Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Puliamo il mondo: Legambiente, studenti, immigrati insieme al lago di Occhito. Manifestazione alle battute finali

Legambiente Molise chiude la XXIV edizione di Puliamo Il Mondo con una grande manifestazione oggi 7 ottobre, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, presso il lago di Occhito a Macchia Valfortore. Nella necessità di tenere viva l’attenzione sulle opportunità di sviluppo di una zona non valorizzata al meglio ed ormai pronta alla predisposizione di un contratto di lago, Legambiente Molise ha raccolto l’interesse delle comunità scolastica-sociale-politica- imprenditoriale del Fortore molisano verso un’azione propositiva e propulsiva. L’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi, con gli alunni dei plessi scolastici di Pietracatella, Sant’Elia, Macchia Valfortore, Tufara e Gambatesa, i Sindaci e gli amministratori dei Comuni del Fortore, le Associazioni che gestiscono i progetti di accoglienza SPRAR e gli ospiti di Pietracatella, Sant’Elia e Gambatesa, insieme ai volontari di Legambiente, si incontreranno presso il lago di Occhito (agriturismo Bonifacio Di Iusto, via Mazzini, 42) per la consueta operazione di pulizia dei luoghi, attraverso cui i giovani studenti potranno sentirsi protagonisti e fautori della cura del territorio, di un territorio che si estende al di là dei confini comunali e diventa -metaforicamente- il mondo intero. Il valore aggiunto alla manifestazione è offerto, infatti, dal senso di appartenenza ad una “comunità” scolastica, geografica, politica, sociale, intergenerazionale ma soprattutto interculturale. Il tema fondante di Puliamo il Lago 2016 è l’INTEGRAZIONE: da qui anche la partecipazione dei migranti ospiti di alcuni dei Comuni del Fortore che, come in molte altre occasioni, vogliono dimostrare la volontà di partecipare al progetto comune di un mondo migliore, più pulito, senza confini, senza frontiere. La manifestazione si aprirà con i saluti della Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi -prof.ssa Ancora-, dei Sindaci (Luciano Pasquale di Pietracatella; Tonino Carozza di Macchia Valfortore; Stefano Martino di Sant’Elia a Pianisi; Carmelina Genovese di Gambatesa; Donato Pozzuto di Tufara), della Presidente Regionale di Legambiente Molise Manuela Cardarelli. L’azione di pulizia sarà intermezzata dagli interventi di Docenti, alunni, giovani migranti, rappresentanti delle associazioni. Seguirà la merenda per i bambini, offerta dall’Amministrazione Comunale di Macchia Valfortore. La Legambiente Molise, nel ringraziare tutti coloro che parteciperanno alla manifestazione, rivolge un plauso particolare al sindaco Pasquale ed al Comune di Pietracatella, che si conferma anche quest’anno la roccaforte di Puliamo Il Mondo in Molise, alla sensibilità della prof.ssa Ancora che fin da subito ha offerto la massima disponibilità Sua e delle scuole del Comprensivo, al Sindaco Tonino Carozza di Macchia Valfortore, quale gentile e generoso ospite.

PROGRAMMA
– Ore 9.00 partenza dei bambini da ciascun plesso scolastico
– Ore10.00 saluti delle autorità intervenute (Dirigente Scolastica prof.ssa Ancora, Sindaci dei Comuni di Pietracatella, Sant’Elia, Macchia Valfortore, Gambatesa, Tufara, Presidente regionale di Legambiente Molise Manuela Cardarelli)
– Ore 10.30 inizio attività di pulizia, intervallata dagli interventi di docenti, alunni, migranti, rappresentanti delle Associazioni
– Ore 11.30 merenda offerta dal Comune di Macchia Valfortore
– Ore 12.00 termine della manifestazione e rientro degli studenti presso ciascuna scuola.

Incontro con le auto di ieri, a Macchia Valfortore seconda tappa del raduno nazionale

