Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Frana Civitacampomarano, c’è l’ok in Prefettura: uffici comunali trasferiti nei locali dell’ex giudice di pace. Continuano i sopralluoghi

Il 16 marzo scorso, promossa dal Prefetto di Campobasso Maria Guia Federico, si è tenuta in Prefettura una riunione per risolvere la problematica del trasferimento degli Uffici del Municipio di Civitacampomarano in altro immobile, vista l’urgente necessità di disporre l’evacuazione della sede comunale, interessata da un importante movimento franoso che ha coinvolto il centro abitato del paese e che ha costretto il sindaco ad ordinare l’evacuazione di sei abitazioni, mentre altre sono oggetto di valutazione. L’incontro, a cui hanno preso parte, oltre al Sindaco del Comune di Civitacampomarano, anche il Presidente del Tribunale di Campobasso, i referenti dell’Avvocatura Distrettuale dello Stato, il Direttore dell’Agenzia del Demanio e rappresentanti del Provveditorato alle Opere Pubbliche, è stato indetto per esaminare la possibilità di trasferire la sede municipale nei locali che fino a qualche anno fa ospitavano gli Uffici del giudice di pace e che allo stato non risultano più utilizzati per le esigenze dell’amministrazione giudiziaria. Dopo aver approfondito gli aspetti tecnici, organizzativi e giuridici connessi al trasferimento, acquisito l’assenso dell’amministrazione giudiziaria all’utilizzo dell’immobile, è stato concordato che nell’immediato il Sindaco avrebbe provveduto ad emanare un provvedimento d’urgenza per l’occupazione dei locali in questione, nelle more della definizione delle procedure per la cessione dell’immobile stesso. Funzionari del Tribunale del capoluogo hanno già proceduto alla consegna al Comune dell’immobile, che sarà adibito a nuova sede del Municipio non appena completati gli interventi strettamente necessari a renderlo funzionale all’uso.

Neve e detriti sull’asfalto, la Provinciale interrotta da clamorosa frana. Comuni isolati, residenti chiedono interventi urgenti

Il pericolo slavine dei giorni scorsi ha messo in luce un problema molto sentito anche in Molise, quello del rischio idrogeologico. Nei punti più delicati la neve costituisce una possibile concausa a frane e smottamenti, spesso motivo di isolamento di intere comunità se non di vero e proprio pericolo per l’incolumità umana. Da giorni la Strada Provinciale 163 che collega Civitacampomarano a Castelmauro è interessata da una clamorosa frana di fango, neve e detriti che ha invaso quasi completamente la carreggiata. Il tratto della provinciale è perciò inaccessibile e gli automobilisti sono costretti a percorsi alternativi. Lo sanno bene i residenti dei due comuni, che da anni devono fare i conti con situazioni simili. Purtroppo, in mancanza di interventi pianificati, ci si riduce a lavori riparatori, spesso in ritardo e non risolutivi.

ACCADDE OGGI: il 23/1/1799 la Repubblica Partenopea e i patrioti molisani

nella foto piazza Gabriele Pepe a Campobasso

Il 23 gennaio 1799 a Napoli viene proclamata la Repubblica Partenopea basata sui principi di giustizia e fratellanza che furono della Rivoluzione Francese del 1789. Nacque dunque con l’appoggio delle truppe francesi, un governo provvisorio composto da venti membri. Tra questi ricordiamo Carlo Lauberg, Ignazio Ciaia, Melchiorre Delfico e il giurista lucano Mario Pagano. Personaggi molisani di spicco della Rivoluzione napoletana furono Gabriele Pepe e Vincenzo Cuoco. Entrambi nati a Civitacampomarano, il primo fu alfiere nell’esercito napoletano e partecipò nel1799, dove aver abbracciato la causa della Repubblica, ai fatti di Benevento e Portici dove venne ferito, rinchiuso nelle carceri di Vicaria a Napoli e successivamente costretto all’esilio. Vincenzo Cuoco invece durante la fase repubblicana fu segretario di Ignazio Falconieri ed ebbe l’incarico di organizzatore del Dipartimento del Volturno. Dopo la caduta della Repubblica e il ritorno dei Borboni fu condannato alla confisca dei beni e costretto all’esilio a Parigi e poi a Milano, dove nel 1801 pubblicò una delle sue più grandi opere “Saggio storico sulla rivoluzione napoletana” dove scrive: “la nostra rivoluzione, essendo una rivoluzione passiva, l’unico mezzo di condurla a buon fine era quello di guadagnare l’opinione del popolo. Ma le vedute dei patrioti e quelle del popolo non erano le stesse: essi avevano diverse idee, diversi costumi e lingue diverse”. Vincenzo Cuoco muore a Napoli nel 1823 e viene ricordato come il più illustre cronista di quella breve ma intensa parentesi storica che fu la Repubblica Partenopea. GiuPrio

