Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Legge sui piccoli comuni, Cotugno: ‘Formare una rete o unirsi in distretti rurali’. Iniziato da Provvidenti il confronto fra amministratori

“Abbiamo il dovere di essere al fianco dei piccoli comuni molisani, riuscendo a cogliere le importanti occasioni che si apriranno con la legge oggi all’esame del Senato”. Così il presidente del Consiglio regionale del Molise, Vincenzo Cotugno, invitato ad una riunione tenutasi a Provvidenti e organizzata dalla locale amministrazione unitamente ai sindaci di Casacalenda e Montorio dei Frentani. All’incontro era presente anche la parlamentare molisana, Laura Venittelli. Lo scopo è stato di iniziare una fase di riflessione e studio della legge approvata all’unanimità alla Camera, e ora al vaglio del Senato, riguardante i comuni con popolazione al di sotto dei cinquemila abitanti e dei territori montani e rurali. Una legge che in Molise riguarderebbe 77 dei 136 comuni presenti, con la potenzialità di sviluppare e promuovere la bellezza e le ricchezze dei borghi molisani. “La problematica delle aree interne necessita di grande attenzione e di ascolto per le esigenze di questi territori”, ha sostenuto Cotugno nel corso dell’incontro. “La legge mette a disposizione risorse importanti, circa 100 milioni di euro per l’intero territorio nazionale, e occorre una grande condivisione a livello progettuale per riuscire a finanziare gli interventi previsti dalla norma. Se i nostri piccoli comuni saranno scaltri ad unirsi in distretti rurali o formando una rete di piccoli comuni, avremo speranze maggiori di vederci riconosciuti i nostri progetti. Per far questo”, ha continuato il presidente Cotugno, “bisogna sensibilizzare il territorio, stare vicino alle amministrazioni comunali, supportarle fin dalla fase di elaborazione tecnica dei progetti. E’ un’occasione unica di ridare slancio ai nostri borghi, riqualificandoli, di migliorare i trasporti e limitare le preoccupazioni legate al dissesto idrogeologico, senza dimenticare la tutela ambientale e paesaggistica che di riflesso porterebbe indubbi vantaggi al turismo. Per questo rivolgo un plauso ai sindaci di Provvidenti, Casacalenda e Montorio, che di fatto hanno dato l’inizio alla fase di discussione sul territorio della legge sui piccoli comuni”. Lunedì 7 novembre è stato convocato un nuovo incontro, a Casacalenda, per passare ad una fase operativa successiva in attesa della promulgazione della legge.

Legge sui piccoli comuni, il presidente Cotugno parte dal meno popolato

I piccoli comuni incontrano il Presidente del Consiglio Regionale, Vincenzo Cotugno, e lo fanno a Provvidenti, il più piccolo comune del Molise. Il 4 novembre, infatti, il presidente Cotugno sarà in visita ufficiale a Provvidenti, onde permettere agli amministratori dei piccoli comuni di non essere dimenticati, di essere protagonisti di quella voce che grida, senza colori e bandiere politiche, aiuto. La legge sui piccoli Comuni, di cui tanto se n’è parlato, anche in maniera negativa, viste le esigue risorse che il Governo ha deciso di stanziare a salvaguardia dell’identità dei Borghi con popolazione al di sotto dei 5.000 abitanti, non risolve la drammaticità della situazione in cui versano le piccole comunità anzi, per certi versi, con l’obbligatorietà dell’accorporamento per legge, stiamo parlando dell’incriminato art. 17, determinerebbe di fatto l’abolizione e la cancellazione di essi, delle loro tradizioni, delle loro peculiarità, della loro identità. E dal Molise, e proprio da Provvidenti, si vuole concretamente parlare di Politica dei territori e farlo in maniera decisamente innovativa. La politica che governa, che visita per capire esattamente le dimensioni del dramma, i piccoli comuni e non il contrario, il peregrinare dei Sindaci verso i palazzi che contano. Da qui l’invito al Presidente del Consiglio Regionale del Molise, Vincenzo Cotugno, a visitare i piccoli comuni, partendo proprio dal più piccolo. Provvidenti, poco più di cento anime e con un patrimonio edilizio, storico/culturale, di tutto rispetto. Morire o Sognare? “Speriamo di sognare ancora e di poterlo fare perché, come diceva W. Disney, ‘Solo Sognando e Volendo si continua a portare il sogno nella realtà'”, è il commento del vice sindaco Di Rocco. L’incontro si terrà presso la sede Municipale del Comune di Provvidenti a partire dalle ore 11,30.