Sabato 6 agosto alle ore 10.00 in Piazza S. Nicola, a Macchia Valfortore, giungeranno gli equipaggi della seconda tappa della XIV edizione del raduno nazionale di auto d’epoca “Incontro con le auto di ieri” organizzato dal Gruppo Auto Classiche “Il Sorpasso di Bojano”. Le auto d’epoca, ne sono attese oltre cinquanta da tutta Italia, partiranno da Bojano e, dopo aver raggiunto Campobasso, percorreranno la vecchia Strada Statale n. 87 Sannitica fino al bivio di Ripabottoni dal quale continueranno lungo la nuova bretella che si collega alla Strada Provinciale n. 40 in direzione di S. Elia a Pianisi, abitato dal quale lungo la Strada Provinciale n. 39 giungeranno a Macchia Valfortore. Ad accogliere i piloti e tutti gli equipaggi, oltre l’intera comunità, ci sarà il Sindaco Antonio Carozza che darà loro il benvenuto ed un primo meritato ristoro. Il programma della giornata nel piccolo borgo molisano, aperto a tutti coloro che vorranno raggiungere Macchia Valfortore, prevede la visita al Polo Ecomuseale. La prima “tappa” del tour sarà l’Ecomuseo “La Casa, i Mestieri e la Cultura della Memoria”, un interessante museo diffuso voluto e realizzato della Famiglia Brindisi/Mancini che negli ultimi anni è andato sempre più implementandosi con nuovi ambienti dedicati alla conservazione della memoria storica, degli oggetti delle tradizioni e della cultura locale, sapientemente esposti così come nei luoghi d’origine un tempo erano utilizzati e vissuti. Seguirà subito dopo la visita alla nuova sede della stazione di rilevamento sismico della “Italian Experimental Seismic Network (IESN) che, recentemente, ha ottenuto anche un importante riconoscimento internazionale dalla “Incorporated Research Institution for Seismolgy” (IRIS) della “National Science Foundation” degli Stati Uniti d’America. La stazione IESN di Macchia Valfortore, infatti, unitamente a quella di S. Giuliano del Sannio, è stata inserita tra le 150 stazioni digitali al mondo le cui caratteristiche tecniche corrispondono agli standard di rilevamento, pertanto, i dati rilevati dai sismometri di Macchia Valfortore, così come elaborati e simultaneamente pubblicati online, possono essere utilizzati e confrontati dall’intera comunità scientifica internazionale. L’itinerario del Polo Ecomuseale si concluderà con la visita al Museo Civico di Storia Naturale della Valle del Fortore nel Palazzo Baronale “Gambacorta” dalla cui ampia terrazza della torre circolare gli ospiti potranno godere dell’incantevole paesaggio caratterizzato dall’agroecosistema dell’area protetta del Lago di Occhito. All’interno del Palazzo Baronale sarà allestita anche una piccola mostra mercato dei prodotti tipici locali così da consentire agli ospiti di vivere “in tutti i sensi” una full-immersion nei luoghi visitati. Al termine della visita gli equipaggi si sposteranno nei pressi del Lago di Occhito. Nel pomeriggio la carovana di auto d’epoca riprenderà la strada del ritorno, tuttavia, per gli ospiti che vorranno intrattenersi a Macchia Valfortore, la locale Associazione Culturale “Gente di Macchia” terrà aperta un’altra importante sede del Polo Ecomuseale, l’Antico Mulino ad Acqua della Famiglia Di Iorio recentemente ristrutturato e destinato a sede museale. La tappa di Macchia Valfortore del raduno nazionale di auto d’epoca del 2106, organizzato dal Gruppo “Il sorpasso di Bojano”, conferma, anche in questa circostanza, quanto la vocazione turistica dell’intero comprensorio del Lago di Occhito ed in particolare del borgo e dei musei di Macchia Valfortore si stia affermando come una della località più attrattive dell’intera regione Molise, fino a ieri, forse, ancora troppo sottovalutata.

Occhito, ok al contratto di lago fra Molise e Puglia. Impegno dei governatori. Soddisfazione di Legambiente

“Un risultato senza dubbio rilevante che scaturisce da un lavoro che la nostra associazione porta avanti da oltre un anno”: è questo il commento di Legambiente Molise all’impegno preso dai Governatori Frattura ed Emiliano che a Macchia Valfortore, in una conferenza promossa da Anci Molise, hanno individuato il contratto di lago quale strumento primario di gestione del bacino idrico al confine tra Molise e Puglia. legambiente occhito 2“C’è la volontà da parte delle due regioni di aprire un tavolo che conduca alla creazione di un contratto di lago – continuano da Legambiente Molise. – Non possiamo che esserne ampiamente soddisfatti. E’ importante ora individuare le competenze e le responsabilità soprattutto affrontando i temi principali che da tempo sono state individuati, ovvero la navigabilità del lago e la captazione delle acque per l’antincendio boschivo. E’ nostra intenzione dare il via ad un percorso virtuoso in cui amministrazioni, cittadini e operatori economici possano definire le priorità per la riqualificazione, la salvaguardia e il rilancio di questo splendido lago. Per questo motivo da tempo sosteniamo il contratto di lago e di fiume quale strumento volto alla tutela e corretta gestione delle risorse idriche e della valorizzazione dei territori fluviali, ma anche con l’obiettivo di potenziare le tante attività ricettive e agricole che sono sorte negli anni sulle sponde del lago.”

