Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Ultim’ora. Violento incidente stradale vicino il cimitero, tre feriti trasportati d’urgenza in ospedale. Sul posto 118 e Vigili del Fuoco

Ore 16.15. Un violento incidente stradale si è verificato pochi minuti fa lungo la Provinciale 73a, nei pressi del cimitero di Montagano. Due sarebbero le auto coinvolte nel frontale all’altezza di una curva, di cui una Fiat Punto guidata da una 50enne, che a causa dell’impatto hanno riportato ingenti danni. Tre le persone ferite – tutte donne, di Montagano – che si trovavano a bordo dei mezzi e che sono state soccorse dal personale del 118 e trasportate all’ospedale Cardarelli di Campobasso in codice giallo. E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco a supporto dei sanitari e per la successiva rimozione dei veicoli dalla carreggiata. A coordinare il traffico e per l’accertamento della dinamica sul posto anche i Carabinieri di Montagano. Dopo le 15 un altro incidente si è verificato lungo la Statale 17, nel territorio di Pesche (nelle foto). In quel caso il conducente di un’Audi di colore grigio ha perso il controllo dell’auto finendo fuori strada ma sono in corso accertamenti per verificare se il sinistro sia dovuto ad un precedente scontro con un altro veicolo.

 

 

 

 

Emergenza neve. Aggiornamento delle ore 13 sulla viabilità, la Prefettura rende noto le arterie provinciali chiuse al traffico

Anche stamane, 9 gennaio, dalle ore 8.30, si è riunito il C.C.S. (Centro Coordinamento Soccorsi) per una ulteriore valutazione della situazione complessiva e dell’andamento delle operazioni di assistenza e soccorso a persone e mezzi in difficoltà.

Gli Enti proprietari delle strade hanno comunicato le condizioni di transitabilità sulle arterie della provincia di Campobasso, precisando che per alcune arterie, in un primo tempo riaperte, si è resa necessaria, a causa delle condizioni atmosferiche, una nuova interdizione.

Si riporta l’aggiornamento delle condizioni della viabilità provinciale e statale alle ore 12.00:

STRADE PROVINCIALI che risultano allo stato bloccate.

S.P.149 Monacilioni Sant’Elia ( bufera in atto)

S.P. 34 Riccia un km dal confine (case libere) Beneventana

S,P. 101 chiusa intero tratto (bufera in atto)

S.P. 166 Bonefro (strada secondaria)

S.P. 73 seconda DIR Colletorto ai confini con la Puglia

S.P. 13 da Villa Di Penta verso Stazione di Matrice

S.P. 163 Castelmauro Civitacampomarano

S.P. 56 DIR Matrice San Giovanni in Galdo

Alle ore 12.15 è stata riaperta la S.P.73 Sant’Angelo Limosano al bivio S.P. 152.

 

Di seguito le condizioni delle strade statali:

– SS 87  “Sannitica”  dal Km 173+000 nel territorio del comune di Ripabottoni (CB) al Km 178+000  nel territorio del comune di Casacalenda (Cb) non percorribile

– NSA 278 “Var. Riccia”  dal Km 63+200 nel territorio del comune di Riccia (CB) al Km 68+300  nel territorio del comune di Riccia (CB) RIAPERTA

– NSA 340 “Var. Riccia”  dal Km 249+980 nel territorio del comune di Riccia (CB) al Km 254+700  nel territorio del comune di Riccia (CB) in via di apertura

SS 212 dal Km 104 al Km.99 in agro di Sant’Elia a Pianisi non percorribile

Gli uomini ed i mezzi di ANAS, Amministrazione Provinciale e Comuni sono comunque operativi sul posto al fine di rendere appena possibile praticabili le vie di comunicazione.

In previsione di una possibile recrudescenza delle precipitazioni nevose, è stato prorogato da stasera alle ore 22, per ulteriori 24 ore (e, dunque, sino alle ore 22.00 di domani 10 gennaio), il divieto di transito nell’intera provincia di Campobasso, dei veicoli adibiti a trasporto di cose di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t. che non abbiano montato le catene.

