Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

‘Il cinghiale, questo sconosciuto’. Giornata di studio in un convegno-seminario con esperti del settore

Sullo spinoso ed attuale argomento della caccia al cinghiale la Provincia di Isernia lo fa in modo originale. Al Convegno-seminario “ Il Cinghiale, questo sconosciuto “, deciso e voluto dal Presidente Coia, impegnatosi in una conferenza di servizio tenutasi alla fine di febbraio in Provincia ad affrontare in maniera più compiuta e condivisa possibile l’intera materia, si sono confrontati sul tema tutti gli attori del territorio. Dopo i saluti del primo cittadino Dr. Lino Gentile l’apertura dei lavori da parte del Presidente della Provincia sulla opportunità di affrontare proprio a Castel del Giudice il tema così attuale della caccia e della possibilità di crescita delle aree interne. Ottime le relazioni degli studiosi dell’ISPRA ( Prof. Barbara Franzetti ), della Regione Lazio ( Dr. Andrea Monaco ) e del Servizio Veterinario dell’ASREM ( Dr. Antonio Liberatore ) , del Dr. Gaspare Tocci del Servizio Ambiente della Regione Molise, del neo eletto presidente dell’ATC di Isernia Dr. Guerino Capaldi, che hanno fornito dati e suggerimenti utili al contenimento della fauna selvatica nelle nostre zone. Il dibattito è stato coordinato dal Consigliere regionale delegato alla Caccia Cristiano Di Pietro, che ha preannunciato la prossima emanazione del Piano Faunistico Venatorio regionale e interventi mirati a contenere il fenomeno della massiccia presenza del cinghiale che procura ogni anno danni per oltre 500.000 € ad agricoltori, automobilisti e territorio .Si sono poi succeduti gli interventi del Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo,Lazio e Molise ( Dr. Antonio Carrara ), del comandante del corpo forestale (Dr. Luciano Sammarone ), dei rappresentanti di Arci Caccia e Federcaccia, i rappresentanti regionali di Coldiretti e Confederazione italiana agricoltori, dell’Istituto Zooprofilattico dell’Abruzzo e Molise, in sostanza del mondo che ruota intorno al mondo della caccia e soffre della eccessiva presenza di questo animale selvatico. Presente anche il Presidente ANCI Molise Avv. Pompilio Sciulli a testimonianza dell’impatto del fenomeno nelle nostre comunità. Le conclusioni affidate all’On.le Laura Venittelli, componente commissione agricoltura della Camera che ha aggiornato l’uditorio sui provvedimenti nazionali in materia in gestazione in Parlamento.
In conclusione una positiva ed utile giornata di studio per risolvere alla radice il problema del sovraffollamento dei cinghiali, discusso tra tutti gli attori del territorio, impegnando, ognuno per le proprie competenze a mettere in campo le azioni necessarie che partono da un censimento attuale del fenomeno, alla necessaria verifica delle misure sanitarie dei capi abbattuti, al monitoraggio del ripopolamento, alla caccia selettiva, alla commercializzazione e certificazione della carne di cinghiale. Attualmente si stimano almeno 2500 capi abbattuti annualmente in Provincia. Ne vengono denunciati solo l’11 % e di questi solo il 20 % si attiene alle procedure sanitarie per l’accertamento dello stato di salute della specie. Un fenomeno quindi complesso che però può essere affrontato e gestito solo con una forte governance che veda protagonisti tutti gli attori presenti a Castel del Giudice, attraverso un piano mirato di contenimento.

Bianco risveglio per il Molise, le previsioni meteo: ‘Continuerà a nevicare’. Ecco le scuole chiuse domani

neve 2016 2 (4)Un bianco risveglio per il Molise quello di questa mattina, domenica 17 gennaio, dopo che per giorni gli esperti meteo avevano annunciato imminenti nevicate. Circa 20 centimetri hanno coperto Campobasso e dintorni, l’area matesina, della Valle del Tammaro, del Molise centrale, del Fortore, dell’isernino, dell’alto Molise e delle zone circostanti.
Mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro per garantire la viabilità che ha subito lievi rallentamenti. Si raccomanda precauzione e molta attenzione alla guida.
Le previsioni meteo annunciano ulteriori nevicate almeno nelle prossime 24 ore con la coltre bianca che potrebbe arrivare anche a 50 centimetri. Dando uno sguardo alle temperature, nel campobassano il termometro segnerà tra i -1 e i -10 gradi. Più caldo nell’isernino dove la colonnina di mercurio oscilla tra i 2 e i -10 gradi. Leggere spolverate anche in basso Molise ma le temperature restano “alte”, tra i 3 e gli 8 gradi.
Intanto giungono le prime comunicazioni ufficiali da parte dei comuni che per la giornata di domani, lunedì 18 gennaio, hanno disposto la chiusura delle scuole. Di seguito l’elenco (in fase di aggiornamento):

Acquaviva Collecroce
Agnone
Bagnoli del Trigno
Baranello
Belmonte del Sannio
Bonefro
Busso (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Carovilli
Campobasso
Campodipietra
Campolieto
Capracotta
Carovilli
Casacalenda
Castellino del Biferno
Castelmauro
Castropignano
Cercemaggiore
Cercepiccola
Civitanova del Sannio
Colletorto
Ferrazzano
Fossalto
Frosolone
Gambatesa
Gildone
Guardiaregia
Jelsi
Larino
Limosano
Macchiagodena
Macchia Valfortore
Mafalda (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Matrice
Mirabello Sannitico
Miranda
Monacilioni
Montagano
Montecilfone
Montefalcone nel Sannio
Montenero di Bisaccia
Montorio nei Frentani
Morrone del Sannio
Oratino
Palata
Petrella Tifernina
Poggio Sannita
Riccia
Ripalimosani
Ripabottoni
Roccavivara
Rotello
Salcito
San Felice del Molise
San Giuliano del Sannio
San Giuliano di Puglia
Sant’Elia a Pianisi
Santa Croce di Magliano
Sepino
Spinete
Tavenna
Torella del Sannio
Toro
Trivento
Tufara
Ururi
Vastogirardi
Vinchiaturo

Sospese anche tutte le attività didattiche nelle sedi universitarie di Campobasso, Pesche e Termoli.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 19 gennaio, salvo eventuali ulteriori necessità in relazione alle condizioni climatiche. Sarà data tempestiva comunicazione, anche a seguito delle attività di verifica in merito ad eventuali danni subiti dagli edifici in relazione alle scosse sismiche registrate nei giorni scorsi. Sarà pertanto consentito l’accesso alle strutture dell’università (sedi di Campobasso, Pesche e Termoli) soltanto al personale docente e tecnico-amministrativo.