Distretto turistico Molise orientale, Mibact firma il decreto. Nel consorzio entrano a far parte 40 comuni

Distretto turistico “Molise orientale”, via libera dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il ministro Dario Franceschini ha firmato il decreto che istituisce il consorzio. “Ringraziamo il ministro Franceschini per l’attenzione e il sostegno offerti a un’iniziativa che si fonda e fa leva al tempo stesso sulla volontà di tanti nostri comuni, 40, di unirsi e fare sintesi per favorire nella condivisione un reale sviluppo del potenziale turistico del nostro territorio, puntando, per agevolarla, sull’interlocuzione con le imprese locali”, dichiara il governatore. “Il Ministero ha riconosciuto la qualità della proposta presente nel Distretto “Molise orientale”, una governance attenta e mirata a una visione organica e sistemica pubblico-privato, necessaria alla crescita del settore: siamo soddisfatti”. Dal presidente della Regione “un plauso particolare va al commissario straordinario dell’Azienda di soggiorno e turismo di Termoli, Remo Di Giandomenico, protagonista diretto e partecipe già nella genesi del progetto, e al consigliere delegato al Turismo, Domenico Di Nunzio. Naturalmente – conclude Frattura – siamo riconoscenti ai sindaci e agli amministratori dei centri che hanno aderito: oggi sono loro e le loro comunità l’essenza del Distretto”. La delimitazione dell’ambito territoriale è stata formalizzata a Palazzo Vitale durante la riunione della Conferenza dei servizi, presieduta da Frattura, lo scorso 25 maggio. Fanno parte del Distretto turistico “Molise orientale” i comuni di Acquaviva Collecroce, Bonefro, Campomarino, Casacalenda, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Gambatesa, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Lupara, Macchia Valfortore, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montelongo, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Provvidenti, Ripabottoni, Roccavivara, Rotello, Salcito, Santa Croce di Magliano, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Sant’Elia a Pianisi, Tavenna, Termoli, Trivento e Ururi.

Bianco risveglio per il Molise, le previsioni meteo: ‘Continuerà a nevicare’. Ecco le scuole chiuse domani

neve 2016 2 (4)Un bianco risveglio per il Molise quello di questa mattina, domenica 17 gennaio, dopo che per giorni gli esperti meteo avevano annunciato imminenti nevicate. Circa 20 centimetri hanno coperto Campobasso e dintorni, l’area matesina, della Valle del Tammaro, del Molise centrale, del Fortore, dell’isernino, dell’alto Molise e delle zone circostanti.
Mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro per garantire la viabilità che ha subito lievi rallentamenti. Si raccomanda precauzione e molta attenzione alla guida.
Le previsioni meteo annunciano ulteriori nevicate almeno nelle prossime 24 ore con la coltre bianca che potrebbe arrivare anche a 50 centimetri. Dando uno sguardo alle temperature, nel campobassano il termometro segnerà tra i -1 e i -10 gradi. Più caldo nell’isernino dove la colonnina di mercurio oscilla tra i 2 e i -10 gradi. Leggere spolverate anche in basso Molise ma le temperature restano “alte”, tra i 3 e gli 8 gradi.
Intanto giungono le prime comunicazioni ufficiali da parte dei comuni che per la giornata di domani, lunedì 18 gennaio, hanno disposto la chiusura delle scuole. Di seguito l’elenco (in fase di aggiornamento):

