Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Fondi europei per progetti specifici, due incontri pubblici promossi dai 5 Stelle

Fondi europei e nuove risorse, sarà questo il focus dei due incontri pubblici previsti in Molise  promossi dal Movimento 5 Stelle nel week-end. Gli eventi si terranno sabato 18 febbraio a Palata, presso la sala consiliare di via Pertini, con inizio alle ore 18 e domenica 19 febbraio a Rocchetta a Volturno, presso il Museo internazionale delle Guerre Mondiali, sempre alle ore 18. Saranno presenti i portavoce M5S in Consiglio regionale Patrizia Manzo e Antonio Federico, la promotrice degli eventi Daniela Aiuto, portavoce M5S al Parlamento Europeo con il gruppo Efdd (Europa della Libertà e della Democrazia diretta) e l’europrogettista Andrea Boffi. Gli incontri serviranno a chiarire tutti gli aspetti legati ai fondi europei diretti e indiretti, ovvero le sovvenzioni destinate a progetti specifici collegati alle politiche dell’Unione europea, sui quali c’è ancora molta disinformazione. Tali fondi sono una risorsa, sono soldi dei cittadini, rappresentano una risposta concreta ai bisogni dei più e chiunque deve avere la possibilità di accedervi. Quindi i convegni saranno importanti per tutti, in particolare per imprenditori, artigiani, commercianti e amministratori locali alla ricerca di nuove risorse. Gli ospiti spiegheranno come districarsi tra i diversi tipi di fondi dando consigli utili per creare progetti sostenibili e finanziabili, forniranno spunti interessanti a chi incontra sempre più spesso ostacoli con l’accesso al credito, a chi non può investire o rinnovare la produzione, a chi non può diversificare l’offerta per mancanza di liquidità. Insomma i fondi europei sono un’opportunità reale per imprese ed enti locali.

Accoglienza e integrazione, a Palata un convegno contro le polemiche

Dope le polemiche scoppiate a Palata all’arrivo di un gruppo di rifugiati, l’associazione “Palata Antirazzista e solidale”, in collaborazione con l’Osservatorio sulla Repressione, organizza per sabato 19 novembre alle ore 17 presso la sala consiliare del Comune un convegno dal tema “Accoglienza e integrazione: risorse e opportunità di crescita per la comunità locale”. Interverranno:

Annamaria Rivera – antropologa, docente universitaria e studiosa delle discriminazioni

Loredana Costa – associazione dalla parte degli ultimi

Michele Fratino – amministratore del Comune di Jelsi

rappresentanti della Cooperativa sociale “Marinella”

I lavori saranno introdotti da Italo Di Sabato portavoce nazionale dell’Osservatorio sulla Repressione

Primo gazebo informativo di Forza Nuova, giovani a dibattito sul referendum costituzionale

“Ieri i militanti molisani di Forza Nuova hanno tenuto il loro primo gazebo informativo a Palata, distribuendo un volantino con alcuni punti del programma politico forzanovista,’’ dichiara Michele Fiorita coordinatore regionale del movimento nazionalista. ‘’Ottima è stata la risposta dei cittadini che si sono fermati nei pressi del gazebo per discutere dello stato della politica regionale e nazionale, con una particolare attenzione verso il prossimo referendum costituzionale e la preoccupazione per i presunti profughi arrivati a Palata per imposizione del prefetto. Quella di ieri è stata la prima di una serie di iniziative che nei prossimi mesi vedranno Forza Nuova impegnata a Palata e nei comuni limitrofi.”

Profughi, a Palata i cittadini firmano (inutilmente) per bloccare nuovi arrivi. Forza Nuova: ‘Ignorata la volontà popolare’

“Nella totale indifferenza nei confronti della sovranità popolare, testimoniata da 900 firme raccolte a fronte di una popolazione di circa 1800 abitanti, ieri mattina sono arrivati a Palata 24 profughi africani’’, dichiara Michele Fiorita, coordinatore regionale di Forza Nuova. “Il governo italiano, per il quale il concetto di volontà popolare è solo uno specchietto per le allodole da sfoderare in determinati giorni dell’anno, continua a raccogliere profughi, senza alcuna azione di contrasto, senza alcuna previsione di rientro e soprattutto senza alcun piano per garantire la sicurezza dei cittadini, con il solo intento di soddisfare la fame di business di alcune cooperative e assecondare i diktat europei. Forza Nuova è vicina ai cittadini di Palata che hanno scelto di unirsi ed opporsi ad un’ imposizione che in molti comuni italiani ha causato enormi problemi e resterà vigile sia sul tema della sicurezza che sull’utilizzo dei fondi destinati ai seppur pochi minori arrivati”.