GALLERIA FOTOGRAFICA (La foto in evidenza in copertina è tratta da Facebook – Paolo D’Errico)

Egam, sedici sindaci dicono ‘no’: presentati i ricorsi al Tar

Tar MoliseIn sedici si sono allineati all’appello del sindaco di Campodipietra Giuseppe Notartomaso di impugnare la delibera della giunta regionale che questa estate ha istituito l’Egam per la gestione del servizio idrico integrato: oltre a Campodipietra, quindi, hanno presentato ricorso al Tar Molise i Comuni di San Polo Matese, Campochiaro, Busso, Sepino, Montefalcone del Sannio, Guardiaregia, Cantalupo del Sannio, Bonefro, Roccamandolfi, Sant’Agapito, Castelpizzuto, Belmonte del Sannio, Acquaviva d’Isernia, Pescolanciano e Civitanova del Sannio. I primi cittadini, affidandosi agli avvocati Giuseppe Ruta e Massimo Romano, contestano principalmente un aspetto formale e uno sostanziale dell’intera vicenda. Il primo riguarda la delibera che, secondo i sindaci, non era di competenza della giunta bensì del Consiglio regionale, perciò quella esistente sarebbe illegittima. Il secondo, invece, riguarda l’istituzione in sé di un altro ente a partecipazione pubblica, invece del totale trasferimento delle funzioni del servizio idrico integrato alla già esistente Molise Acque, con una conseguente ridefinizione dei costi a carico dei Comuni e il rischio per il futuro di una privatizzazione del servizio derivante dalla necessità per un Comune di vendere le quote di partecipazione ad un privato per gestire nuova liquidità fuori dal Patto di Stabilità.

Calendari eventi estivi 2015 in Molise

Torna l’estate, tornano i tanto attesi calendari degli eventi estivi anche nei comuni molisani. Inviaci il calendario eventi del tuo paese e tutti gli eventi che vuoi all’indirizzo email molisetabloid@gmail.com!!! Li pubblicheremo in questa pagina. Per restare sempre aggiornato sugli eventi quotidiani ricorda di consultare il nostro calendario posizionato sul lato destro della nostra home page (visibile anche QUI), sempre aggiornato, sempre ricco di appuntamenti e informazioni!

Dagli Incognito a Bollani fino ai Nomadi, Gazzè, Sud Sound System e James Senese. Ecco i grandi nomi dei concerti dell’estate molisana!
‘Festival Eddie Lang’ e ‘Blues on the beach’

EVENTI ESTIVI CAMPOBASSO
Estate vinchiaturese

campitello estate 2015

sagra mozzarella monteverde

A5 Fronte con correzioni piccolo

estate sepino 2015

jazz in campo

vivi baranello_2015_definitivo_light2

estate cercese 2015

festa delle contrade cercemaggiore

eventi estivi forche caudine

petrella d'estate

estate oasi 2015

notte bianca vinchiaturo 2015

calendarioricciavive

eventi frosolone1

eventi frosolone 2

eventi-trivento 2015

santa cristina prorgamma

Stampa

estate capracottese

calendario feste sant angelo limosano

Manifesto Riviviamo il Tratturo

notte al borgo montenero

estate pietracupa 2015

Programma completo agosto bojano 2015

calendario feste san giuliano del sannio

Atletica: Trofeo Marconi Group Castelpizzuto, trionfo di Ivan Di Mario e Arianna Di Pardo

Svolto il Trofeo Marconi Group di Castelpizzuto di atletica. 87 gli arrivi, tesserati con un po’ tutte le società molisane e non solo. A tagliare per primo il traguardo di questa insidiosissima tappa del Circuito CorriMolise Ivan Di Mario, Polisportiva Molise, col crono di 35.12, alle sue spalle Mirko D’Andrea, Nuova Atletica Isernia e terzo assoluto Nicola Volpacchio, Podistica Avis Campobasso.
In campo femminile, gradino più alto per Arianna Di Pardo, che termina i 9,8 km previsti dal regolamento in 46’14”. A brillare una volta ancora Candida Pascale e Stefania Di Lisa, entrambe tesserate con la Runners Termoli, rispettivamente seconda e terza assoluta con i tempi di 50.47 e 51.34. In cima alla speciale classifica riservata alle società l’Atletica Molise Amatori, seguita dalla Podistica Avis Campobasso e dalla Promosport Borgo Molisano. Davvero dura questa quinta tappa che ha visto gli atleti impegnati su di un tracciato interrante asfaltato, ma dall’altimetria oltremodo complessa. (seitorri.it)

Paperoni molisani. A Ferrazzano i cittadini più ricchi della regione, San Giacomo e Pesche paesi più ‘giovani’. Castelbottaccio comune più ‘vecchio’

“Il deposito di Paper de Paperoni si trova a Ferrazzano”. Anzi è Ferrazzano. O, meglio ancora, nel piccolo comune molisano risiedono diversi paperoni che portano al centro abitato il titolo di “comune più ricco del Molise”.

Lo rivelano i dati diffusi dal Dipartimento per le politiche fiscali del Ministero dell’Economia in merito alle dichiarazioni dei redditi dello scorso anno, riferite all’anno fiscale 2013.

