Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Studenti a lezione dai Carabinieri, bullismo sui social network e stupefacenti i temi più ‘scottanti’. Stigmatizzato il concetto di ‘droga leggera’

Nella mattina odierna il Comandante della Stazione Carabinieri di Jelsi, MASUPS Mauro Stigliani, ed il Comandante della Compagnia Carabinieri di Campobasso, il Magg. Valeria Nestola, si sono recati presso la scuola media del paese per incontrare gli studenti ed affrontare argomenti legati alla formazione della cultura della legalità. Lo stesso Maggiore Nestola, insieme al Comandante della Stazione Carabinieri di s. Elia a Pianisi, M.C. Cristiano CERIONI, si è recata anche presso la scuola elementare e media di Pietracatella per il medesimo motivo. Tale iniziativa rientra nell’ambito dei consueti cicli di incontri che l’Arma tiene annualmente presso gli Istituti scolastici del territorio per trattare di volta in volta argomenti ritenuti più attuali e contingenti soprattutto per spiegare determinati fenomeni e prevenirne il loro verificarsi. Fra le tematiche trattate oggi è rientrato il bullismo, in tutte le sue espressioni, in particolare quella telematica, i rischi derivanti dall’uso imprudente dei social network, l’abuso di alcool e la minaccia degli stupefacenti, con particolare stigmatizzazione del pericoloso concetto di “droga leggera” che se non correttamente compreso e spiegato può indurre gli adolescenti a ritenere che sia normale e persino innocuo per la salute farne uso. La platea studentesca ha accolto l’iniziativa con vivo interesse ascoltando con attenzione ed aprendosi ad un dialogo attivo, costruttivo e dinamico. Nelle prossime settimane seguiranno analoghi incontri dell’Arma presso le scuole superiori e medie del capoluogo e della provincia .

‘Mettiamoci in gioco’, bambini a lezione di scienze motorie. Il Comune di Jelsi conferma adesione al progetto Coni

L’amministrazione comunale di Jelsi per il secondo anno consecutivo ha deciso di aderire al progetto “Mettiamoci in Gioco”, iniziativa promossa dalla delegazione di Campobasso del CONI Molise. Il progetto coinvolge i bambini della scuola dell’infanzia dai 3 ai 6 anni, che nei prossimi mesi saranno seguiti ed orientati attraverso un piacevole gioco dal lavoro di un professionista in scienze motorie specializzato per la scuola dell’infanzia. Le attività saranno varie: la presa di coscienza del corpo, riconoscere e nominare le parti del corpo, conoscere le possibilità motorie del proprio corpo, esplorare gli ambienti e gli attrezzi, acquisire padronanza dello motricità globale, giochi nel rispetto dei compagni, semplici percorsi psicomotori. Lo scopo principale del progetto è quello di portare i bambini ad acquisire autonomie motorie e relazionali fondamentali per la loro crescita e il loro sviluppo. In questo modo, grazie alla comprensione degli schemi motori di base e dei riferimenti spazio-temporali, i piccoli alunni potranno acquisire lo sviluppo di un’immagine positiva di se e stabilire relazioni con movimento e gioco sia personali sia nel rapporto con gli altri. Obiettivo ultimo è quello di incoraggiare sin da piccoli uno stile di vita attivo e salutare, gettando le basi dalla scuola dell’infanzia, in modo tale da poter avere più facilità nel crescere rispettando e proseguendo con quello stile. Nelle prossime settimane saranno svolte le lezioni per tutti i bambini, facendo tesoro della bellissima esperienza dello scorso anno.

Danni da maltempo, in Comune le segnalazioni delle imprese non inserite nel Piano assicurativo agricolo. I dettagli

