Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Visita a sorpresa dei Carabinieri a casa di un 39enne pregiudicato, trovati marijuana e materiale per il confezionamento. Denunciato per spaccio

I Carabinieri hanno denunciato a piede libero un 39enne, già noto alle forze di polizia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e materiale atto al confezionamento. In particolare i militari dell’aliquota operativa della Compagnia di Larino, al termine di un’articolata attività investigativa finalizzata a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno acquisito fondati indizi sul conto del 39enne, di Montorio nei Frentani, ritenuto responsabile di detenere, per poi spacciarla ai tossicodipendenti locali, sostanze stupefacenti. A seguito di ciò hanno perciò deciso, alle prime luci dell’alba, di effettuare una perquisizione, all’interno delle sua abitazione, che ha dato esito positivo. Sono stati infatti rinvenuti, nella camera da letto, 42 grammi di marijuana e un bilancino di precisione, il tutto sottoposto a sequestro. Gli atti assunti sono stati inviati alla Procura della Repubblica di Larino per il seguito delle indagini, coordinate dal Procuratore Ludovico VACCARO.

Giornata nazionale del teatro, il Comitato Giovani Unesco Molise presenta il progetto ‘Edu’

Appuntamento sabato 25 Marzo presso la Cattedrale di San Pardo a Larino, iniziativa organizzata per presentare il Progetto regionale Circuiti Culturali, rientrante nell’ampio programma Nazionale di Educazione“Unesco EDU”sulle tematiche promosse dall’UNESCO. Sensibilizzare i giovani ai temi e valori dell’UNESCO, educarli a una cittadinanza attiva e consapevole, formarli alla conoscenza del proprio territorio. Sono alcuni degli obiettivi del progetto UNESCO EDU, il Programma Nazionale di Educazione destinato alle Istituzioni Scolastiche e Università promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in accordo con il Ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca. Nell’ambito del Protocollo d’Intesa, siglato con il MIUR il 19 gennaio 2016, UNESCO Giovani ha avviato questo progetto in ogni regione d’Italia, con l’intenzione di portare nelle classi, da Nord a Sud, i programmi operativi sviluppati dall’UNESCO in ambito internazionale nei campi dell’Educazione, della Comunicazione e informazione, delle Scienze naturali, delle Scienze umane e sociali e della Cultura. Il progetto molisano “Circuiti Culturali”, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale, è un progetto di illuminazione sostenibile dell’anfiteatro di Larino. Un’iniziativa di valorizzazione di una così importante area archeologica, quale L’anfiteatro di Larino, si inserisce perfettamente nel riconoscimento di una criticità; quella relativa alla consapevolezza che un territorio come quello del Molise conserva una grande potenzialità culturale e ambientale che continua ad essere trascurata e deve necessariamente essere rivalutata. Il progetto ambisce a divenire un riferimento metodologico basato su concetti di tutela ambientale e culturale. Si caratterizza per una forte valenza educativa e si innesta in un processo di costruzione della personalità per formare le giovani comunità orientate al futuro. “In previsione della Giornata Mondiale del Teatro, che si celebra in tutto il mondo il 27 marzo 2017”, afferma il Comitato, “abbiamo scelto di presentare il progetto che mira a valorizzare l’anfiteatro di Larino, quale testimonianza dell’importanza della città e dell’inestimabile valore culturale educativo e sociale del teatro. La funzione sociale del teatro, la forza anche terapeutica di comunicazione, aggregazione e identificazione che una comunità compie attraverso la ritualità teatrale, sono elementi che fanno del teatro, ancora oggi, la forma di comunicazione più diretta e immediata, la sintesi più efficace tra segno, parola e immagine”.