Oltre 20.000 euro annui dichiarati dai singoli cittadini di Ferrazzano, seguono i circa 19.000 di Campobasso, i 18.100 di Isernia, i 17.617 di Pesche, i 17.168 di Termoli, i 16.296 di Pescopennataro, i 16.269 di Venafro, i 16.153 di Oratino, i 15.498 di San Giacomo degli Schiavoni, i 15.453 di Monteroduni, 15.420 di Agnone e i 15.018 di Larino.

Tavenna, Acquaviva Collecroce, Castelmauro, San Biase, Castelbottaccio, Morrone e Ripabottoni si piazzano di poco sotto i 10.000 euro dichiarati.

Poco più in basso San Biase, Limosano e Provvidenti a circa 9.000 Euro.

A metà classifica (intorno ai 14.000 euro) si piazzano Bojano, Capracotta, Vinchiaturo, Sesto Campano e Pozzilli.

Seguono tra 10.000 e 13.000 Petacciato, Campomarino, Guglionesi, Montenero di Bisaccia, Riccia, Trivento, Frosolone, Santa Croce di Magliano, San Martino in Pensilis, Cercemaggiore.

Ciononostante il reddito medio del Molise risulta essere uno dei più bassi d’Italia, a quota 14.607 euro.

Preso in esame anche il dato relativo ai pensionati: i paesi piu ‘vecchi’ risultano essere Castelbottaccio, San Biase e Civitacampomarano. Al top dei paesi più ‘giovani’ San Giacomo degli Schiavoni e Pesche.

Terremoto di magnitudo 2.2 registrato nel cuore della provincia di Isernia

Un terremoto di magnitudo 2.2 è avvenuto alle ore 02:00 di ieri, domenica 26 ottobre, ed ha interessato ila provincia di Isernia. Il sisma è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV nel distretto del Sannio. Di seguito i comuni molisani che hanno percepito il tremore.

ACQUAVIVA D’ISERNIA, CAROVILLI, FORLI’ DEL SANNIO, FORNELLI, ISERNIA, MIRANDA, PESCHE, PETTORANELLO DEL MOLISE, ROCCASICURA, CAPRACOTTA, CARPINONE, CASTELPETROSO, CASTELPIZZUTO, CASTEL SAN VINCENZO, CERRO AL VOLTURNO, CHIAUCI, CIVITANOVA DEL SANNIO, COLLI A VOLTURNO , FILIGNANO, LONGANO, MACCHIA D’ISERNIA, MONTAQUILA, MONTENERO VAL COCCHIARA, MONTERODUNI, PESCOLANCIANO, PIETRABBONDANTE, PIZZONE, RIONERO SANNITICO, ROCCHETTA A VOLTURNO, SAN PIETRO AVELLANA, SANT’AGAPITO, SANTA MARIA DEL MOLISE, SCAPOLI, SESSANO DEL MOLISE, VASTOGIRARDI.

Eventi atmosferici del 2003. Ciocca: ‘Firmato l’accordo di Programma quadro. Cinquantasei interventi per oltre 20 milioni di euro’

“Eventi atmosferici del 2003: firmato l’accordo di Programma quadro. Cinquantasei interventi per oltre 20 milioni di euro.
Nei giorni scorsi è stato firmato – e quindi validato – l’Apq “Danni alluvionali OPCM 3268/2003” a valere sulle risorse assegnate dalla delibera Cipe n.62 del 2011”. A dichiararlo è il consigliere regionale Salvatore Ciocca.

“La “certificazione” consente di dare il via libera alla fase esecutiva che riguarderà 56 interventi di cui 54 cantierabili e 2 “non cantierabili”.

Il valore complessivo degli interventi inseriti nell’Accordo di Programma quadro è pari ad euro 18.223.067,10, di cui 15 milioni 386mila 133,62 euro di risorse FSC (delibera CIPE n. 62/2011) e 2 milioni 836mila 933,48 euro di altre risorse (regionali e cofinanziamento Enti attuatori).

I Comuni interessati sono Agnone, Bonefro, Carovilli, Carpinone, Castelmauro, Castelpizzuto, Cercemaggiore, Cerro al Volturno, Conca Casale, Frosolone, Larino, Macchia d’Isernia, Matrice, Morrone del Sannio, Rionero Sannitico, Salcito, Santa Croce di Magliano e San Pietro Avellana. Nell’elenco anche i Consorzi di Bonifica Trigno Biferno, Integrale Larinese e quello della Piana di Venafro.

Gli interventi riguardano principalmente la messa in sicurezza del territorio e delle infrastrutture per importi compresi tra i 70mila euro e gli 800mila euro.

Grazie al professionale ed efficace lavoro di squadra che ha coinvolto le strutture regionali e l’Arpc e all’attenta fase di riordino e verifica che ha preceduto la firma dell’Accordo di Programma Quadro, siamo riusciti a sbloccare un iter fermo da troppo tempo.

Comuni e Consorzi quindi potranno dare il via alle procedure per gli appalti, che – a loro volta – creeranno nuove occasioni di impiego con evidenti ricadute positive per i territori e la popolazione”.