Acquaviva Collecroce
Agnone
Bagnoli del Trigno
Baranello
Belmonte del Sannio
Bonefro
Busso (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Carovilli
Campobasso
Campodipietra
Campolieto
Capracotta
Carovilli
Casacalenda
Castellino del Biferno
Castelmauro
Castropignano
Cercemaggiore
Cercepiccola
Civitanova del Sannio
Colletorto
Ferrazzano
Fossalto
Frosolone
Gambatesa
Gildone
Guardiaregia
Jelsi
Larino
Limosano
Macchiagodena
Macchia Valfortore
Mafalda (chiusura disposta anche per martedì 19 gennaio)
Matrice
Mirabello Sannitico
Miranda
Monacilioni
Montagano
Montecilfone
Montefalcone nel Sannio
Montenero di Bisaccia
Montorio nei Frentani
Morrone del Sannio
Oratino
Palata
Petrella Tifernina
Poggio Sannita
Riccia
Ripalimosani
Ripabottoni
Roccavivara
Rotello
Salcito
San Felice del Molise
San Giuliano del Sannio
San Giuliano di Puglia
Sant’Elia a Pianisi
Santa Croce di Magliano
Sepino
Spinete
Tavenna
Torella del Sannio
Toro
Trivento
Tufara
Ururi
Vastogirardi
Vinchiaturo

Sospese anche tutte le attività didattiche nelle sedi universitarie di Campobasso, Pesche e Termoli.
Le lezioni riprenderanno regolarmente il giorno martedì 19 gennaio, salvo eventuali ulteriori necessità in relazione alle condizioni climatiche. Sarà data tempestiva comunicazione, anche a seguito delle attività di verifica in merito ad eventuali danni subiti dagli edifici in relazione alle scosse sismiche registrate nei giorni scorsi. Sarà pertanto consentito l’accesso alle strutture dell’università (sedi di Campobasso, Pesche e Termoli) soltanto al personale docente e tecnico-amministrativo.

GALLERIA FOTOGRAFICA (La foto in evidenza in copertina è tratta da Facebook – Paolo D’Errico)

Calendari eventi estivi 2015 in Molise

Torna l’estate, tornano i tanto attesi calendari degli eventi estivi anche nei comuni molisani. Inviaci il calendario eventi del tuo paese e tutti gli eventi che vuoi all’indirizzo email molisetabloid@gmail.com!!! Li pubblicheremo in questa pagina. Per restare sempre aggiornato sugli eventi quotidiani ricorda di consultare il nostro calendario posizionato sul lato destro della nostra home page (visibile anche QUI), sempre aggiornato, sempre ricco di appuntamenti e informazioni!

Dagli Incognito a Bollani fino ai Nomadi, Gazzè, Sud Sound System e James Senese. Ecco i grandi nomi dei concerti dell’estate molisana!
‘Festival Eddie Lang’ e ‘Blues on the beach’

EVENTI ESTIVI CAMPOBASSO
Estate vinchiaturese

campitello estate 2015

sagra mozzarella monteverde

A5 Fronte con correzioni piccolo

estate sepino 2015

jazz in campo

vivi baranello_2015_definitivo_light2

estate cercese 2015

festa delle contrade cercemaggiore

eventi estivi forche caudine

petrella d'estate

estate oasi 2015

notte bianca vinchiaturo 2015

calendarioricciavive

eventi frosolone1

eventi frosolone 2

eventi-trivento 2015

santa cristina prorgamma

Stampa

estate capracottese

calendario feste sant angelo limosano

Manifesto Riviviamo il Tratturo

notte al borgo montenero

estate pietracupa 2015

Programma completo agosto bojano 2015

calendario feste san giuliano del sannio

Amministrative 2015. Primi sindaci eletti: dopo Passarelli a Pozzilli, Salvatore Fucito confermato primo cittadino a Provvidenti

pozzilli+stefania passarelli

Stefania Passarelli, sindaco di Pozzilli

Prime elezioni a sindaco nei comuni molisani che sono chiamati al rinnovo dell’amministrazione. Dopo Stefania Passarelli a Pozzilli, alla quale è bastato raggiungere il quorum di elettori (alla fine 1486 voti), a Provvidenti è stato rieletto primo cittadino Salvatore Fucito (foto in copertina) con la lista Bene Comune, che ha ottenuto 61 voti (70,93%) contro i 24 di Silvia Lapenna e uno di Marianna Mustillo.

