Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

ACCADDE OGGI: il 25/3/1915 nasce la Medaglia d’Oro al V.M Eugenio Frate

Il 25 marzo 1915 a Rionero Sannitico (Isernia) nasce Eugenio Frate, fante mitragliere del 48esimo Reggimento Fanteria, Medaglia d’Oro al Valor Militare, morto eroicamente il 14 novembre 1940 sul Fronte greco.
Riportiamo la motivazione della Medaglia d’Oro al Valor Militare: “Porta arma tiratore, sempre volontario in ogni azione rischiosa, sia dall’inizio di un cruento combattimento, riportava grave ferita alla spalla, si rifiutava di farsi medicare per non interrompere il fuoco centrato e micidiale della sua arma. Dopo piú ore di aspra lotta, nuovamente ferito, circondato da rilevanti forze, rimasto solo, continuava a battersi eroicamente rifiutando ad arrendersi fino a quando, colpito per la terza volta da numerose bombe a mano, si abbatteva sull’arma che non aveva voluto abbandonare. Già in precedenti azioni aveva messo in luce le più alte virtù guerriere, distinguendosi sempre per ardimento e sprezzo del pericolo. Kokli-Moni Susinu Kipitisti (Fonte greco), 14 novembre 1940”.
In suo onore è stata intitolata la Scuola Allievi Carabinieri di Campobasso. GiuPrio

Fonte: Medaglie d’Oro al Valor Militare del Molise – Istituto del Nastro Azzurro fra Decorati al V.M. – Federazione Regionale del Molise, Campobasso.

Calci e pugni ad un 28enne, individuati e denunciati due giovani. Al volante senza patente forza un posto di blocco, fermato dai Carabinieri

Primi servizi straordinari di controllo del territorio del 2017 sono stati predisposti dai Carabinieri in tutta la provincia di Isernia, al fine di contrastare ogni forma di criminalità e di illegalità. Ad agire pattuglie dei Nuclei Operativi e Radiomobile e delle Stazioni, appartenenti alle Compagnie Carabinieri di Isernia, Venafro ed Agnone, affiancate da personale del Nucleo Investigativo Provinciale. Dunque senza soluzione di continuità le attività che nelle ultimissime ore dell’anno appena concluso avevano portato all’arresto di una banda di quattro pregiudicati di origine slava, dedita a furti in abitazioni, al recupero di refurtiva di ingente valore, ed al sequestro di ulteriori 50 kg di materiali esplodenti, che hanno consentito così di togliere dal mercato illegale un quantitativo di oltre un quintale e mezzo di “botti killer”. Tra ieri e oggi invece, sulle principali arterie stradali del territorio pentro, sono stati controllati centoventi veicoli in transito, identificate centocinquanta persone tra conducenti e passeggeri, dodici le violazioni riscontrate in materia di codice della strada e tre le patenti di guida ritirate. Eseguiti inoltre accertamenti amministrativi e in materia igienico-sanitaria presso sette locali pubblici, di cui nei confronti del titolare di uno di essi, ubicato nella zona del venafrano, è stata applicata una sanzione amministrativa per aver abusato della diffusione di strumenti sonori oltre gli orari consentiti dalle Ordinanze Comunali. Dieci gli alcool test effettuati per accertare un’eventuale guida in stato di ebbrezza. A Rionero Sannitico una 25enne di Napoli è stata beccata dai militari della locale Stazione in possesso di un involucro contenente dosi di marijuana. La droga è finita sotto sequestro mentre la giovane donna dovrà rispondere di detenzione illegale di stupefacenti. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se le dosi erano per uso personale o se destinate all’attività di spaccio. Ad Isernia un 30enne della provincia di Teramo è stato invece denunciato dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile per inosservanza alla misura di prevenzione del divieto di ritorno nel capoluogo, cui era sottoposto per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. A Venafro i militari della locale Stazione hanno denunciato un 25enne ed un 26enne, entrambi del luogo, per il reato di lesioni personali, avendo aggredito, per futili motivi, con calci e pugni un 28enne anch’esso del posto. Infine ad Agnone un 30enne del luogo ha forzato un posto di blocco dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, tentando una improbabile fuga. Infatti pochi minuti dopo i Carabinieri hanno accertato che il 30enne era senza patente di guida, poiché revocata circa 10 anni fa, il veicolo era senza revisione e senza copertura assicurativa, e che lo stesso mezzo era di proprietà di un suo familiare, che dovrà a sua volta rispondere di incauto affidamento dell’auto, che è finita sotto sequestro.