Amministrative in Molise. Tutti i dati sulle elezioni. Nicola Lino Gentile, a Castel del Giudice, è il primo sindaco eletto. Margherita Brunetti a Castropignano primo sindaco donna

Ore 22.22: E a chiudere l’elenco di comuni molisani andati al voto è Colle d’Anchise dove ad essere eletto sindaco è Carletto Di Paola (Con voi per Colle d’Anchise 302 voti, 50,33%). Seguono Spina Rodolfo (Vivere Colle d’Anchise 295 voti, 49,16%), Annalisa Paci (Uniti per Colle d’Anchise 2 voti 0,33%) e Andrea Varone (Vivere Insieme 1 voto, 0,16%).
Elettori: 869 – Votanti: 607 (69,85 %)
Totale voti candidati sindaco 600
Schede bianche 5 0,82 %
Schede nulle 2 0,32 %
Schede contestate e non assegnate – –

simone spadanuda

Simone Spadanuda, sindaco di Tavenna

ore 20.25: Brillante risultato per il giovane Simone Spadanuda, già presidete Avis del suo paese, che da oggi indosserà anche la fascia tricolore di Tavenna. Una vittoria avvenuta per appena 21 voti ma che rappresenta un ottimo traguardo per la lista Tavenna nel Cuore (289voti, 51,88%). L’altro gruppo, “Liberi di Scegliere” con Leonardo del Gesso ha ottenuto 268 voti (48,11%). Zeppa di messaggi di congratulazioni la pagina facebook del neo sindaco.
Elettori: 1.058 – Votanti: 578 (54,63 %)
Totale voti candidati sindaco 557
Schede bianche 5 0,86 %
Schede nulle 16 2,76 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 20.14: E’ appena terminato lo spoglio delle schede elettorali a Rocchetta a Volturno, ultimo comune della provincia di Isernia che mancava all’appello per la Provincia di Isernia. Vince la lista “Crescere Insieme” con Teodoro Santilli sindaco (542 voti, 73,14%). Seguono Lorenzo Fattore (Avanti 191 voti, 25,77%) e Luigi Pontarelli (Rocchetta 8 voti, 1,07%).
Elettori: 1.081 – Votanti: 755 (69,84 %)
Totale voti candidati sindaco 741
Schede bianche 8 1,05 %
Schede nulle 6 0,79 %
Schede contestate e non assegnate – –

camilleri

Gianfranco Cammilleri, sindaco di Campomarino

Ore 20.05: A Campomarino si riconferma sindaco Gianfranco Cammilleri con la lista “Noi Campomarino” che ottiene 2.060 preferenze (46,28%) contro le 1.840 (41,33%) di “Riprendiamo il Percorso” con Marcello catena, e le 551 (12,37%) di “Cambia Campomarino” con Cordisco Vincenzo. Tantissimi i messaggi di apprezzamento e di congratulazioni sulla pagina facebook del sindaco Cammilleri.
Elettori: 6.400 – Votanti: 4.640 (72,50 %)
Totale voti candidati sindaco 4.451
Schede bianche 52 1,12 %
Schede nulle 137 2,95 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 19.58: Vittoria al photo-finish a Ripalimosani per la lista “Ripartiamo” con Michele Di Bartolomeo ad aggiudicarsi la fascia tricolore (1.022 voti, 51,95%). Segue a ruota Giuseppe Di Nobile (Ripa 945 voti, 48,04%).
Elettori: 3.388 – Votanti: 2.022 (59,68 %)
Totale voti candidati sindaco 1.967
Schede bianche 21 1,03 %
Schede nulle 34 1,68 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 19.54: Remo Di Ianni (Finalmente Cerro 665 voti, 67,30%) vince la competizione elettorale a Cerro a Volturno battendo Elsa Ialongo (Uniti per Cerro 323 voti, 32,69%).
Elettori: 1.251 – Votanti: 1.023
Totale voti candidati sindaco 988
Schede bianche 10 0,97 %
Schede nulle 24 2,34 %
Schede contestate e non assegnate 1 0,09 %

ore 19.49: Franco Pallotta indossa la fascia tricolore del Comune di Montecilfone (lista Montecilfone nel Cuore 520 voti, 51,38%). Segue il Movimento Civico con Matteo Gissi (492 voti, 48,61%).
Elettori: 2.121 – Votanti: 1.039 (48,98 %)
Totale voti candidati sindaco 1.012
Schede bianche 10 0,96 %
Schede nulle 17 1,63 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 19.45: Terminato il conteggio delle schede anche a Gildone. Eletto sindaco Nicola Vecchiullo (Democrazia e Trasparenza 530 voti, 93,14%) che supera nettamente gli altri candidati Francesco Giuseppe Di Lillo (Collaboriamo per ripartire 37 voti, 6,50%) e Nicola Barbiero (Libero di Volare 2 voti, 0,35%).
Elettori: 1.715 – Votanti: 597 (34,81 %)
Totale voti candidati sindaco 569
Schede bianche 9 1,50 %
Schede nulle 19 3,18 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 19.31: Vittoria assoluta a Ferrazzano per Antonio Cerio con la lista “Identità e Futuro” (1.330 voti, 63,03%) che ottiene quasi il doppio delle preferenze espresse invece per la lista della candidata avv. Maria Assunta Baranello (Buongiorno Ferrazzano 780 voti, 36,96%).
Elettori: 3.053 – Votanti: 2.185 (71,56 %)
Totale voti candidati sindaco 2.110
Schede bianche 32 1,46 %
Schede nulle 43 1,96 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 19.19: Donato Pozzuto trionfa a Tufara (Guardiamo avanti 407 voti, 54,92%) contro Mario Lupo (Progresso Riconciliazione 334 voti, 45,07%).
Elettori: 1.274 – Votanti: 753 (59,10 %)
Totale voti candidati sindaco 741
Schede bianche 5 0,66 %
Schede nulle 7 0,92 %
Schede contestate e non assegnate – –

