Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Provinciale 73 disastrata, in corso lavori di messa in sicurezza. Interventi per 500mila euro disposti da Palazzo Magno

Sono in corso i lavori di messa in sicurezza della strada Provinciale 73 dalla Fondovalle del Biferno al Comune di San Biase. “Si tratta di un intervento importante – spiega il presidente della Provincia Battista, – 500mila euro la somma destinata, perché agevolerà la viabilità in un’area centrale e i collegamenti con il capoluogo e la costa attraverso un miglior accesso sulla Bifernina”. L’azienda che ha vinto la gara d’appalto è di Trivento.

Carta e abiti da buttare finiscono in passerella, a San Biase la cultura del riciclaggio si trasforma in ‘sfilata di moda’

riciclando“Riciclando”, la sfilata di riuso e riciclo creativo è giunta alla sua seconda edizione. Nella splendida cornice della maestosa piazza Roma a San Biase sfileranno abiti ed accessori tutti realizzati ex novo per l’occasione. “Abbiamo utilizzato plastica, carta ed abiti e tessuti dismessi”, spiegano gli organizzatori. “Molte le novità che presenteremo, dalle borse di carta, alle umbrellas skirt. Il nostro intento, oltre al puro divertimento, è quello di far riflettere, su quanto sia semplice a volte dare nuova vita a cosa dimenticate nell’armadio. Certo non possiamo cambiare il mondo, ma piantare un piccolo seme di riflessione, questo sì! L’evento è stato promosso dal Comune di San Biase in collaborazione con il sito web il quaderno di Lalu”. Appuntamento a San Biase il 15 agosto 2016 alle ore 17:30 in Piazza Roma.

Amministrative 2016. Lo spoglio in diretta e gli eletti sindaci comune per comune nella provincia di Campobasso. Affluenza: 61,30%

Sono 15 i comuni in provincia di Campobasso in cui nella giornata di domenica 5 giugno si è votato per eleggere gli amministratori cittadini. Di seguito i sindaci eletti secondo il risultato delle urne. (dati in aggiornamento)

 

Bojano – Eletto sindaco MARCO DI BIASE

DARIO PATULLO – Movimento 5 Stelle 7,85%
MARCO DI BIASE – Bojano Futura 36,73%
MASSIMO ROMANO – Bojano Domani 30,11%
GAETANO POLICELLA -Bojano Unita 17,12%
ALFONSO MAINELLI – Area Matese 8,16%

Eletto sindaco Marco Di Biase
(guarda i risultati qui)

 

Baranello

Eletto sindaco Marco Maio
(guarda i risultati qui)

 

Campochiaro

Eletto sindaco Antonio Carlone
(guarda i risultati qui)

 

Civitacampomarano

Eletto sindaco Paolo Manuele
(guarda i risultati qui)

 

Guardiaregia

Eletto sindaco Fabio Iuliano
(guarda i risultati qui)

 

Macchia Valfortore

Eletto sindaco Antonio Carozza
(guarda i risultati qui)

 

Matrice

Eletto sindaco Arcangelo Lariccia
(guarda i risultati qui)

 

Molise

Eletto sindaco Domenico Cirelli
(guarda i risultati qui)

 

Morrone

Eletto sindaco Domenico Antonio Colasurdo
(guarda i risultati qui)

 

Portocannone

Eletto sindaco Giuseppe Caporicci
(guarda i risultati qui)

 

San Biase

Eletto sindaco Isabella Di Florio
(guarda i risultati qui)

 

San Giacomo degli Schiavoni

Eletto sindaco Costanzo Della Porta
(guarda i risultati qui)

 

San Massimo

Eletto sindaco Alfonso Leggieri
(guarda i risultati qui)

 

Sepino

Eletto sindaco Paolo Pasquale D’Anello
(guarda i risultati qui)

 

Ururi

Eletto sindaco Raffaele Primiani
(guarda i risultati qui)

 

 

Amministrative 2016. San Biase, liste e candidati

Corsa a quattro a San Biase per l’elezione del nuovo sindaco.