nunzia nucci

Nunzia Nucci, sindaco di Sant’Angelo del Pesco

A Sant’Angelo del Pesco Nunziatina Nucci ha ottenuto 181 voti (80,44%) con la lista civica Orgoglio Santangiolese, avanti a Donatella Fusaro (31 voti), Vincenzo Lombardozzi (12 voti) e Walter D’Arpino (1 voto). Nunzia Nucci è il primo donna Sindaco della storia di Sant’Angelo del Pesco.

A Poggio Sannita è Giuseppe Orlando, lista Cambiare per rinascere, a ottenere la maggioranza dei voti (87,63%) con 404 preferenze, contro le 56 ottenute da Nicola Di Filippo e una di Alessandro Pizzano.

A Chiauci con 134 voti si impone Carmine Di Vincenzo, lista Insieme per Chiauci, che ottiene 134 voti. Dietro di lui Alberto D’Andrea 36 voti, Antonio Mascio 2 voti, Emanuele Pezzuto 1 voto.

A Bonefro una bella battaglia, la spunta Nicola Giovanni Montagano, lista Uniti per Bonefro, con 393 voti (42,85%) su Claudia Carmen Lalli, lista Impegno comune per Bonefro, che ha ottenuto 337 voti (36,75%). Luigi Montagano 187 voti.

A Pietracupa è sindaco Camillo Santilli, lista Con i giovani per Pietracupa, che ha ottenuto 104 voti, mentre altri 63 voti sono andati a Felice Di Risio.

michele nardacchione foto ok2

Michele Nardacchione, sindaco di Cercepiccola

A Cercepiccola a vincere è Michele Nardacchione, con la lista Giovani Cercepiccolesi, che ottiene 295 voti. Dietro Maria Rosaria Nardoia, Fonderia delle idee, con 127 voti, e Alessandro Croce, Cercepiccola prima di tutto, con 110 voti. Votanti 539.

A San Polo Matese eletto Armandino D’Egidio, lista San Polo Matese nel cuore, con 289 voti, che ha avuto la meglio su Giuseppe Pompeo Santillo (47 voti), Davide Di Re (1 voto), Cosimo Pedicino (0).

A Roccasicura il primo cittadino è Fabio Milano che con la lista Per non tornare indietro ha ottenuto 297 voti (71,22%), davanti a Mario Lombardi (118 voti), Roberto Alessandro Marzano (1 voto) e Carmen Di Vito (1 voto).

A Montenero Val Cocchiara vince Filippo Zuchegna, candidato con Svolta civica, che incassa 383 preferenze. Per Alessandro Corsi e Gianluca Tribelli sono andati rispettivamente 9 e 3 voti.

angelo codagnone

Angelo Codagnone, sindaco di San Giuliano del Sannio

A San Giuliano del Sannio confermato il sindaco uscente Angelo Codagnone (Uniti per San Giuliano), per lui 443 voti. Flaviano Santillo ne ha ottenuti 150.

Ad Acquaviva d’Isernia sindaco Lenio Petrocelli che ha incassato 235 voti candidato con la lista civia Uniti per Acquaviva. Massimiliano Iemma 36 voti, Franco Simone 4 voti, Anastasio Petrocelli 3 voti.

A Pietracatella vince Luciano Pasquale (51,23%) con 520 voti, lista Pietracatella cambia. Lo sfidante Antonio Tomassone ha ottenuto ben 495 preferenze.

Nicola Travaglini, sindaco di Montenero di Bisaccia

A Montenero di Bisaccia viene rieletto Nicola Travaglini, forte dei 2201 voti a favore (53,81%) e sceso in campo con la lista Uniti per Montenero. Nicola Palombo ha ottenuto 995 voti, Nicolino d’Ascanio 753 e Renzo Magagnato 141.