luciano di biase

Luciano di Biase, sindaco di Mirabello Sannitico

Ore 19.07: Luciano Di Biase riconfermato sindaco di Mirabello Sannitico. Il primo cittadino, ricandidatosi con la lista Insieme per Mirabello ha ottenuto 762 voti (51,41%) contro i 720 (48,58%) dell’altro candidato, Antonio Lembo con la lista Ripartiamo Insieme.
Elettori: 2.388 – Votanti: 1.521 (63,69 %)
Totale voti candidati sindaco 1.482
Schede bianche 12 0,78 %
Schede nulle 27 1,77 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 18.57: Solo 20 voti di scarto (643 e 50,78% vs 623 e 49,21%) a Sant’Elia a Pianisi dove alla guida del Comune ci sarà il capolista di Fare Comune, Stefano Martino. Esce sconfitta dalla competizione elettorale la lista di Maria Saveria Reale “Partecipazione e Rinnovamento”.
Elettori: 2.512 – Votanti: 1.307 (52,03 %)
Totale voti candidati sindaco 1.266
Schede bianche 17 1,30 %
Schede nulle 24 1,83 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 18.56: E’ Daniel Colaianni ad agguantare la vittoria nella competizione elettorale a Miranda. Il candidato sindaco con la lista “Alternativa” ottiene 407 preferenze (52,17%) contro le 373 (47,82%) di Gaetano Marucci (La chiave del futuro)
Elettori: 1.123 – Votanti: 790 (70,34 %)
Totale voti candidati sindaco 780
Schede bianche 2 0,25 %
Schede nulle 8 1,01 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.49: A San Martino in Pensilis vincitore della tornata elettorale è la lista “Unione per San Martino” con Massimo Caravatta sindaco (1.610 voti, 50,35%). Seguono San Martino Libera con Giovanni Di Matteo (895 voti, 27,99%) e Democratici per San Martino in Pensilis con Antonio Zio (692 voti, 21,64%).
Elettori: 4.607 – Votanti: 3.271 (71,00 %)
Totale voti candidati sindaco 3.197
Schede bianche 34 1,03 %
Schede nulle 40 1,22 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.49: Nicola Giovanni Manocchio indossa la fascia tricolore a Fossalto. Il candidato sindaco della lista “Per il futuro di Fossalto” ottiene 513 preferenze (51,66%) contro le 480 (48,33%) del secondo candidato per la lista “Insieme per Crescere”, Nicola Cornacchione.
Elettori: 1.798 – Votanti: 1.042 (57,95 %)
Totale voti candidati sindaco 993
Schede bianche 19 1,82 %
Schede nulle 29 2,78 %
Schede contestate e non assegnate 1 0,09 %