Il Comune di Jelsi informa le imprese agricole operanti sul territorio che possono segnalare i danni subiti in seguito al verificarsi delle nevicate dal 5 gennaio 2017 e nei giorni seguenti. L’Assessorato alle Politiche Agricole della Regione Molise, per attivare gli interventi di cui all’art.5 del D.Lgs. n. 102/2004 “Interventi finanziari a sostegno delle imprese agricole, a norma dell’articolo 1, c.2, lettera i), della legge 7 marzo 2003, n. 38”, CHIEDE che vengano trasmesse le eventuali segnalazioni unitamente alla documentazione prevista dalla D.G.R. n. 1140/2002, disponibile al link http://www3.regione.molise.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5930. Le imprese agricole che hanno subito danni a produzioni, strutture e impianti produttivi, non inseriti nel Piano assicurativo agricolo annuale, causati dall’evento in questione, possono segnalare i danni subiti al Comune di Jelsi utilizzando le seguenti informazioni. Ai sensi della D.G.R. 1140/2002, per le segnalazioni di danni alle produzioni, le domande vanno corredate dalla seguente documentazione:
a. cartografia dell’I.G.M. scala 1:25.000 delle zone danneggiate;
b. Elenco delle località ricadenti in tutto o in parte del territorio comunale;
c. Relazione tecnico-estimativa contenente in dettaglio l’elenco delle strutture danneggiate, la percentuale presunta del danno, il tipo, la data, la durata e l’ora dell’evento che ha provocato il danno.
La segnalazione di danni alle strutture private relative a fabbricati rurali e/o strutture aziendali in generale, deve essere accompagnata da una relazione dell’ufficio Tecnico Comunale in cui l’opera ricade, comprensiva di:
a. una cartografia recente scala 1:5.000 con l’indicazione dell’opera danneggiata;
b. Relazione tecnico-estimativa dalla quale si evinca la natura del danno, il presunto onere per i lavori di ripristino, il tipo di evento calamitoso, la data, la durata e l’ora in cui lo stesso si è verificato.
Il mancato rispetto dei termini e delle modalità indicate, non permettendo la definizione dell’istruttoria entro i termini perentori prescritti dalla legge 14/02/92, n.185, costituirà motivo di archiviazione della segnalazione da parte della competente struttura regionale. Le segnalazioni, corredate dalla documentazione dinnanzi descritta, dovranno essere trasmesse entro in 12 giorni dalla conclusione dell’evento all’Ufficio Tecnico Comune di Jelsi utilizzando una delle seguenti modalità:
– consegna a mano;
– invio via mail agli indirizzi: sindaco@comune.jelsi.cb.it o indirizzo pec: sindaco@pec.comune.jelsi.cb.it.
Per maggiori informazioni e per la documentazione utile (modulo di domanda. DGR 1140/2002) si può visitare il sito internet comunale (www.comune.jelsi.cb.it), recarsi presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Jelsi, Arch. Filomena Fusco, tel. 0874-710134, nei giorni Martedì-Mercoledì-Venerdì dalle ore 09.00 alle ore 14:00, o presso le Associazioni di Categoria.

(foto Coldiretti)

Dal Matese alle Dolomiti tra vari tour in Italia, Molise compreso. Il Vespa Club Maddaloni chiude un anno ricco di attività

calendario-vcmaddaloni-2017Dopo il pranzo sociale dello scorso 11 dicembre, i soci del Vespa Club Maddaloni sono tornati ad incontrarsi questa mattina, sabato 17 dicembre, per scambiarsi gli auguri di Natale insieme ad un gadget commemorativo delle attività svolte in questo 2016.
Insieme a delle sagome in alluminio della mitica motoretta, realizzate per l’occasione, il presidente Vincenzo D’Angelo – in presenza del presidente onorario, il novantaquattrenne Antonio Bernardo – ha consegnato ai soci del prestigioso club un calendario 2017 in cui abbondano le foto delle varie imprese portate a termine dagli impavidi vespisti. Un doveroso ricordo al tour del Matese che nel 2015 unì Campania e Molise in un circuito di oltre 250 chilometri al quale presero parte oltre 200 veicoli provenienti da tutt’Italia (e non solo), per poi annoverare la 500 km delle Dolomiti di quest’anno nella quale il club maddalonese ha portato a casa numerosi ed importati riconoscimenti. Presenti sul calendario anche momenti dell’appuntamento di Sappata, del viaggio a Taormina, del giro d’Italia, della tappa “Autismo in Vespa” di Maddaloni, del gemellaggio con il Vespa Club Capri, della gara di regolarità Sassari-Cagliari, del Raduno di Pozzuoli e di Saviano, dell’Explora Apulia, della tappa in Austria, del Vespa Day di San Salvatore Telesino, della gara Milano-Taranto e tanto altro ancora. Non sono escluse le giornate molisane trascorse in sella alla propria Vespa. Tra queste il VI raduno di Cercepiccola, ma la presenza del club di Maddaloni si annovera anche agli appuntamenti di Cercemaggiore, Gildone, Jelsi, Riccia, Frosolone, Pietrabbondante, Isernia, Venafro e nell’immediato circondario (tra cui Morcone e Circello).
pranzo-sociale-vcmaddaloni2016Dopo un brindisi e una fetta di pandoro, i vespisti hanno stilato un sommario calendario di iniziative per il prossimo anno. Tra gli eventi clou l’appuntamento austriaco di inizio giugno ed il raduno del registro storico che si svolgerà ad Ischia a fine settembre. Confermata la partecipazione anche a diversi appuntamenti molisani. Anche il 2017, dunque, per il Vespa Club Maddaloni si preannuncia già essere un anno a tutto gas!