 

ISABELLA DI FLORIO – Campanile

Emilio Buccini
Antonella Camino
Elvira Fadda
Rosanna Germano
Antonio Giagnacovo
Enzo Giagnacovo
Tonino Marchetta
Anna Marzucco
Achille Porfirio
Ervin Stinziani

 

MICHELE FABRIZIO D’AMICO – Stretta di mano

Carmelina Angelocola
Amelia Ciccarella
Dina Antonella Ciccarella
Daniele Germano
Maria Incoronata Mattiacci
Anna Porfirio
Biase Porfirio
Roberta Porfirio

 

NICOLANGELO LEMMO

 

MASSIMO GIUSEPPE DI CLAUDIO

Amministrative 2016 in Molise – I comuni al voto: liste e candidati

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI CAMPOBASSO

baranello stemma

Baranello

bojano stemma

Bojano

campochiaro stemma

Campochiaro

Civitacampomarano-Stemma

Civitacampomarano

guardiaregia stemma

Guardiaregia

matrice stemma

Matrice

molise stemma comune

Molise

morrone del sannio stemma

Morrone

portocannone stemma

Portocannone

San Biase stemma

San Biase

san massimo stemma

S. Massimo

sepino stemma

Sepino

ururi stemma

Ururi

macchiavalfortore stemma

Macchia Valfortore

san giacomo degli schiavoni stemma

S. Giacomo degli schiavoni

speciale amministrative 2016

[banner size=”468X60″]

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI ISERNIA

stemma-di-Agnone

Agnone

cantalupo stemma

Cantalupo

capracotta stemma

Capracotta

carpinone-stemma

Carpinone

chiauci stemma

Chiauci

stemma isernia

Isernia

conca casale stemma

Conca Casale

pesche stemma

Pesche

pescolanciano stemma

Pescolanciano

pizzone stemma

Pizzone

stemma-forli-del-sannio

Forlì

stemma-roccamandolfi

Roccamandolfi

Acquaviva_d'Isernia-Stemma

Acquaviva d’Isernia

colli a volturno stemma

Colli a Volturno

bagnoli del trigno stemma

Bagnoli del Trigno

Castel_San_Vincenzo-Stemma

Castel S. Vincenzo

comune di san pietro avellana

S. Pietro Avellana

stemma-santa-maria-del-molise

S. Maria del Molise

Bianco risveglio per il Molise, le previsioni meteo: ‘Continuerà a nevicare’. Ecco le scuole chiuse domani

neve 2016 2 (4)Un bianco risveglio per il Molise quello di questa mattina, domenica 17 gennaio, dopo che per giorni gli esperti meteo avevano annunciato imminenti nevicate. Circa 20 centimetri hanno coperto Campobasso e dintorni, l’area matesina, della Valle del Tammaro, del Molise centrale, del Fortore, dell’isernino, dell’alto Molise e delle zone circostanti.
Mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro per garantire la viabilità che ha subito lievi rallentamenti. Si raccomanda precauzione e molta attenzione alla guida.
Le previsioni meteo annunciano ulteriori nevicate almeno nelle prossime 24 ore con la coltre bianca che potrebbe arrivare anche a 50 centimetri. Dando uno sguardo alle temperature, nel campobassano il termometro segnerà tra i -1 e i -10 gradi. Più caldo nell’isernino dove la colonnina di mercurio oscilla tra i 2 e i -10 gradi. Leggere spolverate anche in basso Molise ma le temperature restano “alte”, tra i 3 e gli 8 gradi.
Intanto giungono le prime comunicazioni ufficiali da parte dei comuni che per la giornata di domani, lunedì 18 gennaio, hanno disposto la chiusura delle scuole. Di seguito l’elenco (in fase di aggiornamento):