fanelli al voto

Micaela Fanelli, sindaco di Riccia

Ore 18.43: Trionfo assoluto per Micaela Fanelli che, con la lista “Insieme per Riccia” si riconferma sindaco di Riccia (2.886 voti, 89,93%). Segue il gruppo civico di Carmina Mancini con 323 voti (10,06%).
Elettori: 5.667 – Votanti: 3.463 (61,10 %)
Totale voti candidati sindaco 3.209
Schede bianche 114 3,29 %
Schede nulle 140 4,04 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 18.28: A Fornelli vince Giovanni Tedeschi della lista Crescere Liberi (963 voti, 65,24%). Il neo sindaco trionfa su Immacolata Petrarca (Fornelli di Tutti 509 voti, 34,48%) e su Vincenzo Tiseo (Fornelli nel cuore 4 voti, 0,27%).
Elettori: 1.973 – Votanti: 1.498 (75,92 %)
Totale voti candidati sindaco 1.476
Schede bianche 15 1,00 %
Schede nulle 7 0,46 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.26: Giuseppe Di Pilla, lista “Progettiamo Insieme il nostro futuro” vince le amministrative di San’Agapito (671 voti, 65,97%). Questi i dati dell’altro candidato: Valletta Alessando (A testa alta 346 voti, 34,02%).
Elettori: 1.575 – Votanti: 1.041 (66,09 %)
Totale voti candidati sindaco 1.017
Schede bianche 11 1,05 %
Schede nulle 13 1,24 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.22: A Longano la spunta Antonio Ditri (Uniti per Longano 345 voti, 62,72%). Seguono Antonio Gatta (Ripartire insieme 149 voti, 27,09%), Angelo Monaco (Unione di Centro 55 voti, 10,00%), Andrea Esposito (L’Alternativa 1 voto, 0,18%) e Simone Franco (Fuori Tutti).
Elettori: 1.253 – Votanti: 565 (45,09 %)
Totale voti candidati sindaco 550
Schede bianche 4 0,70 %
Schede nulle 11 1,94 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.19: A Rionero Sannitico stringe la fascia da sindaco Tonino Minichiello (Uniti per Rionero 407 voti, 54,77%). Segue Fioritto Giuseppe (Proposta per Rionero 336 voti, 45,22%).
Elettori: 1.582 – Votanti: 794 (50,18 %)
Totale voti candidati sindaco 743
Schede bianche 18 2,26 %
Schede nulle 33 4,15 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.18: Custode Russo (Progetto Paese 904 voti, 55,83%) Sindaco di Monteroduni. Vince su Michele Biello (Il Cuore 715 voti, 44,16%).
Elettori: 2.153 – Votanti: 1.643 (76,31 %)
Totale voti candidati sindaco 1.619
Schede bianche 11 0,66 %
Schede nulle 13 0,79 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.05: Vittoria sudata per Tesone Giovanni che, al termine di uno scrutinio ricco di colpi di scena, è stato eletto sindaco di Pietrabbondante (Lista Sorgente 302 voti, 51,01%). Pochi voti di distacco dall’altro candidato, Florindo Zarlenga (L’alba dopo il tramonto) che conquista 290 voti (48,98%).
Elettori: 1.277 – Votanti: 614 (48,08 %)
Totale voti candidati sindaco 592
Schede bianche 8 1,30 %
Schede nulle 14 2,28 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.03: Terminate le fasi di scrutinio a Vastogirardi. Proclamato vincitore Andrea Di Lucente (Insieme per Vastogirardi – Panorama 373 voti, 73,57%). Di Lucente supera l’altro candidato Giovanni di Vico (Insieme per Vastogirardi – Sei pennellate di Colori 134 voti, 26,42%).
Elettori: 879 – Votanti: 523 (59,49 %)
Totale voti candidati sindaco 507
Schede bianche 5 0,95 %
Schede nulle 11 2,10 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 18.03: Amministrazione “rosa” anche a Gambatesa dove a trionfare è Genovese Carmelina con la lista Gambatesa Partecipa (608 voti, 58,68%)
Il neo sindaco vince contro l’altro candidato, Pasquale Abiuso (Gambatesa nel Cuore 428 voti, 41,31%).
Elettori: 1.924 – Votanti: 1.072 (55,71 %)
Totale voti candidati sindaco 1.036
Schede bianche 17 1,58 %
Schede nulle 19 1,77 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 18.02: Definitivo il dato di Santa Croce di Magliano. Eletto sindaco Donato D’Ambrosio (Patto Democratico 938 voti, 32,59%). Seguono Giovanni Gianfelice (Santa Croce nel Cuore 856 voti, 29,74%), Vincenzo Rosati (Forti & Liberi 684 voti, 23,76%) e Antonio Petruccelli (Santa Croce Cosmopolita 400 voti, 13,89%).
Elettori: 4.407 – Votanti: 3.008 (68,25 %)
Totale voti candidati sindaco 2.878
Schede bianche 30 0,99 %
Schede nulle 100 3,32 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.54: Netta vittoria a Trivento per Domenico Santorelli (Un paese in Comune 2.433 voti, 80,32%) che ottiene la fascia tricolore con un evidente scarto sul secondo candidato Tullio Farina (Trivento che Vorrei 596 voti, 19,67%).
Elettori: 4.725 – Votanti: 3.129 (66,22 %)
Totale voti candidati sindaco 3.029
Schede bianche 42 1,34 %
Schede nulle 58 1,85 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.48: Vincenza Testa (Fare Comune) trionfa a Cercemaggiore (910 voti, 34,28%). Seguono Francesco Petraroia (Unione per Cercemaggiore 664 voti, 25,01%), Tiziana D’Amico (Alta Quota 405 voti, 15,25%), Antonio Rocco (Idee e Trasparenza 387 voti, 14,58%) e Alfonso Testa (Azione Sociale 288 voti, 10,85%).
Elettori: 4.298 – Votanti: 2.731 (63,54 %)
Totale voti candidati sindaco 2.654
Schede bianche 36 1,31 %
Schede nulle 41 1,50 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.46: Ad Acquaviva Collecroce viene eletto primo cittadino Francesco Troilo (Za Kruc 254 voti, 52,58%). Seguono Antonio Mirco (Insieme per Acquaviva Collecroce 228 voti, 47,20%) e Berchicci Luigi (Uniti per Acquaviva Collecroce (1 voto, 0,20%).
Elettori: 1.150 – Votanti: 495 (43,04 %)
Totale voti candidati sindaco 483
Schede bianche 7 1,41 %
Schede nulle 5 1,01 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.45: Vittoria facile a Spinete per Andrea Romano, unico candidato con la lista Nuova Prospettiva (834 voti, 100,00%).
Elettori: 1.506 – Votanti: 896 (59,49 %)
Totale voti candidati sindaco 834
Schede bianche 47 5,24 %
Schede nulle 15 1,67 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.40: Riccioni Egidio (Insieme per Mafalda) è primo cittadino a Mafalda ottenendo 424 voti (49,82%) contro quelli delle due liste avversarie, rispettivamente “Cambiamo Mafalda” con Montano Emilio (356 voti, 41,83%) e “Progetto Mafalda” con Bruno Osvaldo (71 voti, 8,34%).
Elettori: 1.942 – Votanti: 886 (45,62 %)
Totale voti candidati sindaco 851
Schede bianche 26 2,93 %
Schede nulle 9 1,01 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 17.39: A Lucito conquista l’incarico di Primo Cittadino Fabiola De Marinis (in Ianniruberto) con la lista “Per Lucito che ha ottenuto 233 preferenze (47,45%). Seguono Galassi Giovanni (Rinnovamento 210 voti, 42,76%) e Giovanni Marasca (Solidarietà Nuova 48 voti, 9,77%).
Elettori: 936 – Votanti: 506 (54,05 %)
Totale voti candidati sindaco 491
Schede bianche 6 1,18 %
Schede nulle 9 1,77 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.34: Andrea Nini nuovo sindaco di Pettoranello del Molise (Pettoranello per la Pace 174 voti, 53,04%). Seguono Luciano Perna (Per il Progresso di Pettoranello 126 voti, 38,41%), Eugenio Procaccini (Liberi di Pensare 28 voti, 8,53%), Rocco Vizzaccarro (L’Alternativa) e Giovanni Miele (Fuori Tutti).
Elettori: 690 – Votanti: 333 (48,26 %)
Totale voti candidati sindaco 328
Schede bianche 1 0,30 %
Schede nulle 4 1,20 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.31: Giuseppe Notartommaso è sindaco a Campodipietra. Vince con la sua lista Fare Futuro (1.219 voti, 74,69%) contro Giovanni Barra (Unione e partecipazione 403 voti, 24,69%) e Nunzio Renzi (Il Campanile 10 voti, 0,61%).
Elettori: 2.476 – Votanti: 1.689 (68,21 %)
Totale voti candidati sindaco 1.632
Schede bianche 26 1,53 %
Schede nulle 31 1,83 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.30: Sentita competizione elettorale a Palata dove, come si ricorderà, nella giornata di ieri 25 maggio, durante le operazioni di voto, un 35enne è stato denunciato per aver fotografato la propria scheda (analogo fatto è accaduto a Termoli). A vincere le elezioni nel comune bassomolisano è la lista “Di Nuovo Insieme” con Michele Berchicci sindaco (433 voti, 36,50%). Seguono Antonio Staniscia (Uniti con i Cittadini 325 voti, 27,40%), Angelo Del Gesso (Il Coraggio di Cambiare 223 voti, 18,80%) e Paolo Di Lena (Passato Presente Futuro 205 voti, 17,28%).
Elettori: 2.245 – Votanti: 1.278 (56,92 %)
Totale voti candidati sindaco 1.186
Schede bianche 23 1,79 %
Schede nulle 69 5,39 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.29: La lista “Macchia che sarà” trionfa alle amministrative di Macchia d’Isernia. Fascia tricolore a Mario Domenico Stati (416 voti, 54,37%) che batte Nicolina Del Bianco (Macchia Domani 349 voti,45,62%).
Elettori: 976 – Votanti: 772 (79,09 %)
Totale voti candidati sindaco 765
Schede bianche – –
Schede nulle 6 0,77 %
Schede contestate e non assegnate 1 0,12 %