Comunità forestali e della pastorizia, idee di sviluppo: convegno a Rionero Sannitico

Martedì 27 dicembre alle ore 17 e 30 nella Sala Parrocchiale di San Bartolomeo a Rionero Sannitico è in programma il convegno “Comunità forestali e della pastorizia, la secolare tradizione alla base dello sviluppo sostenibile del territorio”. Questo il programma:

Introduce: Luca Di Franco, assessore all’Ambiente
Saluti: Tonino Minichiello, sindaco
Interventi: dott. Ludovico Frate, “Il bosco: gestirlo per valorizzarlo, tutelarlo e apprezzarlo”; dott.ssa Nicolina Del Bianco, dirigente Assessorato Agricoltura Regione Molise “Legislazione regionale in materia forestale”; dott. Antonio Petrocelli e dott.ssa Marialaura Imbriaco, Map Consulting, “Le politiche di sviluppo per le aree interne – Presentazione progetto Rionero 2020”; dott. Alfonso Ianiro, “Consistenza e composizione dei terreni comunali – La ricognizione per una migliore gestione volta allo sviluppo del territorio”; arch. Eunice Colella, “Rionero 2020 – Il recupero del patrimonio immobiliare – Presentazione progetto di valorizzazione del centro storico”; dott. Domenico D’Amico, “Consorzi – Opportunità di sviluppo del settore forestale”; dott. Carlo Veneziale, assessore regionale alle Attività Produttive, “Il territorio montano come volano di sviluppo sostenibile”
Conclude: on. Danilo Leva

Controlli e perquisizioni sulle strade. Carabinieri al lavoro per stanare armi, droga e refurtiva. Beccato 20enne con l’hashish

I militari delle locali Stazioni, coadiuvati dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno eseguito ad Isernia ed altri comuni vicinori tra i quali Forlì del Sannio e Rionero Sannitico un controllo straordinario del territorio, nel corso del quale sono stati sottoposti ad accertamenti quarantacinque veicoli in transito, identificate sessanta persone tra conducenti e passeggeri, contestate sei violazioni alle norme del codice della strada, eseguiti otto alcoltest per accertare una eventuale guida in stato di ebbrezza alcolica da parte dei conducenti, mentre numerose sono state le perquisizioni per la ricerca di armi, droga e refurtiva. Una decina i pregiudicati attualmente sottoposti a misure cautelari o di prevenzione nei cui confronti sono stati effettuati controlli sul regolare rispetto delle prescrizioni imposte dalle competenti Autorità Giudiziaria e di Pubblica Sicurezza. Ispezionati anche quattro locali pubblici per accertamenti amministrativi e in materia igienico-sanitaria. A conclusione delle operazioni, un 20enne di Isernia, è stato deferito per detenzione illegale di sostanze stupefacenti, in quanto trovato in possesso di un involucro contenente alcune dosi di “hashish”, sottoposte a sequestro. Ulteriori indagini sono in corso per accertare se la droga rinvenuta era per uso personale o se destinata all’attività di spaccio.

Tratturi, passaggio di gestione dallo Stato al demanio regionale. Nuovi accordi coi Comuni su costruzioni e valorizzazione percorsi

Nuovi importanti traguardi nel piano di alienazione delle aree tratturali molisane, “con il perfezionamento del passaggio di gestione e proprietà dal demanio statale a quello regionale mettiamo un punto certo nell’annosa questione che si protrae da decenni relativi alla presenza di manufatti costruiti nel tempo”. Lo comunica il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura. “Siamo nelle condizioni – spiega il presidente – di procedere con l’alienazione di quei tratti del nostro patrimonio tratturale sui quali negli anni sono state edificate case rurali, aziende agricole, infrastrutture. Otteniamo in questa maniera due risultati: uno a tutela dei cittadini interessati dalle costruzioni, l’altro a favore del percorso di valorizzazione che stiamo portando avanti per i nostri Tratturi nella consapevolezza che il Molise ha una delle maggiori superfici tratturali con ampi spazi ancora ben conservati. Nella nostra Regione ci sono zone in cui è possibile avere una idea precisa di che cosa siano stati davvero i Tratturi, grandi autostrade verdi”. Gli ultimi interventi del lavoro di ricognizione, condotti in collaborazione dall’Agenzia del territorio e del demanio di Campobasso e dal Servizio regionale demanio e patrimonio, hanno interessato i comuni di Campobasso, frazione di Santo Stefano, Rionero Sannitico e Pescolanciano. “Per questi centri abbiamo firmato il verbale, base documentale con cui il patrimonio passa dallo Stato alla Regione. Un altro tassello importante, dunque, per la tutela e valorizzazione di questi nostri beni”, conclude il presidente.