Distretto turistico Molise orientale, Mibact firma il decreto. Nel consorzio entrano a far parte 40 comuni

Distretto turistico “Molise orientale”, via libera dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il ministro Dario Franceschini ha firmato il decreto che istituisce il consorzio. “Ringraziamo il ministro Franceschini per l’attenzione e il sostegno offerti a un’iniziativa che si fonda e fa leva al tempo stesso sulla volontà di tanti nostri comuni, 40, di unirsi e fare sintesi per favorire nella condivisione un reale sviluppo del potenziale turistico del nostro territorio, puntando, per agevolarla, sull’interlocuzione con le imprese locali”, dichiara il governatore. “Il Ministero ha riconosciuto la qualità della proposta presente nel Distretto “Molise orientale”, una governance attenta e mirata a una visione organica e sistemica pubblico-privato, necessaria alla crescita del settore: siamo soddisfatti”. Dal presidente della Regione “un plauso particolare va al commissario straordinario dell’Azienda di soggiorno e turismo di Termoli, Remo Di Giandomenico, protagonista diretto e partecipe già nella genesi del progetto, e al consigliere delegato al Turismo, Domenico Di Nunzio. Naturalmente – conclude Frattura – siamo riconoscenti ai sindaci e agli amministratori dei centri che hanno aderito: oggi sono loro e le loro comunità l’essenza del Distretto”. La delimitazione dell’ambito territoriale è stata formalizzata a Palazzo Vitale durante la riunione della Conferenza dei servizi, presieduta da Frattura, lo scorso 25 maggio. Fanno parte del Distretto turistico “Molise orientale” i comuni di Acquaviva Collecroce, Bonefro, Campomarino, Casacalenda, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Gambatesa, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Lupara, Macchia Valfortore, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montelongo, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Provvidenti, Ripabottoni, Roccavivara, Rotello, Salcito, Santa Croce di Magliano, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Sant’Elia a Pianisi, Tavenna, Termoli, Trivento e Ururi.

Festa dei Musei, molisani e turisti riempiono i siti archeologici della regione: visite, conferenze e musica

museo sannitico 2Musei aperti anche oggi per la prima festa organizzata ad hoc sul tema ‘Musei e Paesaggi culturali’ da parte del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo. Il Polo Museale del Molise ha aderito all’iniziativa con aperture straordinarie ed eventi collegati. Ieri al Museo Sannitico di Campobasso diversi appuntamenti per bambini e adulti hanno caratterizzato l’intera giornata, dalle ‘Storie del Castello di Cola’ al resoconto di due anni di attività di Me.Mo. Cantieri Culturali, dall’arte contemporanea di De Chirico a quella del campobassano Trivisonno, fino al concerto in serata del Perosi. Anche in altri punti del Molise aperture straordinarie ed eventi hanno regalato a molti molisani e turisti di fuori regione una giornata di intrattenimento, fra il Paleolitico di Isernia, il sito archeologico di Venafro e i Castelli di Di Capua, Pandone e di Civitacampomarano. Questi invece gli appuntamenti di oggi:

museo sannitico 3orari ordinari e la gratuità prevista in occasione di ogni prima domenica del mese con i seguenti appuntamenti:
Castello di Capua – Gambatesa
17:00 – Concerto in acustico da solo chitarra e voce del cantautore molisano Luigi Farinaccio Museo nazionale del paleolitico d’Isernia
10:00-13:00 – “Scopriamo il Museo”, visita guidata tematica alla scoperta del patrimonio preistorico della regione Molise, Me.MO Cantieri Culturali Museo Archeologico di Venafro
8:30-19:30 – apertura straordinaria della Chiesa di Santa Chiara, appartenente al patrimonio FEC, annessa all’antico convento seicentesco che ospita il Museo archeologico Museo nazionale di Castello Pandone – Venafro
9:00-13:00 – percorso didattico alla scoperta del patrimonio per famiglie e bambini dai 4 ai 10 anni, Me.MO Cantieri Culturali

Festa della Musica, il programma promosso dal Polo museale del Molise

A partire da quest’anno, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con il contributo della SIAE e in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero della Difesa, il Ministero della Giustizia, il Ministero della Salute, l’Anci, la Conferenza delle Regioni, promuove, insieme all’AIPFM, la Festa della Musica del 21 giugno. Ad aprire le iniziative sarà la Capitale Italiana della Cultura per il 2016: il 18 giugno a Mantova si terrà la prima ‘1000 giovani per la Festa della Musica’. Il Polo museale del Molise aderisce a questo evento europeo con i seguenti appuntamenti:
Campobasso – Museo Sannitico
19 giugno, ore 16:00
“Suoni per …aria” – Coro dell’Università del Molise
Bayan, Angelo Miele – Direttore, Gennaro Continillo