Ore 17.21: Giunge il dato definitivo da Monacilioni. Eletto sindaco il candidato della lista Crescere Insieme (252 voti, 61,91%), Michele Turro. Segue la lista “Concretezza e Serietà” (154 voti, 37,83%) con Giuseppe Vincenzo Gianrusso e, in coda, Cosimo Pedicini con la lista “Un Voto per Monacilioni” che ottiene un solo voto (0,24%).
Elettori: 902 – Votanti: 417 (46,23 %)
Totale voti candidati sindaco 407
Schede bianche 5 1,19 %
Schede nulle 5 1,19 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.18: Luigi Barbieri (Uniti per San Giuliano 403 voti, 68,18%) si riconferma sindaco di San Giuliano di Puglia. Arriva secondo Felice Antonio Cirinelli (Lista Comunale 188 voti, 31,81%).
Elettori: 1.212 – Votanti: 647 (53,38 %)
Totale voti candidati sindaco 591
Schede bianche 8 1,23 %
Schede nulle 48 7,41 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.18: Alessandro Amoroso è il nuovo sindaco di Petrella Tifernina. Il candidato della lista “Il Melograno” ha ottenuto 378 voti (42,37%) riuscendo a trionfare nella competizione elettorale contro Fulvio Di Lisio (Viviamo Petrella 350 voti, 39,23%) e Giorgio Prigionieri (Cambiamenti 164 voti, 18,38%).
Elettori: 1.699 – Votanti: 901 (53,03 %)
Totale voti candidati sindaco 892
Schede bianche 4 0,44 %
Schede nulle 5 0,55 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 17.18: A Montagano trionfa Pino Mariano (CondividiAmo Montagano 392 voti, 48,45%). Seguono Giuseppe Tullo (In Armonia 352 voti, 43,51%) e Loredana Zezza (Forza Montagano 65 voti, 8,03%).
Elettori: 1.417 – Votanti: 824 (58,15 %)
Totale voti candidati sindaco 809
Schede bianche 3 0,36 %
Schede nulle 12 1,45 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.13: Francesco Padula (Polo Civico il Lago 347voti, 55,43%) è sindaco di Pescolanciano. Seguono Mario Variano (Coloriamo il nostro futuro 275 voti, 43,92%) e Leone Christian (La nuova svolta 4 voti, 0,63%).
Elettori: 976 – Votanti: 648 (66,39 %)
Totale voti candidati sindaco 626
Schede bianche 13 2,00 %
Schede nulle 9 1,38 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.13: Borrelli Enrico (Uniti per Belmonte) stringe la fascia tricolore a Belmonte del Sannio (356 voti, 76,88%). Il neo eletto supera i diretti concorrenti Walter Paglione (La Torre, 85 voti 18,35%) e Luigi Senese (Belmonte domani 22 voti, 4,75%).
Elettori: 976 – Votanti: 501 (51,33 %)
Totale voti candidati sindaco 463
Schede bianche 10 1,99 %
Schede nulle 28 5,58 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.09: Mario Piunno sindaco di San Giovanni in Galdo (Uniti per Migliorare 246 voti, 61,96%). Segue Giancarlo del Vecchio (Progetto Comune 151 voti, 38,03%).
Elettori: 809 – Votanti: 409 (50,55 %)
Totale voti candidati sindaco 397
Schede bianche 2 0,48 %
Schede nulle 10 2,44 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 17.04: Erminia Mignelli conquista la fascia tricolore a Santa Maria del Molise (lista Ancora Insieme 243 voti, 51,48%). Vince sul concorrente Franco Narducci (Passione Comune 229 voti, 48,51%).
Elettori: 772 – Votanti: 478 (61,91 %)
Totale voti candidati sindaco 472
Schede bianche 1 0,20 %
Schede nulle 5 1,04 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.04: A Macchiagodena trionfa Felice Ciccone (Alternativa Civica 456 voti, 35,34%). Seguono Roberto Teodoro Carile (Uniti per ripartire 436 voti, 33,79%) e Alessandro Barile (Guardiamo al futuro 398 voti, 30,85%).
Elettori: 1.985 – Votanti: 1.337 (67,35 %)
Totale voti candidati sindaco 1.290
Schede bianche 28 2,09 %
Schede nulle 19 1,42 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.04: dati ufficiali anche da Carovilli dove a trionfare è Antonio Cinocca (Uniti per Carovilli 735, 77,44%) contro Guido Milanese (Cartina Provincia Isernia 214,22,55%). Dati a seguire:
Elettori: 1.633 – Votanti: 993 (60,80 %)
Totale voti candidati sindaco 949
Schede bianche 23 2,31 %
Schede nulle 21 2,11 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.01: A Rotello, Michele Perrotta (Insieme per rotello) trionfa su Michele Miniello (Progetto Comune). 460 voti (56,79%) contro 350 (43,20%).
Elettori: 1.605 – Votanti: 848 (52,83 %)
Totale voti candidati sindaco 810
Schede bianche 13 1,53 %
Schede nulle 25 2,94 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 17.00: Fabio D’Uva è il nuovo sindaco di Castelpetroso. Vince, a capo della lista “Trasparenza e Innovazione” con 733 voti (62,38%) contro le 442 preferenze (37,61%) della lista “Impegno per Castelpetroso” capeggiata dal candidato Angelo Armenti.
Elettori: 1.932 – Votanti: 1.196 (61,90 %)
Totale voti candidati sindaco 1.175
Schede bianche 9 0,75 %
Schede nulle 12 1,00 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 16.59: A Casacalenda vince Michele Antonio Giambarba (Bene Comune Casacalenda 1.043, 72,38%) contro Marco Gagliardi (Progetto Casacalenda 398, 27,61%).
Elettori: 3.214 – Votanti: 1.476 (45,92 %)
Totale voti candidati sindaco 1.441
Schede bianche 15 1,01 %
Schede nulle 19 1,28 %
Schede contestate e non assegnate 1 0,06 %