Nuoto, doppio appuntamento per il settore ‘propaganda’ della Hidro Sport: la società gialloblu impegnata a Campodipietra e San Giuliano di Puglia

Sono tante le società sportive che negli ultimi anni stanno rivolgendo sempre più sforzi e attenzioni nel perseguire la “linea verde”. Se volessimo mutuare un termine dal mondo calcistico, parleremmo di “vivaio”, cioè quel “serbatoio” dove le società reclutano giovani promesse da formare, sperando che un giorno possano trasformarsi in giocatori di talento. Nel nuoto, invece, sport che non fa eccezione alla tendenza “green”, pur se il concetto è molto simile, si parla di fase di “pre-agonismo” o “attività propaganda”, solitamente riservata ai bambini dai 6 anni in su e costituisce il passaggio dalla scuola nuoto alle prime attività agonistiche, una tappa molto importante per gli aspiranti nuotatori. Un settore, il “Propaganda”, sul quale profonde grande impegno anche la Hidro Sport: “Curiamo molto la fase dedicata ai più piccoli – spiega Toni Oriente, presidente e tecnico del team gialloblu – perché ricopre un punto nevralgico nell’attività sociale e nella crescita agonistica e personale dei piccoli atleti. Poi con i più piccoli spesso i miglioramenti si notano giorno dopo giorno, cosa particolarmente appagante per i tecnici che vi si dedicano”. Al settore Propaganda l’aspirante atleta accede se è già in possesso di un soddisfacente livello di acquaticità e di predisposizione all’apprendimento delle tecniche fondamentali. Ai giovanissimi nuotatori non vengono certamente inculcate solo lezioni tecniche, ma date anche importanti occasioni di confronto quale fondamentale stimolo di crescita. E proprio in quest’ottica la Hidro Sport ha preso parte a due importanti manifestazioni riservate al settore Propaganda: il primo presso l’impianto di Campodipietra, il secondo nella piscina comunale di San Giuliano di Puglia, dove la Hidro Sport è uno dei gestori dell’impianto. Questi i giovanissimi atleti che hanno preso parte ai due eventi: Alessandro Abiuso, Daniele Albanese, Rosalie Barbieri, Francesca Bellucci, Savino Berardi, Antonio Bertoldo, Luca Cannarsa, Andrea Caprioli, Dominic Colantuono, Antonio Colavita, Beatrice Colozza, Anthony Cordone, Carmen D’Alessandro, Nunzia D’Onofrio, Elisa De Fenza, Sofia De Fenza, Celine De Michele, Nicole De Michele, Gloria De Simone, Gabriele Di Lorenzo, Miriam Di Ridolfo, Vincenzo Di Rosa, Mattia Fanelli, Alessia Fantetti, Sara Fantetti, Francesco Fasciano, Massimo Ferretti, Michele Pio Gasbarrino, Christian Giamberardino, Vladyslav Luigi Khamchuk, Alice Labella, Francesco Marra, Aleksander Mbyeti, Claudia Muccino, Rocco Nuonno, Riccardo Paesani, Alice Palladino, Emanuele Palmieri, Simone Pasquale, Eleonora Patierno, Luigi Maria Pazzaglia, Fortunato Pollutro, Cristina Russo, Lino Santoro, Giuseppe Spedalieri, Emma Terrigno, Lorenzo Trivelli, Marco Vitantonio, Matteo Vitantonio, Francesco Ziccardi, provenienti dagli impianti di Campobasso (seguiti dal tecnico Vittorio Spina), Frosolone (tecnici Valentino Spina e Alessandro Di Soccio), Termoli (Gianfranco Belfiore e Nicola Di Fonzo) e San Giuliano di Puglia (Antonio Cucoro e Donatella Del Pozzo). “Momenti come questi sono molto importanti – spiega Oriente – perché il bambino inizia ad avere la percezione della gara ed è un’occasione per imparare dagli altri e dai propri errori. In questa fase di crescita quello che conta non è tanto il risultato ottenuto in vasca ma gli stimoli positivi che vengono trasmessi ai bambini per dotarli di un adeguato bagaglio tecnico. Le due manifestazioni alle quali abbiamo partecipato sono state molto positive: i bambini hanno passato due giornate meravigliose, cimentandosi in bellissime gare che ne hanno messo in luce punti di forza e spazi di miglioramento di ognuno. Profondiamo molte energie sul settore propaganda perché un percorso di crescita sano dei bambini giova anche alle categorie agonistiche in quanto un lavoro ben fatto con i più piccoli consente di dotare il futuro nuotatore non solo di un ottimo bagaglio tecnico ma anche dei valori concreti dello sport e del sano agonismo”.