Goletta dei laghi, Legambiente si ferma ad Occhito: ‘Regione aderisca alla Carta dei Contratti di Fiume’

Goletta dei laghi, la campagna di Legambiente per monitorare la qualità delle acque, degli ecosistemi e dei territori lacustri rinnova il suo impegno anche in Molise, focalizzando la sua attenzione ancora una volta sull’imponente invaso artificiale che segna il confine tra la nostra regione e la Puglia: il lago di Occhito. I volontari dell’associazione del cigno si sono ritrovati in questo week end a Macchia Valfortore dove hanno esposto uno striscione per richiamare l’attenzione di cittadini e istituzioni sul destino dell’intera area dell’Occhito. legambiente occhito 2Il bacino artificiale, che si estende per circa 13 kmq, è ricco di biodiversità faunistica e floristica non adeguatamente valorizzata in modo sostenibile a causa di una serie di problematicità tra cui una forte difficoltà a competere con altri territori sul piano dell’offerta turistica di carattere ecosostenibile, la mancanza di una identità territoriale condivisa e mancanza di una governance territoriale. “Queste criticità mettono a dura prova le amministrazioni che spesso si trovano ad avere idee diverse di sviluppo per un’area indivisibile. Proprio per questo – affermano da Legambiente Molise – quello che noi proponiamo alla Regione Molise, ente che può deliberare in tal senso, è di aderire alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume”. I Contratti di Fiume e di lago sono strumenti di programmazione strategica e negoziata con l’obiettivo della tutela e corretta gestione delle risorse idriche e della valorizzazione dei territori fluviali unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico. Perfettamente in linea con gli obiettivi delle normative europea in materia ambientale (Direttive 2000/60/CE, 2007/60/CE, 42/93/CEE, 2008/56/CEE) i contratti di fiume sono lo strumento idoneo per prevenire e ridurre l’inquinamento delle acque, per la protezione degli ecosistemi acquatici, per mitigare gli effetti di inondazioni e di siccità e per coordinare le azioni degli interventi previsti per l’attuazione delle direttive su nominate. “Ad un anno esatto dalle iniziative poste in essere sul lago di Occhito con l’arrivo della goletta dei laghi di Legambiente a Macchia Valfortore, torniamo a ribadire la necessità di dare una scossa ad un’area dove le comunità sono pronte ad una prospettiva di sviluppo legato al turismo ambientale sostenibile e alla promozione di attività “open air”. Pertanto siamo sempre più convinti che ci sia bisogno di una regia che solo l’ente regionale può dare, con azioni mirate al miglioramento dell’area e che possano tradursi in azioni concrete per sostenere le tante attività ricettive e agricole che sono sorte negli anni sulle sponde del lago”.

Distretto turistico Molise orientale, Mibact firma il decreto. Nel consorzio entrano a far parte 40 comuni

Distretto turistico “Molise orientale”, via libera dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il ministro Dario Franceschini ha firmato il decreto che istituisce il consorzio. “Ringraziamo il ministro Franceschini per l’attenzione e il sostegno offerti a un’iniziativa che si fonda e fa leva al tempo stesso sulla volontà di tanti nostri comuni, 40, di unirsi e fare sintesi per favorire nella condivisione un reale sviluppo del potenziale turistico del nostro territorio, puntando, per agevolarla, sull’interlocuzione con le imprese locali”, dichiara il governatore. “Il Ministero ha riconosciuto la qualità della proposta presente nel Distretto “Molise orientale”, una governance attenta e mirata a una visione organica e sistemica pubblico-privato, necessaria alla crescita del settore: siamo soddisfatti”. Dal presidente della Regione “un plauso particolare va al commissario straordinario dell’Azienda di soggiorno e turismo di Termoli, Remo Di Giandomenico, protagonista diretto e partecipe già nella genesi del progetto, e al consigliere delegato al Turismo, Domenico Di Nunzio. Naturalmente – conclude Frattura – siamo riconoscenti ai sindaci e agli amministratori dei centri che hanno aderito: oggi sono loro e le loro comunità l’essenza del Distretto”. La delimitazione dell’ambito territoriale è stata formalizzata a Palazzo Vitale durante la riunione della Conferenza dei servizi, presieduta da Frattura, lo scorso 25 maggio. Fanno parte del Distretto turistico “Molise orientale” i comuni di Acquaviva Collecroce, Bonefro, Campomarino, Casacalenda, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Gambatesa, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Lupara, Macchia Valfortore, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montelongo, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Provvidenti, Ripabottoni, Roccavivara, Rotello, Salcito, Santa Croce di Magliano, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Sant’Elia a Pianisi, Tavenna, Termoli, Trivento e Ururi.