angelo sticca sindaco

Angelo Sticca, sindaco di Castelmauro

ore 16.57: William Ciarallo è sindaco a Sant’Angelo Limosano (Lista Vivere 143 voti, 51,25%). Seguono Pasqualino Greco (Unione democratica 135 voti 48,38%), Mauro Mannaioli (Molise per Sant’Angelo Limosano 1 voto, 0,35%), Vincenzo Pece (Verso un mondo migliore), Erminio Tofù (Nuova era per Sant’Angelo Limosano) e Giuseppe Palanza (Rinascimento per Sant’Angelo Limosano).
Elettori: 566 – Votanti: 283 (50,00 %)
Totale voti candidati sindaco 279
Schede bianche 2 0,70 %
Schede nulle 2 0,70 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 16.57: Filignano, Coia Lorenzo (per Filignano) eletto sindaco (252 voti, 52,94%). Seguono Pacitti Romeo (Nuova Filignano, 221 voti 46,42%), Massimiliano Iemma (L’Alternativa 2 voti, 0,42%) e Alessandro Corsi (Fuoritutti 1 voto, 0,21%).
Elettori: 1.322 – Votanti: 483 (36,53 %)
Totale voti candidati sindaco 476
Schede bianche 3 0,62 %
Schede nulle 4 0,82 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 16.57: Primo sindaco donna eletto a Castropignano. Si tratta di Margherita Brunetti della lista “Insieme per Castropignano” che ha ottenuto 541 preferenze (91,53%) contro le 50 (8,46%) dell’avversario Sciarra Giovanni della lista “Costruire il Futuro”.
Elettori: 1.321 – Votanti: 652 (49,35 %)
Totale voti candidati sindaco 591
Schede bianche 22 3,37 %
Schede nulle 39 5,98 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 16.57: Angelo Sticca (Castelmauro nel Cuore) si riconferma sindaco di Castelmauro ottenendo 602 voti (64,38%) contro i 333 (35,61%) della candidata Anna Turco per la lista “L’Alternativa”. Messaggi di auguri e congratulazioni sulla pagina facebook del sindaco Sticca. Ecco i dati:
Elettori: 2.696 – Votanti: 968 (35,90 %)
Totale voti candidati sindaco 935
Schede bianche 12 1,23 %
Schede nulle 21 2,16 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 16.51: Sparacino Renato è il nuovo sindaco di Scapoli. Il candidato della lista “Crescere Insieme” ottiene 263 preferenza (55,13%) contro i 214 voti (44,86%) del candidato del gruppo “Scapoli Unita e Libera”, Izzo Vito Livio. Schiacciante vittoria anche sulla terza lista in competizione, “Bane Comune” con Fagnani Emilio Antonio sindaco. Di seguito i dati elettorali relativi al comune di Scapoli:
Elettori: 900 – Votanti: 479 (53,22 %)
Totale voti candidati sindaco 477
Schede bianche – –
Schede nulle 2 0,41 %
Schede contestate e non assegnate – –

ore 16.38: Primo cittadino eletto anche a Castelverrino. In una competizione che ha visto cinque liste in gara (“Per Nuovi Orizzonti”, “Democrazia, Libertà, Onestà”, “Insieme per il Futuro”, “Fuori Tutti” e “Castelvrrino Unito”), proprio il candidato dell’ultimo gruppo citato, Antonio Pannunzio, è riuscito a conquistare con 62 voti (54,38%) l’ambito incarico. Di seguito i dati relativi al comune di Castelverrino:
Elettori: 175 – Votanti: 115 (65,71 %)
Totale voti candidati sindaco 114
Schede bianche – –
Schede nulle 1 0,86 %
Schede contestate e non assegnate – –

giovanni carena frosolone

Giovanni Cardegna, neo sindaco di Frosolone

ore 16.15: A Frosolone eletto sindaco Giovanni Cardegna della lista “Frosolone 2020”. La vittoria arriva sull’altro candidato, Russillo Filippo, della lista “Per Frosolone”. I vontanti sono stati 1981 di cui 1486 preferenze al neo eletto sindaco e 312 al suo avversario. 90 le schede bianche, 73 quelle nulle.

ore 15.24: A Pescopennataro stringe la fascia tricolore Pompilio Sciulli che, con la lista “Uniti con l’Abete” ottiene 156 preferenze (85,71%) contro le 26 (14,28%) dell’altro candidato Margiotta Vincenzo a capo della Lista “Amici di Pescopennataro”. Di seguito i dati relativi allo scrutinio:
Elettori: 401 – Votanti: 197 (49,12 %)
Totale voti candidati sindaco 182
Schede bianche 6 3,04 %
Schede nulle 9 4,56 %
Schede contestate e non assegnate – –

Ore 15.11: A Castel del Giudice di elegge il primo sindaco per le amministrative 2014 in Molise. Si tratta di Lino Nicola Gentile che con la lista civica “Paese Futuro” riesce a spuntarla sulla lista “Il mondo che vorrei” capeggiata dalla candidata Mosesso Angela. Sono 151 le preferenze espresso per il neo sindaco (76,26%) contro le 47 (23,73%) date all’altro aspirante alla fascia tricolore. Di seguito i dati relativi a Castel del Giudice:
Elettori: 389 – Votanti: 211 (54,24 %)
Totale voti candidati sindaco 198
Schede bianche 2 0,94 %
Schede nulle 11 5,21 %
Schede contestate e non assegnate – –