Sono stati inoltre riattivati, a partire dalle ore 13.00 odierne, i presidi delle Forze di polizia territoriali in aree, individuate dal C.C.S. nell’ambito di quelle previste dal vigente piano neve, al fine di filtrare la circolazione di mezzi o complessi veicolari che possano impedire il deflusso del traffico in quanto sprovvisti di catene montate.

Prosegue il monitoraggio della situazione dei Comuni della provincia, mediante diretti contatti con i Sindaci, nell’intento di raccogliere le segnalazioni di criticità da sottoporre con immediatezza all’attenzione del Centro Coordinamento Soccorsi per le conseguenti operazioni di assistenza e soccorso alla popolazione.

Numerosi e continuativi sono gli interventi emergenziali, coordinati dal C.C.S. e attuati dalle Forze di Polizia, dal Servizio di protezione civile Regionale e dai Vigili del fuoco, gli Enti proprietari delle strade e i gestori dei servizi pubblici essenziali, volti a garantire l’incolumità di persone, l’approvvigionamento di animali, il superamento di situazioni di locale isolamento.

Rifiuti, studenti dell’IISS di Bojano in visita all’impianto di Montagano. Controllo dei consumi e differenziata sono obiettivo di tutti

Continuano le attività della “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR)”, consistente in una campagna di comunicazione ambientale che intende promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente.studenti-bojano-impianto-montagano-2 Ieri gli studenti della 2^A ITE e 2^A LS dell’IISS di Bojano hanno perlustrato il territorio di Montagano nell’ambito della iniziativa “Un mondo pieno di R. Riduzione, Riutilizzo, Riciclo, Recupero e…cosa accade a quello che Resta. Visita guidata dell’impianto sito a Montagano degli studenti dell’I.I.S.S. di Bojano, a cura del WWF Molise OA in collaborazione con il Comune di Montagano, Comunità Montana Molise Centrale e Giuliani Environment”. Accolti dall’Assessore Roberto Valente che li ha accompagnati per tutta la mattinata, i ragazzi hanno visitato il Centro di Trattamento Rifiuti di Montagano dove, con il supporto del titolare e dei tecnici, è stato illustrato tutto il percorso di separazione, trattamento, compostaggio. La visita è continuata alla antica Badia di Santa Maria di Faifoli, ampiamente illustrata dalla dottoressa Lucia Galuppo per poi terminare, dopo un breve percorso urbano nell’abitato di Montagano, nella casa comunale per un ulteriore confronto con l’Amministrazione sui temi affrontati nella giornata. Ragionare di gestione dei problemi assieme a bellezza, arte e cultura del territorio è stato quindi il passaggio conclusivo: “sostenibilità” significa infatti porre attenzione alle relazioni che si instaurano tra i singoli aspetti del territorio tenendo sempre presente la sua complessa unitarietà. In tema di rifiuti, dati alla mano, nella provincia di Campobasso si fa ancora troppo poco in termini di raccolta differenziata, recupero e riciclo, ma abbiamo bisogno di accrescere le nostre attenzioni, sviluppando modi di fare di virtuosi, perché – al di là di questo – sempre meno sfugga alla loro corretta gestione, come ha per esempio dimostrato la giornata di pulizia del 20 novembre ad opera delle Associazioni congiunte e sempre nell’ambito della SERR che ha permesso l’allontanamento dal bosco di Monte Vairano di oltre 500 pneumatici. Un territorio sviluppato, cioè un habitat umano e naturale ospitale, gradevole ed accogliente, non è un territorio che non ha problemi, ma un territorio che sa gestire e tenere sotto controllo i propri problemi. E questo si ottiene con educazione, civiltà e legalità. E si ottiene anche restando vicino e sostenendo quelle piccole comunità che più direttamente si fanno carico delle problematiche della collettività. Nel ringraziare l’Amministrazione Comunale di Montagano, la Comunità Montana Molise Centrale, l’Ufficio Europe Direct della Provincia di Campobasso nella persona della Dottoressa Carmela Basile, la Giuliani Environment, il CONGEAV, la dottoressa Lucia Galuppo, il Dirigente Scolastico prof. Umberto di Lallo, il prof. Antonio Perrella e soprattutto gli studenti dell’IISS di Bojano quali rappresentanti del futuro, pensiamo di esserci dati oggi un po’ da fare assieme a Jeremy Irons: “Tutti noi dobbiamo darci da fare perché stiamo gettando via il nostro Pianeta. Ed è tempo di smetterla!”.