Amministrative 2016. Lo spoglio in diretta e gli eletti sindaci comune per comune nella provincia di Campobasso. Affluenza: 61,30%

Sono 15 i comuni in provincia di Campobasso in cui nella giornata di domenica 5 giugno si è votato per eleggere gli amministratori cittadini. Di seguito i sindaci eletti secondo il risultato delle urne. (dati in aggiornamento)

 

Bojano – Eletto sindaco MARCO DI BIASE

DARIO PATULLO – Movimento 5 Stelle 7,85%
MARCO DI BIASE – Bojano Futura 36,73%
MASSIMO ROMANO – Bojano Domani 30,11%
GAETANO POLICELLA -Bojano Unita 17,12%
ALFONSO MAINELLI – Area Matese 8,16%

Eletto sindaco Marco Di Biase
(guarda i risultati qui)

 

Baranello

Eletto sindaco Marco Maio
(guarda i risultati qui)

 

Campochiaro

Eletto sindaco Antonio Carlone
(guarda i risultati qui)

 

Civitacampomarano

Eletto sindaco Paolo Manuele
(guarda i risultati qui)

 

Guardiaregia

Eletto sindaco Fabio Iuliano
(guarda i risultati qui)

 

Macchia Valfortore

Eletto sindaco Antonio Carozza
(guarda i risultati qui)

 

Matrice

Eletto sindaco Arcangelo Lariccia
(guarda i risultati qui)

 

Molise

Eletto sindaco Domenico Cirelli
(guarda i risultati qui)

 

Morrone

Eletto sindaco Domenico Antonio Colasurdo
(guarda i risultati qui)

 

Portocannone

Eletto sindaco Giuseppe Caporicci
(guarda i risultati qui)

 

San Biase

Eletto sindaco Isabella Di Florio
(guarda i risultati qui)

 

San Giacomo degli Schiavoni

Eletto sindaco Costanzo Della Porta
(guarda i risultati qui)

 

San Massimo

Eletto sindaco Alfonso Leggieri
(guarda i risultati qui)

 

Sepino

Eletto sindaco Paolo Pasquale D’Anello
(guarda i risultati qui)

 

Ururi

Eletto sindaco Raffaele Primiani
(guarda i risultati qui)

 

 

L’Antico Mulino ad Acqua torna a ‘girare’, a Macchia Valfortore il festival dell’ambiente