A Lupara Pasqualino Morinelli con la lista Insieme si cresce ha ottenuto 291 voti, seguito da Salvatore Palumbo (155) e Angelo Varriale (1).

A Casalciprano vince Eliseo Castelli (Crescere Insieme) con 224 voti. Monia Rossi ne ha avuti 46, Nicola Barbiero 10.

A Sesto Campano vince “Progetto Comune” con Luigi Paolone sindaco (735), seguito da Giuseppe Caranci (Si può fare, 703) e Giuliana Zampilli (Liberi di scegliere, 234).

Fascia tricolore per Franco Antenucci a Roccavivara con la lista “Insieme per Roccavivara” (304). Seguono Francesco D’Angelo (Roccavivara oltre, 211), Mauro Tufilli (Servizio civico per Roccavivara, 64). Nessun voto per le liste Alpha, Beta e Gamma.

Sono 15 le liste in corsa alle elezioni amministrative di ieri in Molise che alle urne non hanno incassato nemmeno un voto. Nel dettaglio, zero preferenze per 3 liste in corsa a Pietracupa, 3 a Roccavivara e 3 a Sant’Angelo del Pesco; e poi ancora zero consensi anche per 2 liste a Roccasicura e per 1 lista a Acquaviva, Provvidenti, Chiauci e San Polo Matese. Nella maggior parte dei casi si tratta di liste presentate da appartenenti alle forze dell’ordine.

Gli auguri del presidente Frattura ai nuovi sindaci
“Auguri a tutti i nuovi amministratori scelti con il voto di ieri dai cittadini molisani. In 19 nostri comuni, l’elezione del sindaco e del consiglio comunale.
La sfida elettorale affrontata e gestita con serietà e rispetto ha visto in gara ovunque validi candidati, ovunque persone corrette e capaci di lavorare per il bene della comunità, ovunque donne e uomini di alto profilo.
Le amministrazioni comunali, quelle che hanno ottenuto per la prima volta fiducia e quelle che se la sono vista riconfermare per il lavoro già svolto, sono chiamate ad assolvere, con serietà e lungimiranza, a uno dei ruoli più delicati e difficili, soprattutto adesso. E la Regione c’è già.
C’è per rafforzare i percorsi di collaborazione, accompagnamento, dialogo e condivisione già intrapresi, c’è per avviarne di nuovi nella convinzione ferma che il bene del nostro Molise e dei cittadini passi necessariamente per un convinto lavoro di squadra in una sana ottica aggregativa”.

Gli auguri di Rosario De Matteis
Il presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis augura buon lavoro a tutti i neo sindaci ed ai consiglieri comunali neo eletti. In particolar modo il presidente ci tiene a felicitarsi con il suo consigliere provinciale Franco Antenucci, primo cittadino di Roccavivara e con la consigliera provinciale di minoranza Simona Contucci in odore di assessorato a Montenero di Bisaccia. Non si è trattato di un voto politico per il Molise, ma di un turno amministrativo per pochi Municipi e di piccole dimensioni, ma dei dati politici si possono comunque trarre, come ad esempio l’affluenza e la grande presenza di liste civiche, che hanno sostituito quasi ovunque quelle di partito. Un voto legato quindi sostanzialmente alle persone candidate, con la loro storia e il proprio rapporto con la comunità e le esperienze maturate.

Amministrative 2015, pubblicati i fac-simile delle schede. Tra due giorni alle urne, da domani silenzio elettorale

La direzione Centrale dei Servizi elettorali del ministero dell’Inteno ha pubblicato ufficialmente i Fac-simile delle schede di votazione per le elezioni comunali (foto in copertina).
Sono tre i modelli di scheda suddivisi in base al numero di abitanti residenti nei comuni al voto:

Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti
Comuni con popolazione compresa tra 5.000 e 15.000 abitanti
Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti

Mancano appena 2 giorni alla chiamata alle urne. Oggi, 29 maggio, ultimi comizi, presentazioni e comunicazioni politiche. Silenzio elettorale per la giornata di domani, 30 maggio, e per la data in cui recarsi alle urne, 31 maggio. Scrutini immediatamente dopo le operazioni di voto. Ecco come si vota.