Diga del Liscione sotto la lente della Protezione Civile, pronto documento ad hoc

In Prefettura si è tenuta la riunione propedeutica all’approvazione del “Documento di Protezione Civile” relativo alla “Diga di Ponte Liscione”. ll documento stabilisce, per l’invaso del Liscione, le specifiche condizioni per l’attivazione del sistema di protezione civile, nonché le comunicazioni e le procedure tecnico-amministrative da attuare nel caso di eventi, temuti o in atto, coinvolgenti l’impianto di ritenuta. All’incontro hanno preso parte i referenti dell’Ufficio tecnico per le Dighe di Napoli, le Forze di Polizia territoriali, i rappresentanti della Regione, della Provincia, degli Enti e dei Comuni interessati dall’attività di scarico della diga, gli Enti proprietari delle strade, i responsabili dei servizi pubblici essenziali, nonché i vertici dell’Ente Gestore dell’invaso (Molise Acque). Nel corso della seduta sono stati illustrati e condivisi gli aspetti salienti del documento, che sarà approvato, primo nel suo genere in ltalia, dal Prefetto di Campobasso e successivamente notificato all’Ente gestore, nonché ai soggetti che potrebbero essere potenzialmente coinvolti dalle manovre di scarico dell’invaso

Lavoro e diritti delle donne, grande risposta alla manifestazione promossa dal circolo Auser. Premiate tre professioniste

Larino risponde con una straordinaria partecipazione alla mobilitazione generale, indetta nella giornata dell’8 Marzo, in difesa dei diritti delle donne e contro la violenza fisica, psicologica, economica che tutti i giorni esse subiscono sui loro corpi. In occasione della manifestazione promossa dal circolo frentano dell’Auser e intitolata “Lavoro è Dignità: le donne protagoniste del nostro tempo”, numerosi sono stati i contributi di spessore e gli spunti di riflessione accumunati da un principio fondamentale: solo attraverso la liberazione del lavoro dalle odiose forme di sfruttamento e dalla precarietà si può arrivare ad una effettiva emancipazione delle donne. Validissimi i contributi di donne impegnate nel mondo dell’imprenditoria. Nell’occasione il giornalista Davide Vitiello e la vice presidente del circolo Auser Daniela Bassi, a nome di tutti gli iscritti, hanno consegnato un riconoscimento alle imprenditrici Teresa Cascitelli e Marina Colonna per la loro dedizione al lavoro, per il coraggio dimostrato in un contesto colmo di difficoltà, per l’impegno costante a servizio dell’innovazione e della qualità e per aver contribuito a promuovere il Molise nel mondo. Un ulteriore riconoscimento è stato attribuito alla giovane professionista Lucrezia Cicchese per la determinazione che mette nel ricercare e finalizzare le opportunità offerte dall’Unione Europea in termini di finanziamenti diretti alle imprese e ai giovani. La manifestazione è stata anche l’occasione per presentare al pubblico la mostra fotografica intitolata “Sfumature … I colori delle donne”, ideata e allestita da Laura Caradonio e Teresa Battista, entrambe giovani professioniste originarie di Larino, accumunate dall’amore per la fotografia. Gli scatti da loro realizzati, di estrema profondità e di grande impatto emotivo, affrontano il tema drammatico della violenza sulle donne. Un ringraziamento infine è stato espresso a Cristina Ratino e all’Auser regionale per il sostegno convinto alle iniziative che il circolo di Larino da sempre promuove nel campo del sociale e del volontariato.

Ultim’ora. Rapina a mano armata all’ufficio postale, banditi col volto coperto minacciano il dipendente e si fanno consegnare l’incasso

Flash Ore 8.50. E’ di pochi minuti fa la notizia di una rapina a mano armata da parte di banditi a volto coperto perpetrata ai danni dell’ufficio postale di Montorio nei Frentani. Al momento si tratta solo di informazioni frammentarie. I malviventi dopo aver minacciato il dipendente ed essersi fatti consegnare l’incasso – il cui importo non è ancora accertato – sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. Le forze dell’ordine hanno già predisposto posti di blocco sulle principali strade di collegamento, mentre sono in corso i rilievi sul luogo della rapina. Seguono aggiornamenti.