IL VIDEO DEL PRANZO SOCIALE 2016

Dieci anni di risultati, l’Avis Jelsi celebra la solidarietà dei donatori di sangue e il lavoro dei volontari. Cerimonia con le ‘consorelle’ molisane ed extraregionali

decennale-avis-jelsi-2Dieci anni di intensa attività per la sezione Avis Comunale “Marco Panzera” di Jelsi. Lo speciale compleanno è stato festeggiato unitamente alle tante “consorelle” pervenute da ogni angolo della Regione e non solo. La cerimonia, organizzata ottimamente dai responsabili della sezione e da tanti soci che si sono messi a disposizione, ha dapprima previsto l’accoglienza e il saluto di benvenuto degli ospiti nella sala consiliare, quindi una visita guidata nella trecentesca cripta dell’Annunziata, a seguire la Santa Messa celebrata da Don Peppino Cardegna e la sfilata dei labari con la deposizione di una corona di alloro al monumento dei caduti. Il Presidente, dopo il saluto delle Autorità, ha fatto il punto di questi 10 anni di attività della sezione Avis di Jelsi ringraziando tutti i donatori e quanti si sono impegnati con straordinario altruismo nell’opera di raccolta di sangue destinato a quanti per motivi di salute ne hanno necessità. Gli ottimi risultati ottenuti in termini di numero di sacche e donatori, pongono l’ Avis comunale Jelsi “Marco Panzera ” ai primi posti nell’ambito regionale. Il Presidente ha sottolineato l’importanza della donazione che va considerato un vero e proprio “atto d’ amore” non solo verso chi soffre ed ha bisogno del “dono” del sangue, ma anche verso se stessi e la propria salute poiché la donazione costante consente un opportuno anche se parziale “check up”. La giornata di festeggiamenti si è degnamente conclusa presso un ristorante locale ove si sono potuti degustare ed apprezzare prodotti tipici, innaffiati da un buon vino rosso (conditio sine qua non per fare del buon sangue ) con una gustosissima torta a deliziare i palati dei partecipanti delle numerose Associazioni Avis e Cavalieri che di seguito si vanno ad elencare e ringraziare:

Cavalieri di San Marco
AIDO
Avis Molise:
Bonefro – Campobasso – Carpinone – Castelpetroso – Isernia – Larino – Matrice – Montecilfone – Petrella Tifernina – Provinciale Campobasso –
Provinciale Isernia – Regionale Molise – Riccia – Roccavivara – Pesche – Santa Croce di Magliano – San Martino in Pensilis – Sant’Elia a Pianisi – Termoli –ecc.

Avis fuori regione:
Agropoli – Sant’Anastasia – Santa Maria Capua Vetere – Teano

Intensificati i controlli nel Fortore e rafforzata la presenza di militari, elevate multe ad automobilisti ‘negligenti’

Nelle ultime ore è stato disposto dalla Compagnia Carabinieri di Campobasso un servizio di controllo straordinario del territorio nei comuni di Riccia, Jelsi e Gambatesa impiegando, oltre il normale dispositivo sempre presente sul territorio, ulteriori 5 pattuglie e 10 militari. Nel corso del servizio sono stati controllati 32 veicoli ed identificate 42 persone. Sono state altresì elevate 3 contravvenzioni al C.d.S. Infine sono stati controllati 6 esercizi pubblici per quanto attiene la normativa per la somministrazione degli alcolici.

Isola ecologica, scuola, viabilità, reti idrica e fognaria: a Jelsi aprono i cantieri, oltre un milione di euro di interventi