Droga in macchina, giovani pusher beccati dai militari con marijuana e bilancino: arrestati due 19enni

I Carabinieri hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti due diciannovenni incensurati, residenti a Tavenna. In particolare, i militari della Stazione di Palata nel corso di un’attività di controllo del territorio, svolta durante la notte e finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno fermato due giovani a bordo di un’autovettura sospetta, al cui interno, a seguito di perquisizione, ben occultati, sono stati rinvenuti circa 70 grammi di marijuana, nonché un bilancino di precisione. La droga è stata sottoposta a sequestro e i due giovani sono stati tratti in arresto per poi essere condotti nei propri domicili a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Le indagini sono tuttora in corso per individuare eventuali altri soggetti coinvolti. Continua, dunque, serrata l’attività dell’Arma per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti sulla costa molisana ma anche nei territori interni più impervi.

Distretto turistico Molise orientale, Mibact firma il decreto. Nel consorzio entrano a far parte 40 comuni

Distretto turistico “Molise orientale”, via libera dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Il ministro Dario Franceschini ha firmato il decreto che istituisce il consorzio. “Ringraziamo il ministro Franceschini per l’attenzione e il sostegno offerti a un’iniziativa che si fonda e fa leva al tempo stesso sulla volontà di tanti nostri comuni, 40, di unirsi e fare sintesi per favorire nella condivisione un reale sviluppo del potenziale turistico del nostro territorio, puntando, per agevolarla, sull’interlocuzione con le imprese locali”, dichiara il governatore. “Il Ministero ha riconosciuto la qualità della proposta presente nel Distretto “Molise orientale”, una governance attenta e mirata a una visione organica e sistemica pubblico-privato, necessaria alla crescita del settore: siamo soddisfatti”. Dal presidente della Regione “un plauso particolare va al commissario straordinario dell’Azienda di soggiorno e turismo di Termoli, Remo Di Giandomenico, protagonista diretto e partecipe già nella genesi del progetto, e al consigliere delegato al Turismo, Domenico Di Nunzio. Naturalmente – conclude Frattura – siamo riconoscenti ai sindaci e agli amministratori dei centri che hanno aderito: oggi sono loro e le loro comunità l’essenza del Distretto”. La delimitazione dell’ambito territoriale è stata formalizzata a Palazzo Vitale durante la riunione della Conferenza dei servizi, presieduta da Frattura, lo scorso 25 maggio. Fanno parte del Distretto turistico “Molise orientale” i comuni di Acquaviva Collecroce, Bonefro, Campomarino, Casacalenda, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colletorto, Gambatesa, Guardialfiera, Guglionesi, Larino, Lupara, Macchia Valfortore, Mafalda, Montecilfone, Montefalcone del Sannio, Montelongo, Montemitro, Montenero di Bisaccia, Montorio nei Frentani, Morrone del Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Provvidenti, Ripabottoni, Roccavivara, Rotello, Salcito, Santa Croce di Magliano, San Felice del Molise, San Giacomo degli Schiavoni, San Giuliano di Puglia, San Martino in Pensilis, Sant’Elia a Pianisi, Tavenna, Termoli, Trivento e Ururi.

Botte continue fra le mura domestiche, marito violento arrestato e condotto in carcere dai Carabinieri. Dovrà scontare una condanna di tre anni e quattro mesi

Arrestato un 59enne su ordine della Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello del Tribunale di Campobasso, eseguito dai Carabinieri della Stazione di Palata, per una condanna definitiva per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni. L’uomo è stato prelevato dai Carabinieri agli ordini del Maresciallo Tartaglia e condotto in carcere dove dovrà scontare la pena di tre anni e quattro mesi di reclusione poiché condannato dalla Corte di Assise di Appello di Campobasso per i reati di maltrattamenti, lesioni e altro per fatti risalenti al maggio del 2007. L’arresto dell’epoca scaturì grazie al coraggio della moglie dell’arrestato la quale, con la sua denuncia, consentì ai militari di ricostruire una brutta storia di maltrattamenti subiti unitamente ai propri figli.