Ore 10. Ad agire all’interno dell’ufficio postale sarebbe stato un solo malvivente, armato e col volto coperto, ma non è escluso che fuori lo stesse aspettando un complice. L’episodio all’0rario di apertura, quando nel locale era presente solo il dipendente, che è stato minacciato e legato ad una sedia, mentre il bandito ha racimolato l’incasso – circa 1200 euro – ed è fuggito via a piedi per le strade di Montorio. Alcuni utenti, giunti poco dopo, avrebbero aiutato a slegare l’uomo che ha dato subito l’allarma. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per i rilievi del caso e ascoltare al testimonianza del dipendente delle Poste. Intanto controlli e posti di blocco sono in corso in tutta la provincia. Ancora non ci sono dettagli sull’arma utilizzata dal malvivente, al vaglio degli inquirenti i video della telecamera di sorveglianza.

Controlli serrati dei Carabinieri lungo le arterie principali, coltelli e droga finiscono sotto sequestro. Proposto foglio di via per due pregiudicati

Articolata attività di prevenzione da parte dei Carabinieri durante l’ultima settimana, che ha impegnato i militari della Compagna di Larino in controlli finalizzati, nello specifico, alla repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Tale attività, che ha visto all’opera uomini in uniforme, in abiti civili e autovetture lungo tutte le arterie stradali, è stata inserita nel consolidato dispositivo di piano coordinato di posti di controllo del territorio pianificato dal Comando Provinciale di Campobasso e, in aggiunta, sono stati istituiti anche numerosi posti di blocco. Questi i risultati ottenuti:
 a Larino un 30enne del posto è stato denunciato in stato di libertà per possesso ingiustificato di un coltello di genere proibito, che è stato sottoposto a sequestro;
 a Rotello un 33enne, residente a Santa Croce di Magliano, è stato denunciato per lo stesso reato perché, controllato a bordo della sua auto, è stato trovato in possesso di due coltelli di genere vietato, entrambi sottoposti a sequestro:
 a Larino un 20enne del posto è stato segnalato alla Prefettura di Campobasso perché trovato in possesso, nel corso di una perquisizione personale e veicolare, di circa un grammo di marijuana, sottoposta a sequestro;
 a San Martino in Pensilis, due pregiudicati di San Severo, controllati nei pressi di obiettivi sensibili, sono stati proposti per l’emissione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con il divieto di far ritorno in quel comune.
Gli atti assunti sono stati inviati all’Autorità Giudiziaria e a quella Amministrativa per gli adempimenti consequenziali.

Consorzio Bonifica Larino, domani assemblea pubblica

Domani, lunedì 6 marzo, dalle ore 18,00, presso la sede del Municipio di Larino, si svolgerà l’assemblea dei consorziati del Consorzio di Bonifica di Larino che aderiscono al Codacons Molise. Dopo le numerose sentenze di annullamento delle cartelle del Consorzio, e dopo l’intervento del Garante del Contribuente dell’Agenzia delle Entrate di Campobasso, la Regione Molise ha dapprima sospeso il piano di classifica (Delibera di Giunta regionale n. 609/2016) e poi commissariato il Consorzio, ma nonostante ciò l’ente di bonifica sta continuando ad inviare le cartelle di pagamento, anche tramite Equitalia, senza minimamente considerare i pronunciamenti della giustizia tributaria e amministrativa. Per discutere di questo e di altri problemi che riguardano il Consorzio, si terrà domani l’assembla pubblica dei consorziati che aderiscono al Codacons Molise, a cui interverranno anche gli avvocati Giuseppe Ruta e Massimo Romano.

Nuova sede scuola di contrada Cappuccini, ripartiti i lavori del primo lotto. Interventi da 2 milioni e 800mila euro

Il presidente della Provincia di Campobasso Antonio Battista annuncia che sono ripartiti i lavori per la realizzazione del primo lotto della nuova sede del Polo Scolastico in contrada Cappuccini a Larino. Realizzazione per un importo di 2.832.766,42 di euro. La riapertura del cantiere è avvenuta in seguito alla cessazione delle cause, il rinvenimento di reperti archeologici nell’area su cui sorgerà la nuova struttura, che hanno determinato la sospensione dei lavori avvenuta nel luglio del 2015. Ora i lavori sono ripartiti e l’ultimazione del primo lotto è fissata per l’agosto del 2018.