Nei prossimi mesi tanti cantieri e tante opere nuove a disposizione della comunità jelsese. Sono stati, infatti, già finanziati e appaltati lavori per oltre 2 milioni e 600 mila euro per interventi in diversi settori: edilizia scolastica, viabilità comunale, ambiente, idrico, depurazione, socio-assistenziale. I lavori saranno possibili grazie a finanziamenti a fondo perduto che quindi non toccheranno le tasche dei cittadini. Da qualche settimana sono iniziati i lavori per la realizzazione di un’isola ecologica nella zona a monte del depuratore, grazie a un finanziamento ottenuto dalla Regione Molise per un importo di 106.567,57 euro. L’intervento consentirà la realizzazione di un centro di raccolta comunale “satellite” che costituirà un luogo di raccolta presidiato e videosorvegliato, adibito al conferimento di diverse tipologie di rifiuto senza trattamenti preventivi e verrà messa al servizio degli utenti secondo orari prestabiliti. Il contributo è stato ottenuto all’interno dell’Accordo di Programma Quadro “PAI Fortore”, di cui Jelsi è il Comune capofila. Nei giorni scorsi, poi, sono iniziati i lavori anche per il progetto che riguarda il completamento dell’edificio scolastico comunale di Via Generale D’Amico, grazie al contributo di 1 milione di Euro concesso dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, nell’ambito dell’iniziativa del governo denominata “Mutui BEI”. Il progetto, condiviso con la dirigenza dell’Istituto comprensivo, prevede non solo la realizzazione della palestra scolastica indoor e dei servizi ad essa dedicati, ma anche una sala convegni multimediale per avvicinare gli studenti all’uso delle nuove tecnologie digitali, aule, uffici, il completo abbattimento delle barriere architettoniche di tutto il plesso scolastico e un campetto polifunzionale nuovo per uso sportivo scolastico e per l’intera comunità. In un momento di grandi difficoltà a livello nazionale e regionale sull’edilizia scolastica l’amministrazione comunale di Jelsi riesce a completare il plesso scolastico con la garanzia di sicurezza e la fruizione di nuovi spazi a studenti, genitori e personale. Molto vicine alla fine anche le procedure di gara per il secondo lotto del Centro Assistenziale di via San Biase, con i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della ex scuola comunale, nel sito dove è in corso di realizzazione il primo lotto. Il Comune di Jelsi è riuscito ad ottenere un finanziamento partecipando al Programma Nazionale “Nuovi Progetti di Interventi”, realizzato dal MIT, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in e dall’ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani. Per il Molise finanziati 4 progetti, fra cui Jelsi, che non solo è stato l’unico comune finanziato in provincia di Campobasso, ma ha anche ottenuto il finanziamento di maggior importo pari a 400.000 euro rispetto agli altri 3 comuni molisani finanziati. Sempre all’interno dell’APQ “PAI Fortore”, sono stati ottenuti altri due importantissimi finanziamenti, per i quali sono in corso le procedure di appalto. Il primo riguarda “l’efficientamento e ottimizzazione rete idrica comunale” con un importo totale di 310.000 euro e prevederà come azioni prioritarie la riduzione del grado di perdita e il miglioramento della gestione in termini di efficacia, efficienza ed economicità del servizio acquedotto. Per la prima volta si farà una mappatura completa della rete, con la ricerca e localizzazione delle perdite fisiche, l’ottimizzazione della gestione attraverso un sistema di telecontrollo, interventi di messa in sicurezza dei serbatoi comunali e altri interventi finalizzati a risolvere i problemi strutturali che la rete si trascina da decenni. L’idea progettuale è basata sul presupposto che un sistema di telecontrollo permetterà al gestore di avere un aggiornamento in tempo reale sui principali parametri di funzionamento degli impianti affinché si possa agire in tempo reale nell’eventualità di rotture e perdite improvvise. Il secondo permetterà “l’ottimizzazione impianto di depurazione”, con un finanziamento di 120.000 euro. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità dell’ambiente in relazione al sistema fognario-depurativo prevedendo interventi di efficientamento dei sistemi fognari depurativi, degli impianti elettrico ed idrico e delle condizioni di funzionamento dell’impianto e della rete fognaria. L’intervento, insieme al progetto di realizzazione dell’isola ecologica, permetterà una riqualificazione generale di tutta la zona, con messa in sicurezza della strada di accesso, anche con illuminazione pubblica. Importantissimi interventi anche nella sistemazione delle strade comunali. Sarà realizzato, infatti, il progetto di “Messa in sicurezza viabilità comunale”, grazie al finanziamento di 702.000 euro ottenuto dalla Regione Molise, finanziati con PAR-FSC 2007-2013. Si interverrà in maniera strutturale sul alcune delle principali strade urbane (Via Generale D’Amico, via Maiorano, Via Andrea Valiante,…), per il miglioramento della sicurezza di automobilisti e pedoni. Anche in questo caso le procedure di gara sono in corso. E non è finita qui, il Comune ha aderito fra i primi alla proposta della Regione Molise sulla realizzazione delle infrastrutture per l’attivazione della banda ultra larga. La Regione ha, infatti, promosso l’adesione alla convenzione con l’Infratel, società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico. L’obiettivo è la copertura dell’intero territorio regionale a 30 Mbps e per sedi ed edifici pubblici (scuole e ospedali in particolare) copertura ad almeno 100 Mbps. Quindi, a pochi mesi dall’attivazione della linea a 20 Mbps, già si guarda al futuro e all’innovazione. Attualmente Infratel sta realizzando le operazione di gara per scegliere la società che realizzerà i lavori finanziati da fondi europei. Soddisfatti per i numerosi finanziamenti ottenuti il sindaco Salvatore D’Amico e l’Assessore Michele Mazzocco. “Nei prossimi mesi si vedranno tanti cantieri aperti a dimostrazione che l’attento lavoro nella ricerca di opportunità di finanziamento paga.”