Domani 15 giugno a Macchia Valfortore, alle ore 16, sarà inaugurato ed aperto al pubblico l’Antico Mulino ad Acqua di Macchia Valfortore della Famiglia Di Iorio, recentemente recuperato nell’ambito del progetto di “Riqualificazione storico/culturale e conservativa con finalità didattiche e museali” sostenuto dalla Regione Molise con un finanziamento del Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013. L’evento è parte di un più ampio programma promosso dalla Provincia di Campobasso nell’ambito del Festival dell’Ambiente 2016 che, a Macchia Valfortore, coinvolgerà l’intero Polo Ecomuseale. Le attività avranno inizio alle ore 10.00/10.30 in Piazza Municipio a Macchia Valfortore dove i visitatori saranno accolti e accompagnati nella visita delle varie sedi del Polo Ecomuseale. L’itinerario programmato prevede la visita dell’Ecomuseo “La Casa, i Mestieri e la Cultura della Memoria”, della Famiglia Brindisi/Mancini, nell’ambito della quale saranno visitate diverse antiche strutture nel centro storico recuperate ed allestite con finalità museali così come anticamente utilizzate. Saranno oggetto di visita, dunque, la casa, la stalla, le botteghe artigiane, tra le quali anche un’antica falegnameria ed una interessante esposizione/collezione di oggetti antichi e moderni relativi alla cultura, cosiddetta, della “toppa” ossia della cultura del recupero piuttosto che del rifiuto; quella che anticamente apparteneva a chi, nelle ristrettezze economiche, non si liberava mai delle cose oramai lise o danneggiate, ma piuttosto “perseverava” nella loro riparazione, dunque, nel loro rattoppo fino a quando era possibile utilizzarle in qualche misura. Al termine del primo itinerario saranno oggetto di visita anche la Bottega didattica di costruzione di tamburi a cornice e la Stazione di Rilevamento Sismico della Italian Experimental Seismic Network (IESN). Il secondo itinerario prevede, invece, la visita al Museo Civico di Storia Naturale della Valle del Fortore, anch’esso recentemente allestito nella nuova sede dello storico Palazzo Baronale Gambacorta grazie al sostegno finanziario del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Molise. Saranno visitati gli ambienti nei quali è raccontata l’intera storia dell’evoluzione paleo ambientale e recente della Valle del Fortore dal Pliocene ad oggi, ossia degli ultimi cinque milioni di anni. Prima della pausa pranzo, che potrà essere liberamente trascorsa dai visitatori presso i diversi agriturismi e ristoranti presenti sulle sponde del Lago di Occhito, il Comune di Macchia Valfortore intratterrà ancora i presenti nei locali del museo offrendo loro un aperitivo a base di prodotti locali. Nel pomeriggio, alle ore 16.00, si terrà poi l’inaugurazione dell’Antico mulino ad acqua di Macchia Valfortore, della Famiglia di Iorio. Oltre alla visita, guidata dall’architetto Sabino Lo buono, ci sarà un momento di confronto sul patrimonio architettonico storico industriale con particolare riferimento a quello dell’arte molitoria ed alla relativa valorizzazione in Molise, anche museologica. Saranno presentati contributi tecnico/scientifici dall’architetto Sabino Lo Buono dell’ARSARP Molise, dagli architetti D’Ancona e Di Iorio eredi dell’antico mulino “Corona” di Baranello, dalle Dott.sse Bucci e Galuppo del Laboratorio di Storia, Ambiente e Patrimonio dell’Università del Molise, dal Dott. Piernicola Di Iorio, Dottorando di Ricerca dell’Università del Molise, dal Prof. Roberto Parisi, Vice Presidente dell’Associazione Italiana per il Patrimonio Industriale, dalla Prof.ssa Ilaria Zilli, Direttrice del Centro di Cultura dell’Università del Molise. Chiuderanno i lavori, l’Assessore allo Sviluppo Rurale ed alla Tutela dell’Ambiente, Vittorino Facciolla, il Vice Direttore del Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti dell’Università del Molise, Prof. Antonio De Cristofaro, ed il nuovo Segretario Regionale del MIBACT per il Molise, il Dott. Leandro Ventura.

Amministrative 2016. Macchia Valfortore, liste e candidati

Sfida a due a Macchia Valfortore per le elezioni comunali di giugno.

 

LEONARDO BUONSIGNORE – Macchia è viva

Nicola Carozza
Salvatore Carozza
Francesco Cifelli
Francesca Durante
Vincenzo Iosue
Massimo Mastrogiorgio
Domenico Antonio Muccigrosso
Giuseppe Testa

 

ANTONIO CAROZZA – Interesse comune

Nicola Albanese
Giuseppe Antonio Berardinelli
Massimo Ambrosino
Stefano Cifelli
Salvatore Cutillo
Antonio D’Elia
Francesco Giovanni Di Iorio
Antonio Gallucci
Gianfranco Paolucci
Maria Rosaria Mignogna

Amministrative 2016 in Molise – I comuni al voto: liste e candidati

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI CAMPOBASSO

baranello stemma

Baranello

bojano stemma

Bojano

campochiaro stemma

Campochiaro

Civitacampomarano-Stemma

Civitacampomarano

guardiaregia stemma

Guardiaregia

matrice stemma

Matrice

molise stemma comune

Molise

morrone del sannio stemma

Morrone

portocannone stemma

Portocannone

San Biase stemma

San Biase

san massimo stemma

S. Massimo

sepino stemma

Sepino

ururi stemma

Ururi

macchiavalfortore stemma

Macchia Valfortore

san giacomo degli schiavoni stemma

S. Giacomo degli schiavoni

speciale amministrative 2016

[banner size=”468X60″]

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI ISERNIA

stemma-di-Agnone

Agnone

cantalupo stemma

Cantalupo

capracotta stemma

Capracotta

carpinone-stemma

Carpinone

chiauci stemma

Chiauci

stemma isernia

Isernia

conca casale stemma

Conca Casale

pesche stemma

Pesche

pescolanciano stemma

Pescolanciano

pizzone stemma

Pizzone

stemma-forli-del-sannio

Forlì

stemma-roccamandolfi

Roccamandolfi

Acquaviva_d'Isernia-Stemma

Acquaviva d’Isernia

colli a volturno stemma

Colli a Volturno

bagnoli del trigno stemma

Bagnoli del Trigno

Castel_San_Vincenzo-Stemma

Castel S. Vincenzo

comune di san pietro avellana

S. Pietro Avellana

stemma-santa-maria-del-molise

S. Maria del Molise