Acquaviva Collecroce
Agnone
Bagnoli del Trigno
Baranello
Belmonte del Sannio
Bonefro
Busso (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Carovilli
Campobasso
Campodipietra
Campolieto
Capracotta
Carovilli
Casacalenda
Castellino del Biferno
Castelmauro
Castropignano
Cercemaggiore
Cercepiccola
Civitanova del Sannio
Colletorto
Ferrazzano
Fossalto
Frosolone
Gambatesa
Gildone
Guardiaregia
Jelsi
Larino
Limosano
Macchiagodena
Macchia Valfortore
Mafalda (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Matrice
Mirabello Sannitico
Miranda
Monacilioni
Montagano
Montecilfone
Montefalcone nel Sannio
Montenero di Bisaccia
Montorio nei Frentani
Morrone del Sannio
Oratino
Palata
Petrella Tifernina
Poggio Sannita
Riccia
Ripalimosani
Ripabottoni
Roccavivara
Rotello
Salcito
San Felice del Molise
San Giuliano del Sannio
San Giuliano di Puglia
Sant’Elia a Pianisi
Santa Croce di Magliano
Sepino
Spinete
Tavenna
Torella del Sannio
Toro
Trivento
Tufara
Ururi
Vastogirardi
Vinchiaturo

Sospese anche tutte le attività didattiche nelle sedi universitarie di Campobasso, Pesche e Termoli.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 19 gennaio, salvo eventuali ulteriori necessità in relazione alle condizioni climatiche. Sarà data tempestiva comunicazione, anche a seguito delle attività di verifica in merito ad eventuali danni subiti dagli edifici in relazione alle scosse sismiche registrate nei giorni scorsi. Sarà pertanto consentito l’accesso alle strutture dell’università (sedi di Campobasso, Pesche e Termoli) soltanto al personale docente e tecnico-amministrativo.

GALLERIA FOTOGRAFICA (La foto in evidenza in copertina è tratta da Facebook – Paolo D’Errico)

Due piccole scosse di terremoto ‘risvegliano’ il Molise. Epicentro vicino Campobasso

Due lievi scosse di terremoto (rispettivamente di magnitudo 2.1 e 2.0) hanno interessato questa mattina, 3 gennaio (alle ore 6.15 e 6.16) il Molise. I due tremori, sviluppatisi a 11 e 24 chilometri di profondità, vedono il proprio epicentro collocato nei pressi di Campobasso. Come segnala l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, i due piccoli fenomeni hanno interessato diversi comuni:

Oratino
Casalciprano
Busso
Castropignano
Baranello
Torella del Sannio
Sant’Elena Sannita
Spinete
Molise
Colle d’Anchise
Ripalimosani
Frosolone
Fossalto
Vinchiaturo
Fossalto
Ferrazzano
Pietracupa
Limosano
Duronia
Montagano
Mirabello Sannitico
Sant’Angelo Limosano
Macchiagodena
Matrice
Bojano
San Polo Matese
San Biase
Cantalupo nel Sannio
San Giuliano del Sannio
Campochiaro
Cantalupo nel Sannio
San Giovanni in Galdo
Campodipietra
Bagnoli del Trigno
San Massimo
Civitanova del Sannio
Campodipietra
Santa Maria del Molise
Petrella Tifernina
Cercepiccola
Guardiaregia
Gildone
Toro
Chiauci
Castelpetroso
Campolieto
Salcito
Cercemaggiore
Castellino del Biferno
Carpinone
Lucito
Sessano del Molise
Sepino

Topi d’appartamento ‘visitano’ alcune abitazioni, messi in fuga da proprietario di casa

Ore 11.15. Sono penetrati nel perimetro di alcune proprietà private e hanno tentato di forzare la porta d’ingresso, ma evidentemente i colpi sono andati a vuoto. Non si arresta l’attività dei topi d’appartamento che dopo aver fatto razzia di soldi e preziosi in diverse case fra Matrice, Campolieto e altri comuni limitrofi si sono spostati verso la collina del Biferno, prendendo di mira alcune abitazioni fra Limosano e Sant’Angelo. Almeno due i tentativi andati a vuoto nella notte scorsa, ma al momento non è chiaro se vi siano state altre segnalazioni che farebbero crescere il numero delle ‘visite’ dei malviventi. In un caso sarebbero stati messi in fuga proprio dal proprietario di casa, che accortosi dei rumori sospetti li avrebbe colti sul fatto mentre cercavano di penetrare nell’abitazione e sarebbe riuscito a registrare il numero di targa dell’auto su cui i balordi si sono allontanati. Il veicolo risulterebbe rubato in Abruzzo, elemento che confermerebbe il metodo con cui ladri intendono rendersi il più possibile irrintracciabili: la coincidenza, infatti, va riferita a circa un mese fa, quando a Cercemaggiore dopo un furto in alcune abitazioni venne trovata dai militari un’auto abbandonata che risultava rubata nell’area di Avezzano. I Carabinieri, intervenuti dopo le segnalazioni di questa notte, sono sulle tracce dei malviventi. Gli episodi richiamano i temi della sicurezza e della paura per i cittadini, su cui si è aperto un forte dibattito a livello nazionale, dopo gli episodi finiti in tragedia nel nord Italia.