“Ci sono 200 euro per voi se chiudete un occhio”, denunciati dai Militari dell’arma per tentata corruzione due imprenditori edili

“Se chiudete un occhio ci sono 200 euro per voi”, la proposta di due imprenditori pervevitare un controllo. Carabinieri della Stazione di Rionero Sannitico hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria un 60enne ed un 40enne, entrambi della provincia di Napoli, rispettivamente titolare e direttore dei lavori di un cantiere edile ubicato nel territorio di Montenero Val Cocchiara. I due secondo quanto accertato dai militari, avevano tentato di corrompere due funzionari della Direzione Territoriale del Lavoro di Isernia, al fine di evitare i controlli sulla regolarità del cantiere, offrendogli duecento euro in contanti. Accompagnati in caserma, dopo le formalità di rito, sono stati entrambi denunciati alla Procura della Repubblica di Isernia per tentata corruzione.

 

 

 

 

 

Rassegna delle serenate molisane, il gruppo San Giovanni di Spinete conquista la ‘bella’ alla finestra…e la giuria. A Letino il costume migliore

rassegna serenate rionero 4La rassegna delle serenate molisane dedicata a Carmine Di Vincenzo e che si è tenuta a Rionero Sannitico ieri, 26 luglio, ha riscosso un successo oltre ogni aspettativa. Vince a sorpresa SPINETE, mentre a Letino il premio per il costume più bello. Commozione, partecipazione, musica e tanta tanta passione hanno animato la giornata del 26 luglio che ha segnato l’istituzionalizzazione della Manifestazione e la stessa è stata conclamata quale patrimonio indiscusso del Molise. Decine di gruppi di cantori, sotto il segno della tradizionale serenata alla propria amata sposa, si sono sfidati a colpi di canti, scenette e fuoco. AFFACCIAT ALLA FNESTRA BELLA MEA, si intitolò la rassegna che, da Sepino a Rionero, passando per Macchiagodena, ha visto vincitori e vinti, uniti sotto lo stesso comune denominatore, il Molise. Il ricordo di una persona cara che ancor oggi fa sentir la sua voce squillante ed il suono del suo magico strumento musicale, Carmine Di Vincenzo, il sindaco di Chiauci scomparso durante la passata edizione, ha fatto il resto. rassegna serenate rionero 1Suggestione, amore per le tradizioni, compostezza ed una cornice di pubblico che farebbe invidia a qualsiasi manifestazione. Un programma ricco che ha visto sfidarsi cantori da tutto il Molise e dalle vicine Abruzzo e Campania. Letino, Sant’Elia a Pianisi, Agnone, Rionero Sannitico, Campobasso, Forlì del Sannio, Bojano, Barrea, Macchiagodena, Campochiaro, Spinete, Carpinone, Sepino, si sono sfidati in una serata appena intaccata dalla pioggia che ha smesso poco prima dell’inizio della manifestazione ma che non ha minimamente condizionato una manifestazione che ormai è l’identità di un Molise che aggrega e vince convincendo. Special Guest I Bufu’ di Sepino ed il piccolo Campione del Mondo di organetto Francesco Scarselli con un intermezzo di indiscussa emotività regalato da Nadia Notardonato, Ernest Carracillo, Luca Casparro, Antonello Iannotta. Zampogne, ciaramelle, organetti, chitarre, violini e tanti tanti applausi. Una partecipazione massiccia che ha visto a Rionero Sannitico cantori e musicisti sfidarsi a suon di serenate dinanzi una giuria sempre più importante e di altissimo livello qualitativo e professionale composta da Franco De Socio,Nadia Notardonato, Antonello Iannotta, Ernest Carracillo, e presieduta da Claudia Patricielli. rassegna serenate rionero 3Un partner di grande qualità per una manifestazione che è vanto del Molise e che sta valicando i propri confini regionali, diretta e voluta fortemente dai Borghi d’Eccellenza. E proprio la qualità e la straordinaria voglia di tradizione e di cultura popolare hanno fatto sì che la manifestazione avesse come enti patrocinanti la Presidenza del Consiglio Regionale, l’UNPLI , la FITP, la Provincia di Campobasso e la Provincia di Isernia, il Comune di Rionero Sannitico e Telemolise . Presenti i sindaci che già hanno ospitato la manifestazione, Macchiagodena, con l’intera amministrazione, la vicesindaco di Chiauci, il Sindaco di Agnone con la vice sindaco, gli altri amministratori comunali, il Presidente del Consiglio Regionale, Vincenzo Cotugno, i familiari del compianto Carmine. Un tripudio di colori e di musica per una manifestazione che è stata richiesta anche in Puglia ed in Basilicata. Una serata freddina che si è surriscaldata immediatamente e che ha visto, a sorpresa, vincere il gruppo San Giovanni di SPINETE. All’unanimità il costume più bello è stato proclamato quello di Letino che ha avuto in dono un gioiello di Rocco Palmero dal titolo ‘La Neve’, un artista abruzzese che ha onorato con un suo omaggio una straordinaria rassegna. Premiati dalla sig.ra Lucia, moglie di Carmine. L’evento ha suscitato un pizzico di meraviglia, anche perché quest’anno il livello è stato davvero incredibilmente alto. Ma la giuria che ha esaminato attentamente i pezzi a seconda l’arcaicità, l’esibizione, la correlazione al tema, è stata tecnicamente ineccepibile. Era impossibile mancare. E così è stato.

