativo.

GALLERIA FOTOGRAFICA (La foto in evidenza in copertina è tratta da Facebook – Paolo D’Errico)

Due piccole scosse di terremoto ‘risvegliano’ il Molise. Epicentro vicino Campobasso

Due lievi scosse di terremoto (rispettivamente di magnitudo 2.1 e 2.0) hanno interessato questa mattina, 3 gennaio (alle ore 6.15 e 6.16) il Molise. I due tremori, sviluppatisi a 11 e 24 chilometri di profondità, vedono il proprio epicentro collocato nei pressi di Campobasso. Come segnala l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, i due piccoli fenomeni hanno interessato diversi comuni:

Oratino
Casalciprano
Busso
Castropignano
Baranello
Torella del Sannio
Sant’Elena Sannita
Spinete
Molise
Colle d’Anchise
Ripalimosani
Frosolone
Fossalto
Vinchiaturo
Fossalto
Ferrazzano
Pietracupa
Limosano
Duronia
Montagano
Mirabello Sannitico
Sant’Angelo Limosano
Macchiagodena
Matrice
Bojano
San Polo Matese
San Biase
Cantalupo nel Sannio
San Giuliano del Sannio
Campochiaro
Cantalupo nel Sannio
San Giovanni in Galdo
Campodipietra
Bagnoli del Trigno
San Massimo
Civitanova del Sannio
Campodipietra
Santa Maria del Molise
Petrella Tifernina
Cercepiccola
Guardiaregia
Gildone
Toro
Chiauci
Castelpetroso
Campolieto
Salcito
Cercemaggiore
Castellino del Biferno
Carpinone
Lucito
Sessano del Molise
Sepino

‘Dolce avventura’ ad Affari Tuoi per la pasticcera Ivana di Colle d’Anchise: torna a casa con 75.000 euro

IMG-20151011-WA0003Ad Affari tuoi, questa sera 11 ottobre, la ‘dolce avventura’ della pasticciera (paradossalmemte amante del salato e con la pizza bresaola e mais come piatto preferito) Ivana D’Angelo di Colle d’Anchise, sposata da nove anni con Alessandro (insegnante di sala e bar alla scuola alberghiera) e mamma del piccolo Cristiano di sette anni. Il primo pacco aperto dalla molisana nel corso della puntata della nota trasmissione di Rai Uno, condotta da Flavio Insinna, brucia subito i 100.000 euro. Dopo due blu, via purtroppo anche i 250.000 ed i 500.000 euro. Fuori dal gioco anche 5.000 e 20.000 euro oltre a quattro blu. Prima telefonata della dottoressa e prima offerta per Ivana: 9.990 euro, troppo pochi per la molisana che tra i sogni nel cassetto ha un viaggio in Australia (dove magari stabilirsi definitivamente) e comprare casa. “Rifiuto e vado avanti” e altri tre tiri per la concorrente di Colle d’Anchise che mantiene un certo equilibrio tra pacchi blu e rossi. Nuova offerta da 11.990 euro che Ivana rifiuta. L’ennesimo pacco aperto contiene la busta dello “sgambetto” che per la molisana contiene il “ci pensa lui” che per un breve momento mette al timone del gioco un altro concorrente (l’assicuratore Matteo in questo caso) che toglie dal gioco 250 trovandosi poi di fronte ad un’offerta che ora ammonta a 13.990. Rifiutati, si continua con i tiri e via 1000 euro e 50 centesimi. Il gioco torna nelle mani di Ivana che deve scegliere se accettare 15.990 euro. La pasticcera fan degli U2 rifiuta, continua la sua avventura e porta in finale 10.000 e 75.000 euro. Ultima offerta di 30.900 euro che Ivana coraggiosamente rifiuta scoprendo che nel suo pacco numero 15 custodiva ben 75.000 euro.

IMG-20151011-WA0000

IMG-20151011-WA0004

IMG-20151011-WA0005

IMG-20151011-WA0006

IMG-20151011-WA0007

IMG-20151011-WA0008

FB_IMG_1444600051208

‘Colle salta nel west’, successo per la tre giorni in compagnia di Stefano Jacurti

“Colle Salta nel West, e, stavolta davvero ha avuto un salto di qualità”. A dichiararlo I rappresentanti di Borghi d’Eccellenza.
“La tre giorni rievocativa del Western all’Italiana che si terrà a Colle d’Anchise, ormai appuntamento fisso del mese di settembre di ogni anno, nei giorni del 25 /26 e 27 settembre, che ha visto un ospite di grande rilievo: Stefano Jacurti, accompagnato dall’attore Molisano Antonio Rocco, ha tracimato.
Una incontenibile fiumana di gente, oltre 2000 persone, ha preso d’assalto la location del “ villaggio Western “ per l’occasione, come già capita da quattro anni, realizzato nel campo sportivo del paese.
Una manifestazione che ha dell’incredibile.
Una intera comunità che si stringe intorno ad un progetto ideato da 10 amici e che ormai è un appuntamento che catalizza gente da tutto il Molise e quest’anno anche dal vicino Abruzzo, Lazio, Puglia e Campania.
Una intesa con Borghi d’Eccellenza è riuscita a far si che Stefano Jacurti, mai stato in Molise prima d’ora, vestito di tutto sceriffo, sia stato a Colle d’Anchise per trascorrere la notte western con la sua stella ed il suo magico Laccio da vero campione del mondo. Una serata che ha strabiliato lo stesso Stefano Jacurti per la location, i particolari del Saloon, della Taberna, del palco ma, soprattutto per l’organizzazione e la partecipazione ad un evento che, si propone come un evento regionale che, deve avere un riscontro anche da parte della politica e puntare all’eccellenza.
Si, è una manifestazione che non ha nulla da invidiare alla Festa dell’Uva, alla Festa del Grano, alla festa dei cavalli bardati. E’ una manifestazione che, come le accennate, merita indubbiamente di essere inserita in un contesto regionale più ampio.
I numeri e la qualità dell’evento sono sono gli occhi, attenti, di tutti.
Tipicità, unicità, cibo di altissima qualità e prodotto con ingredienti del tutto molisani quali il cotechino, i fagioli, il pane,le patate,il vino,le uova, i salumi.
Una location unica. Un villaggio western con lo sfondo di un rigoglioso Matese alle spalle. Non c’è di meglio.
Le serate sono state caratterizzate da scene con cavalli, scene da saloon, scena di indiani e, tantissime sparatorie.
Prima della notte western, con incredibile successo, sia di pubblico che di critica, è stato proiettato il film ‘Se il Mondo intorno Crepa’ prodotto e diretto da Stefano Jacurti con la partecipazione di Antonio Rocco. I due, poi hanno interagito con la manifestazione esibendosi in sparatorie, duelli e lanci di laccio. Il saloon, avvertito ha mesciuto ettolitri di birra, anche quella Molisana”.