Un museo per far rivivere gli antichi mestieri. Sabato l’inaugurazione

12976789_994602967289881_5932045570051559478_o (1)

“Non vediamo l’ora di aprire le porte della nostra nuova sede per accogliere tutti ed invitare ciascuno ad una collaborazione attiva e partecipata, che ci porterà a sviluppare tanti nuovi eventi”. Così il presidente della Pro loco di Palata, Simone D’Alfonso, annuncia l’inaugurazione della nuova sede, sabato 23 aprile. L’ente associativo dai molteplici scopi sociali, tra cui la valorizzazione della realtà turistica, storica e culturale ha finalmente una nuova location da cui dovranno irradiarsi tutte le nuove attività dell’Associazione.
Prima del taglio del nastro ci sarà alle 17.00 nella sala consiliare del comune di Palata il convegno dedicato interamente agli antichi mestieri, da quelli del passato ad oggi.
Apriranno il convegno il presidente della Pro-loco di Palata Simone D’Alfonso e il sindaco Michele Berchicci. Successivamente sarà lo storico del paese Maurizio Marchetti a far volare con l’immaginazione indietro nel tempo illustrando il cambiamento dei mestieri del passato con quelli del presente. Quest’ultimo inoltre porterà a conoscenza i cittadini, dopo accurati studi, di documenti che attestano l’esistenza del “Ducato de la Palata”.
Parteciperanno all’evento l’ex preside del Liceo Classico di Termoli e storico molisano Antonio Mucciaccio, il presidente del consiglio della regione Molise Vincenzo Cotugno, il presidente della provincia di Campobasso Rosario De Matteis, l’assessore regionale alle politiche agricole Vittorino Facciolla e il presidente della regione Molise Paolo Di Laura Frattura.
Alla fine del convegno sarà inaugurato il Museo dei mestieri nonché nuova sede della Pro-Loco in via Roma. Il museo farà rivivere, attraverso l’esposizione di alcuni vecchi strumenti donati dagli abitanti del paese, la cultura dei più nobili mestieri già esistenti al tempo del “Ducato de la Palata” comprese le origini contadine e artigiane della comunità palatese. Tra gli strumenti presenti nel museo ci sarà “U Torchje de la Palata”, un antico torchio riportato alla luce il 25 Febbraio 2016 dalla Pro-Loco che, dopo un accurato restauro, è stato assemblato e sarà esposto nella nuova sede. A fine serata ci sarà un buffet gentilmente offerto dalla Pro Loco ed il ringraziamento finale da parte del Presidente D’Alfonso.

Alessio Bracone

Sp 163, sindaci soddisfatti del finanziamento: ‘Auspichiamo che i lavori inizino entro giugno’

I sindaci di Acquaviva Collecroce, Palata, San Felice Del Molise e Tavenna esprimono soddisfazione e commentano favorevolmente le ultime vicende che interessano la viabilità regionale e in particolare la strada di collegamento “SP 163 – Castellelce”. I lavori della strada provinciale potranno essere completati grazie agli ultimi provvedimenti della Regione Molise che ha garantito un finanziamento pari a 2 milioni di euro e grazie alla decisione della Provincia di Campobasso di revocare parzialmente la delibera che, invece, evidenziando le criticità e la vulnerabilità del tracciato, nonché le difficoltà economico-finanziarie dell’ente, chiedeva inizialmente la riprogrammazione dei fondi destinandoli alla messa in sicurezza di altre strade provinciali. <<La Castellelce è una strada fondamentale per la viabilità dei nostri comuni – dichiarano i sindaci Francesco Trolio, Michele Berchicci, Corrado Zara e Simone Spadanuda, – pertanto rivolgiamo un ringraziamento all’Assessore Regionale ai lavori pubblici e infrastrutture, Pierpaolo Nagni, per aver assicurato i fondi in modo da procedere al suo completamento, al Presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, per aver compreso l’importanza strategica dell’opera evitando che il finanziamento venisse utilizzato per altre strade. Un sentito grazie anche al Consigliere Regionale Cristiano Di Pietro, per essersi fatto portavoce delle nostre istanze facilitando il dialogo con gli Enti interessati, nonché al Consigliere provinciale, Simona Contucci per aver seguito la vicenda. Nel ribadire l’importanza strategica dell’opera che, una volta completata, comporterebbe vantaggi non solo per i nostri comuni ma anche per quelli non direttamente interessati, auspichiamo un corretto utilizzo dei fondi e che i lavori vengano appaltati entro il 30 giugno>>.

(in foto i sindaci Francesco Trolio, Michele Berchicci e Simone Spadanuda)