Referendum, ciclo di incontri promossi da Azione Nazionale: le ragioni del No

A margine della investitura avvenuta solo poche settimane fa il coordinatore regionale del neo movimento “Azione Nazionale”, Carlo Perrella, era stato chiaro: “bisogna partire dalla base, dal territorio, vogliamo incontrare i cittadini e confrontarci con loro, è necessario per la nostra crescita”. E così Perrella, insieme al coordinatore provinciale Paolo Di Zanna, ha organizzato il primo ciclo di incontri sul territorio. Non solo per spiegare le ragioni del NO al Referendum in programma a dicembre ma anche e soprattutto per far conoscere in Molise le motivazioni che stanno spingendo diverse forze di centrodestra a ricompattarsi in vista delle prossime tornate elettorali, sia a livello nazionale che regionale. Il primo appuntamento in programma è previsto per il 4 novembre. I vertici regionali di Azione Nazionale insieme all’onorevole Giuseppe Scoppelliti e al Prof. Mario Ciampi, incontreranno i cittadini a Casalciprano (alle 17,30 presso la sala consiliare), a Trivento (alle 18,30 presso il centro polifunzionale) e in serata a Jelsi (l’appuntamento è previsto intorno alle 21). “Sono molteplici gli obiettivi – spiega Carlo Perrella – che ci hanno spinto in tale direzione: come già rimarcato in precedenti occasioni, vogliamo ricreare un movimento unitario nel quale la gente possa riconoscersi e soprattutto nel quale si possano ritrovare quei principi e valori propri del centrodestra con in primis la sovranità popolare. Non a caso in molti hanno deciso di abbracciare altre cause, tipo quella del Movimento Cinque Stelle, proprio perché hanno visto una sorta di disgregazione nel centrodestra che come risultato ha prodotto l’allontanamento dei cittadini dalla vita politica. Il senso di scoramento da parte delle persone, e soprattutto da parte dei giovani, la categoria più vulnerabile e maggiormente penalizzata, è sotto gli occhi di tutti. L’obiettivo è ambizioso. Ma soprattutto crediamo realizzabile. Per questo vogliamo cercare di essere l’anello di congiunzione di partiti, associazioni ,etc. C’è la necessità – continua Carlo Perrella – di riavvicinare i cittadini alla politica, non come accade oggi. Al momento la cittadinanza subisce, senza peraltro potersi difendere, le scelte della politica. C’è bisogno di partecipazione diretta del cittadino ma a fatti, non come alcuni personaggi oggi sul piedistallo che, invece, hanno dato vita all’antipolitica, creando non più malumore ma, peggio, indifferenza da parte dei cittadini”. “Ci saranno tanti altri appuntamenti in programma – ha invece detto Paolo Di Zanna – su tutto il territorio molisano. Costituiremo dei circoli nelle province di Campobasso e Isernia per cercare di dialogare con le altre forze politiche”.

Referendum, il prof Mauro Calise in Molise per spiegare la riforma costituzionale

Per il Comitato molisano per il Si al referendum costituzionale è in programma un nuovo importante appuntamento. Sabato prossimo, 15 ottobre, tornerà in Molise il professor Mauro Calise, Ordinario di Scienza Politica all’Università di Napoli e editorialista de “Il Mattino” di Napoli. L’incontro si terrà a Jelsi. «Per gli amici molisani è un gradito ritorno: il professor Calise – molisano di origine – è capace di spiegare con estrema chiarezza gli aspetti salienti della riforma costituzionale che il 4 dicembre siamo chiamati a confermare» dice Micaela Fanelli, segretario regionale PD Molise e anima del comitato molisano per il Si al referendum. Nel precedente incontro di Riccia e nei suoi editoriali sul quotidiano Il Mattino, Calise ha insistito sempre con un messaggio: voltare pagina. Perché l’Italia volti pagina è indispensabile che cambi anche la sua Costituzione, disse proprio a Riccia nel mese di maggio. Credo che nella sua semplicità sia un messaggio fortissimo, capace di superare gli steccati». L’appuntamento dunque è per sabato 15 ottobre a Jelsi, in piazza Umberto I, con inizio alle ore 18.00. Intanto si lavora per la manifestazione del 29 ottobre: anche il Molise parteciperà all’evento.