(Foto Facebook Wwf Molise)

Anas, da lunedì lavori su strade e viadotti: ecco i tratti dove il traffico procederà a senso unico alternato

Anas comunica che sulla strada statale 647 “Fondovalle del Biferno”, per consentire la sostituzione dei giunti di dilatazione di alcuni viadotti, tra le ore 8 di lunedì 29 agosto e le ore 20 di venerdì 2 settembre sarà in vigore il senso unico alternato tra il km 27,900 e il km 28,400 e tra il km 30,100 e il km 30,600, nei territori comunali di Montagano e Limosano; mentre, tra le ore 8 del 5 settembre e le ore 20 del 9 settembre, i lavori e la necessaria istituzione del senso unico alternato interesseranno il tratto compreso tra il km 44,100 e il km 44,600, nei territori comunali di Morrone del Sannio e Lupara. Inoltre, per lavori di ripristino della pavimentazione e della relativa segnaletica nell’ambito dell’Accordo Quadro #bastabuche, a partire dalle ore 8 di venerdì 29 agosto e fino alle ore 17 del 7 ottobre sarà in vigore il senso unico alternato in tratti saltuari compresi tra il km 45,700 e il km 62,400 tra i territori comunali di Morrone del Sannio, Lupara, Guardialfiera e Larino. All’approssimarsi delle aree di cantiere vigerà il limite di velocità di 40 km/h ed il divieto di sorpasso per tutte le categorie di veicoli. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in `App store` e in `Play store`. Inoltre si ricorda che il servizio clienti `Pronto Anas` è raggiungibile chiamando il nuovo numero verde, gratuito, 800 841 148.

Ore 20. Maltempo, passaggio a livello bloccato sulla Statale 87. Code chilometriche su entrambi i sensi di marcia

auto ferme passaggio a livello 2Ore 20. Sono ferme da quasi un’ora, sotto la pioggia incessante, diverse auto che attendono il transito del treno al passaggio a livello che attraversa la Statale 87 all’altezza dei bivi per Montagano e Matrice. Ed è ormai palese che le barriere sono bloccate da troppo tempo. File chilometriche di veicoli si sono accumulate su entrambi i sensi di marcia e qualche automobilista ha già perso la pazienza. Non è chiaro se vi sia un guasto alla linea elettrica o se era previsto l’arrivo di un treno che ha avuto un problema proprio a causa del maltempo. Qualcuno ha deciso di rigirarsi per prendere, dove possibile, strade alternative, mentre iniziano le telefonate da parte dei conducenti bloccati verso i centralini delle Ferrovie dello Stato. Una situazione che ha certamente del paradossale e in Molise a queste scene si è assistito più volte.

Ore 20.30. Sembra che, dopo diverse segnalazioni, i tecnici della Ferrovie abbiano proceduto a fare i dovuti controlli e circa dieci minuti fa le barriere del passaggio a livello siano stato rialzate per permettere nuovamente la circolazione delle auto.