Si vota dalle 7.00 alle 23.00 di domenica 31 maggio. Per esprimere la propria preferenza bisogna avere con sé un documento di riconoscimento in corso di validità e la tessera elettorale.

Sono 19 i comuni molisani dove domani si vota per eleggere i nuovi sindaci e le nuove amministrazioni locali. La sfida più attesa è quella di Montenero Di Bisaccia, il centro con il maggiore numero di abitanti tra quelli interessati dalla tornata elettorale e soprattutto paese natale di Antonio Di Pietro. Qui il neonato movimento che fa capo all’ex pm, il ‘Molise di tutti’, si è schierato con il sindaco uscente Nicola Travaglini, cinque anni fa eletto col centrodestra.
Si ricorda che i comuni al voto in Molise sono 11 in provincia di Campobasso e 8 in quella di Isernia.

Provincia di Campobasso: Bonefro, Casalciprano, Cercepiccola, Lupara, Montenero di Bisaccia, Pietracatella, Pietracupa, Provvidenti, Roccavivara, San Giuliano del Sannio, San Polo Matese.

Provincia di Isernia: Acquaviva d’Isernia, Chiauci, Montenero Valcocchiara, Poggio Sannita, Pozzili, Roccasicura, Sant’Angelo del Pesco, Sesto Campano.


SPECIALE AMMINISTRATIVE 2015: TUTTE LE LISTE E I CANDIDATI COMUNE PER COMUNE

(fonte video: Ministero dell’Interno)

Amministrative 31 maggio 2015, come si vota. VIDEO

Amministrative 31 maggio 2015, mancano appena 5 giorni alla chiamata alle urne. Ecco come si vota.

Si vota dalle 7.00 alle 23.00 di domenica 31 maggio. Per esprimere la propria preferenza bisogna avere con sé un documento di riconoscimento in corso di validità e la tessera elettorale. Scrutini immediatamente dopo la chiusura delle operazioni di voto.

Si ricorda che i comuni al voto in Molise sono 11 in provincia di Campobasso e 8 in quella di Isernia.

Provincia di Campobasso: Bonefro, Casalciprano, Cercepiccola, Lupara, Montenero di Bisaccia, Pietracatella, Pietracupa, Provvidenti, Roccavivara, San Giuliano del Sannio, San Polo Matese.

Provincia di Isernia: Acquaviva d’Isernia, Chiauci, Montenero Valcocchiara, Poggio Sannita, Pozzili, Roccasicura, Sant’Angelo del Pesco, Sesto Campano.


SPECIALE AMMINISTRATIVE 2015: TUTTE LE LISTE E I CANDIDATI COMUNE PER COMUNE

(fonte video: Ministero dell’Interno)

Amministrative 2015 in Molise – I comuni al voto: liste e candidati

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI CAMPOBASSO

bonefro comune

Bonefro

comune di casalciprano

Casalciprano

cercepiccola stemma bianco

Cercepiccola

comune di lupara stemma

Lupara

pietracatella-stemma

Pietracatella

stemma roccavivara

Roccavivara

stemma-provvidenti

Provvidenti

logo comune pietracupa

Pietracupa

stemma san giuliano del sannio2

S. Giuliano del Sannio

80px-San_Polo_Matese-Stemma

San Polo Matese

montenero di bisaccia stemma comune

Montenero di Bisaccia

[banner size=”468X60″]

COMUNI AL VOTO IN PROVINCIA DI ISERNIA

stemma chiauci

Chiauci

poggio sannita stemma

Poggio Sannita

Pozzilli_Stemma

Pozzilli

roccasicura-240x300

Roccasicura

Sesto_Campano-Stemma

Sesto Campano

stemma-acquaviva-d-isernia

Acquaviva d’Isernia

stemma muontenero valcocchiara ok

Montenero Valcocchiara

santangelodelpesco

S. Angelo del Pesco

[banner size=”468X60″]