21 giugno , ore 16:00
“La mia fisarmonica” – Fisarmonica, Leonardo Prezioso
Civitacampomarano – Castello

19 giugno, ore 17:00
“Trio Flauto, Oboe, Fagotto” – Conservatorio di Musica di Campobasso: Flauto, Andrea Santangelo –Oboe, Marta Binetti – Fagotto, Agustin Toma

Isernia – Museo nazionale del paleolitico
21 giugno, ore 17:00
“Duo Flauto-Chitarra” – Conservatorio di Musica di Campobasso:
Flauto, Andrea Santangelo – Chitarra, Rossella Sebastiano

Amministrative 2016. Lo spoglio in diretta e gli eletti sindaci comune per comune nella provincia di Campobasso. Affluenza: 61,30%

Sono 15 i comuni in provincia di Campobasso in cui nella giornata di domenica 5 giugno si è votato per eleggere gli amministratori cittadini. Di seguito i sindaci eletti secondo il risultato delle urne. (dati in aggiornamento)

 

Bojano – Eletto sindaco MARCO DI BIASE

DARIO PATULLO – Movimento 5 Stelle 7,85%
MARCO DI BIASE – Bojano Futura 36,73%
MASSIMO ROMANO – Bojano Domani 30,11%
GAETANO POLICELLA -Bojano Unita 17,12%
ALFONSO MAINELLI – Area Matese 8,16%

Eletto sindaco Marco Di Biase
(guarda i risultati qui)

 

Baranello

Eletto sindaco Marco Maio
(guarda i risultati qui)

 

Campochiaro

Eletto sindaco Antonio Carlone
(guarda i risultati qui)

 

Civitacampomarano

Eletto sindaco Paolo Manuele
(guarda i risultati qui)

 

Guardiaregia

Eletto sindaco Fabio Iuliano
(guarda i risultati qui)

 

Macchia Valfortore

Eletto sindaco Antonio Carozza
(guarda i risultati qui)

 

Matrice

Eletto sindaco Arcangelo Lariccia
(guarda i risultati qui)

 

Molise

Eletto sindaco Domenico Cirelli
(guarda i risultati qui)

 

Morrone

Eletto sindaco Domenico Antonio Colasurdo
(guarda i risultati qui)

 

Portocannone

Eletto sindaco Giuseppe Caporicci
(guarda i risultati qui)

 

San Biase

Eletto sindaco Isabella Di Florio
(guarda i risultati qui)

 

San Giacomo degli Schiavoni

Eletto sindaco Costanzo Della Porta
(guarda i risultati qui)

 

San Massimo

Eletto sindaco Alfonso Leggieri
(guarda i risultati qui)

 

Sepino

Eletto sindaco Paolo Pasquale D’Anello
(guarda i risultati qui)

 

Ururi

Eletto sindaco Raffaele Primiani
(guarda i risultati qui)

 

 

Notte dei musei, oggi aperture straordinarie in siti storici e archeologici della regione

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali aderisce alla dodicesima edizione della ‘Notte europea dei musei’, prevista per oggi 21 maggio. L’iniziativa, posta sotto il patrocinio del Consiglio d’Europa, dell’Unesco e dell’Icom, è volta a promuovere e incentivare la conoscenza del patrimonio e dell’identità culturale nazionale ed europea. Un’occasione eccezionale per visitare musei e luoghi della cultura al di fuori degli abituali orari di apertura al pubblico, il Polo museale del Molise assicura le aperture serali straordinarie dei siti di propria competenza con i seguenti orari e appuntamenti:

musei aperti 21 maggio

 

Le visite gratuite sono a cura dell’Associazione Me.Mo Cantieri Culturali. L’ingresso è gratuito ad eccezione del Museo nazionale del Paleolitico di Isernia e del Museo Archeologico di Venafro il cui biglietto avrà il prezzo simbolico di 1 euro.

Amministrative 2016. Civitacampomarano, liste e candidati

Due candidati sindaci a Civitacampomarano.

 

GIOVANNI GIORGIO – Per Civita

Pina De Marinis
Pasquale Di Matteo
Maria Larocca
Barbara Manuele
Maria Teresa Mastroiacovo
Concetta Pomponio
Patrizia Ricciuti

 

PAOLO MANUELE – Democraticamente Civita

Giovanni Carelli
Antonio D’Angelo
Pasqualino D’Astolfo
Valeria Di Ninno
Luciana Di Paolo
Mario Leuci
Antonio Pomponio
Marco Ricciuti