 

rassegna serenate rionero 2

rassegna serenate rionero 5

Rassegna delle serenate molisane, musica e commozione per l’omaggio a Carmine Di Vincenzo

presentazione rassegna serenate chiauci 2Commozione, partecipazione, musica e passione hanno animato la giornata di presentazione della rassegna delle serenate molisane che si terrà il 26 luglio a Rionero Sannitico, comune vincitore della passata edizione, e che sarà dedicata a Carmine Di Vincenzo, il sindaco di Chiauci scomparso l’anno scorso, quando, dopo essersi esibito con il suo gruppo folk alla manifestazione, accusò un malore. Proprio a Chiauci la presentazione del programma con una partecipazione incredibile: tutto il paese presente si è stretto attorno alla famiglia del compianto sindaco, in una giornata calda ma aleggiata dalla voce in sottofondo di un Carmine vivo e sempre attento al suo paese. Presenti anche i rappresentanti dei Comuni partecipanti, il neo assessore al turismo della Città di Isernia Eugenio Knihynichi ed il Presidente degli ex Consiglieri regionali Gasparino Di Lisa. Lacrime e applausi quando Luca Casparro ha magistralmente ricordato Carmine con un brano di Piero Ricci, “Mainarde”. Anche quest’anno, infatti, si terrà la classica rassegna delle serenate che vide la sua nascita a Sepino qualche anno fa, con lo sfidarsi di decine di gruppi di cantori, sotto il segno della tradizionale serenata alla propria amata sposa. presentazione rassegna serenate chiauci 1Allora era ‘AFFACCIAT ALLA FNESTRA BELLA MEA’, e da Sepino a Macchiagodena la rassegna ha visto vincitori e vinti, uniti sotto lo stesso comune denominatore, il Molise. La manifestazione vedrà sfidarsi cantori da tutto il Molise e dalle vicine Abruzzo e Campania. Frosolone, Letino, Sant’Elia a Pianisi, Agnone, Rionero Sannitico, Campobasso, Forlì del Sannio, Bojano, Barrea, Macchiagodena, Termoli, Campochiaro, Spinete, Carpinone sino ad ora i Comuni rappresentati. Special Guest I Bufu’ di Sepino ed il piccolo Campione del Mondo di organetto Francesco Scareselli. Ospite d’onore della serata il duo Antonello Iannotta – Luca Casparro dei Patrios. L’evento è stato diretto e voluto fortemente dai Borghi d’Eccellenza. Le iscrizioni sono ancora aperte sino al giorno 20 luglio 2016 e la partecipazione dovrà pervenire all’indirizzo mail: borghideccellenza@gmail.com. Alla serenata vincitrice spetterà un premio in denaro che andrà al gruppo o al cantore che meglio l’abbia interpretata, ed ospiterà l’evento dell’anno prossimo. Vi sarà un ulteriore premio messo a disposizione dalla Presidenza del Consiglio Regionale e per la prima volta la manifestazione si avvarrà di un contest cinefotografico.