Eolico. Tomassone a difesa del Molise: ‘Sospensione autorizzazione in attesa del nuovo piano energetico’

San Biase e Limosano, si riaccendono i riflettori sull’Eolico in Molise. La salvaguardia del paesaggio dall’eolico selvaggio. Tomassone, responsabile energia PD Molise: “velocizzare l’iter del nuovo Piano Energetico”.

Ancora una volta vengono depositati due progetti di realizzazione di parchi eolici nei comuni di San Biase e Limosano, ed avviati ad iter, nonostante l’attesa per la redazione del nuovo PEAR, e vengono bloccati dalla Soprintendenza i lavori di costruzione di una pala eolica da un megawatt nell’agro di Pietracatella, a confine con Riccia e Jelsi. “Che cosa succede in Molise? O meglio in Italia?”, si domanda Antonio Tomassone, responsabile energia del PD.

In seguito alla Riforma del Titolo V della Costituzione del 2001, l’energia è rientrata tra le materie di competenza concorrente; pertanto le Regioni dovevano operare all’interno di un quadro di indirizzo nazionale. “Ma come accade spesso in Italia – evidenzia Tomassone – il recepimento della normativa e la conseguente attuazione scontano dei gap che sono di intensità diversa a seconda della sensibilità dei soggetti coinvolti, dei territori e della burocrazia connessa. Per cui ci si ritrova a far ricorso, quasi fosse prassi, a strumenti di giustizia competente, che poi diventano in molti casi linee guida da seguire, a volte in contrasto con altre normative. Il Molise, sotto la guida di Iorio, – spiega – non è stato da meno, passando da un PEAR mai del tutto ratificato, a varie leggi alcune molto permissive e altre restrittive, fino ad adeguarsi, almeno per quanto concerne l’eolico, alla normativa nazionale, recependola quasi in toto. Occorre una vera e propria programmazione, e la dimostrazione lo sono l’installazione incontrollata di buona parte dei parchi eolici esistenti”.

In tal senso l’attenzione buona di comitati, cittadini e associazioni, oltre che alcuni Enti, il diretto coinvolgimento della Soprintendenza ed altri soggetti, hanno in parte aiutato a mettere un freno ad una incontrollata gestione energetico-ambientale del territorio, nell’ottica di una tutela dello stesso. “Ma ciò non basta. Infatti – sostiene Tomassone – se da un lato il ruolo positivo delle reazioni e dall’altra l’incontrollata gestione iniziale del territorio si sono in parte bilanciati, questo non basta a restare in un limbo normativo né tantomeno a giustificare il cd nimby. Dall’altra parte buono l’approccio messo in campo dalla regione, attraverso la regia del prof. De Santoli dell’Università di Roma, sulla predisposizione del Piano Energetico Ambientale, confermando l’approccio buttom up, ascoltando tutti gli stakeholders e chiedendo l’impegno di tutti per la tutela e lo sviluppo del territorio”.

“Mi auguro che la Regione velocizzi l’iter di approvazione del nuovo PEAR, per altro già in fase di VAS, e che venga applicata la legge 23 del dicembre 2014 Misure urgenti in materia di energie rinnovabili, proposta da Facciolla e Petraroia, nella quale si potrebbero ravvisare i presupposti sospendere gli iter in corso, in attesa del nuovo PEAR, strumento più consono alla tutela ed alla valorizzazione del territorio”, conclude il responsabile energia del Pd Molise.