Dal Festival del Folklore al ‘giro del vino’, fino al 28 agosto un programma ricco di appuntamenti

A luglio e agosto proliferano gli appuntamenti nei diversi comuni molisani, legati alla tradizione o promossi in via sperimentale, sempre col medesimo obiettivo: richiamare l’attenzione anche dei cittadini degli altri centri della regione e creare turismo. Anche la Pro Loco Antico Sannio ha promosso il suo calendario in collaborazione con le amministrazioni e le associazioni locali. Estate con noi 2016 parte il 30 luglio per concludersi il 28 agosto. Si comincia dal percorso gastronomico a San Massimo, proseguendo col 4° Festival del Folklore a Ferrazzano. Quindi, a seguire, serate musicali e di intrattenimento, sagre, eventi sportivi, i tradizionali ‘giri del vino’ nelle cantine storiche dei paesi promotori, fino al Percorso Celestiniano. In foto il programma completo.

Manifesto Consorzio Estate 2016

Incredibile! Dimenticata per ore sul lettino della sala raggi. Si attiva il sistema, donna catapultata a terra. Gravi lesioni

Ore 16.30. Medici e infermieri dimenticano che la paziente è distesa sul letto elettrico predisposto per effettuare le radiografie, il letto viene attivato per motivi poco chiari e si inclina fino a raggiungere una posizione verticale, la paziente, senza le dovute protezioni applicate, precipita violentemente sul pavimento. Sembra una classica scena di film come ‘Le Comiche’ che su equivoci e distrazioni come questa hanno costruito interi copioni strappando risate agli spettatori. In realtà nel caso di specie c’è stato poco da ridere. L’episodio, risalente al marzo 2010, è accaduto all’ospedale Cardarelli di Campobasso, dove una 80enne di Montagano, a seguito di questo incidente, riportò diverse fratture e danni permanenti. Oggi, in merito, è arrivata la sentenza del giudice Barbara Previati del Tribunale di Campobasso, che ha condannato l’Asrem ad un risarcimento civile nei confronti della donna di circa 30mila euro, non superiore probabilmente anche per via dell’età della parte lesa, come vuole la normativa sul risarcimento da danno biologico. A curare gli interessi dell’anziana che citò in giudizio l’Asrem gli avvocati Antonello Veneziano e Silvio Tolesino. La difesa dell’azienda sanitaria si era opposta in giudizio, sostenendo che non c’era stata responsabilità del personale medico. Ma restava il giallo, al centro della causa, sul fatto che la paziente non avesse le protezioni applicate e sul perché il lettino elettrico fosse stato attivato in assenza di personale. Uno dei familiari trovò subito dopo la donna a terra, in un lago di sangue, facendo temere il peggio, episodio a cui seguirono urla e richieste di chiarimenti che non potevano avere altro epilogo se non il ricorso alle vie legali. A sostegno della causa è intervenuto anche un perito. Uno dei punti su cui hanno puntato gli avvocati della paziente è stata la responsabilità oggettiva nel momento in cui un cittadino deve avere tutte le tutele del caso all’interno della struttura.

Dal Calcio ai Santuari, storia del Csi Molise: presentato il libro di Noemi Galuppo

libro galuppo csiIeri la presentazione della prima pubblicazione sulla storia del Centro Sportivo Italiano in Molise. A Faifoli il lancio del libro – scritto da Noemi Galuppo con l’impaginazione e grafica di Marco Moffa – e fortemente voluto dai dirigenti del Csi, in primis dal presidente Igino Tomasso. La pubblicazione del libro rientra nel progetto dell’Associazione in collaborazione con i consiglieri regionali, Carmelo Parpiglia e Domenico Di Nunzio: “Il Molise che si muove, dal Calcio ai Santuari”. Il libro ripercorre le tappe della storia del CSI in Molise. I momenti chiave, le attività, i progetti, riportati alla luce attraverso le parole, le fotografie storiche e i racconti ed i ricordi di quanti hanno contribuito a far crescere l’Associazione. Il ruolo del Centro Sportivo, soprattutto in favore delle fasce giovanili, è riconosciuto sia a livello regionale che nazionale. Motivi di orgoglio in questo lungo percorso sono l’atletica leggera, il calcio, il Giocasport. La formazione dei ragazzi, l’educazione alla vita, la volontà di lasciare un segno e di essere da esempio alle generazioni future sono sensazioni ed evidenze tangibili in questa raccolta di emozioni che mette al centro le persone e l’amore verso lo sport e verso l’altro. L’amore verso uno sport che è sacrificio, rispetto, dialogo, crescita, chiamata. Ecco allora che – soprattutto per via della crisi della famiglia e della Chiesa quali pilastri di vita – l’esperienza associativa diventa palestra sociale fondamentale per lo sviluppo dei giovani. Chiunque voglia leggere il libro può contattare i dirigenti del Csi in Piazza Molise a Campobasso.