La Rassegna delle serenate molisane intitolata a Carmine Di Vincenzo, il sindaco cantante scomparso un anno fa dopo l’esibizione col suo gruppo folk

La Rassegna delle serenate molisane dedicate a “CARMINE DI VINCENZO“ il 26 luglio si terrà a Rionero Sannitico, vincitore della passata edizione. La conferenza stampa di presentazione dell’evento si terrà il 13 luglio ore 11,00 a Chiauci. Come ogni anno, l’estate molisana si apre con il canto delle serenate. Anche quest’anno, infatti, si terrà la classica rassegna delle serenate che ha visto la sua nascita a Sepino qualche anno fa, con lo sfidarsi di decine di gruppi di cantori, sotto il segno della tradizionale serenata alla propria amata sposa. AFFACCIAT ALLA FNESTRA BELLA MEA, si intitolò la rassegna che, da Sepino a Macchiagodena, ha visto vincitori e vinti, uniti sotto lo stesso comune denominatore: il Molise. Ed un molisano doc quale Carmine di Vincenzo, sindaco di Chiauci, partecipe della rassegna, l’anno passato scomparve proprio esibendosi in una delle sue straordinarie performance, lasciando un vuoto incolmabile ma che, spiegano gli organizzatori, “deve essere riempito in suo onore, e anche se colmarlo sarà impossibile, il ricordo, il suo ricordo, lenisce in parte un’assenza che pesa”. Per questo, da quest’anno, la rassegna prenderà il suo nome. A Rionero Sannitico, paese ospitante in quanto vincitore della passata rassegna tenutasi a Macchiagodena, si terrà la terza edizione della Rassegna delle Serenate dialettali “ Carmine DI VINCENZO “. Un programma ricco che vedrà sfidarsi cantori da tutto il Molise e provenienti anche dalle vicine Abruzzo e Campania. Frosolone, Letino, Sant’Elia a Pianisi, Agnone, Rionero Sannitico, Campobasso, Forlì del Sannio, Bojano, Barrea, Macchiagodena, Sepino, sino ad ora i Comuni rappresentati. Una partecipazione massiccia per una sfida a suon di serenate dinanzi a una giuria sempre più importante e di altissimo livello qualitativo e professionale. Francesca Spallone, Antonio Scasserra, Franco De Soccio, Nadia Notardonato, Mauro Gioielli, il produttore Ferrara Santa Maria, Benito Ripoli, presidente della FITP, Claudio Nardocci, presidente Nazionale UNPLI, Pierfrancesco Bernacchi, segretario generale della Fondazione Collodi, avranno il compito di esprimere la serenata vincitrice. La manifestazione è diretta dai Borghi d’Eccellenza. La qualità e la straordinaria voglia di tradizione e di cultura popolare ha fatto sì che la stessa manifestazione avesse come enti patrocinanti la Presidenza del Consiglio Regionale, l’UNPLI , la FITP , anche grazie all’interessamento e al lavoro indefesso del presidente regionale, Michele Castrilli, la Provincia di Campobasso e la Provincia di Isernia, il Comune di Rionero Sannitico, comune ospitante, e Telemolise. Le iscrizioni sono ancora aperte sino al giorno 20 luglio e la partecipazione dovrà pervenire all’indirizzo mail: borghideccellenza@gmail.com. Alla serenata vincitrice spetterà un premio in denaro che andrà al gruppo o al cantore che meglio l’avrà interpretata. Vi sarà un ulteriore premio messo a disposizione dalla Presidenza del Consiglio Regionale. Ma il tutto verrà debitamente spiegato nella presentazione che avverrà alla presenza della famiglia di Carmine di Vincenzo, della Regione Molise, dei Sindaci che hanno ospitato ed ospiteranno la manifestazione, alle provincie di Campobasso ed Isernia, a CHIAUCI, proprio in onore del compianto Carmine e come lui avrebbe voluto, il giorno 13 luglio a partire dalle ore 11 presso la sede comunale. Parteciperanno anche rappresenti dell’Unpli e della FITP.