Bianco risveglio per il Molise, le previsioni meteo: ‘Continuerà a nevicare’. Ecco le scuole chiuse domani

neve 2016 2 (4)Un bianco risveglio per il Molise quello di questa mattina, domenica 17 gennaio, dopo che per giorni gli esperti meteo avevano annunciato imminenti nevicate. Circa 20 centimetri hanno coperto Campobasso e dintorni, l’area matesina, della Valle del Tammaro, del Molise centrale, del Fortore, dell’isernino, dell’alto Molise e delle zone circostanti.
Mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro per garantire la viabilità che ha subito lievi rallentamenti. Si raccomanda precauzione e molta attenzione alla guida.
Le previsioni meteo annunciano ulteriori nevicate almeno nelle prossime 24 ore con la coltre bianca che potrebbe arrivare anche a 50 centimetri. Dando uno sguardo alle temperature, nel campobassano il termometro segnerà tra i -1 e i -10 gradi. Più caldo nell’isernino dove la colonnina di mercurio oscilla tra i 2 e i -10 gradi. Leggere spolverate anche in basso Molise ma le temperature restano “alte”, tra i 3 e gli 8 gradi.
Intanto giungono le prime comunicazioni ufficiali da parte dei comuni che per la giornata di domani, lunedì 18 gennaio, hanno disposto la chiusura delle scuole. Di seguito l’elenco (in fase di aggiornamento):

Acquaviva Collecroce
Agnone
Bagnoli del Trigno
Baranello
Belmonte del Sannio
Bonefro
Busso (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Carovilli
Campobasso
Campodipietra
Campolieto
Capracotta
Carovilli
Casacalenda
Castellino del Biferno
Castelmauro
Castropignano
Cercemaggiore
Cercepiccola
Civitanova del Sannio
Colletorto
Ferrazzano
Fossalto
Frosolone
Gambatesa
Gildone
Guardiaregia
Jelsi
Larino
Limosano
Macchiagodena
Macchia Valfortore
Mafalda (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Matrice
Mirabello Sannitico
Miranda
Monacilioni
Montagano
Montecilfone
Montefalcone nel Sannio
Montenero di Bisaccia
Montorio nei Frentani
Morrone del Sannio
Oratino
Palata
Petrella Tifernina
Poggio Sannita
Riccia
Ripalimosani
Ripabottoni
Roccavivara
Rotello
Salcito
San Felice del Molise
San Giuliano del Sannio
San Giuliano di Puglia
Sant’Elia a Pianisi
Santa Croce di Magliano
Sepino
Spinete
Tavenna
Torella del Sannio
Toro
Trivento
Tufara
Ururi
Vastogirardi
Vinchiaturo

Sospese anche tutte le attività didattiche nelle sedi universitarie di Campobasso, Pesche e Termoli.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 19 gennaio, salvo eventuali ulteriori necessità in relazione alle condizioni climatiche. Sarà data tempestiva comunicazione, anche a seguito delle attività di verifica in merito ad eventuali danni subiti dagli edifici in relazione alle scosse sismiche registrate nei giorni scorsi. Sarà pertanto consentito l’accesso alle strutture dell’università (sedi di Campobasso, Pesche e Termoli) soltanto al personale docente e tecnico-amministrativo.

GALLERIA FOTOGRAFICA (La foto in evidenza in copertina è tratta da Facebook – Paolo D’Errico)