Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Basket in carrozzina, la Fly Sport Inail fa visita al fanalino di coda Foligno nella penultima giornata di campionato

Penultimo impegno stagionale e seconda trasferta consecutiva per la Fly Sport Inail Molise. Domani, infatti, i cestisti termolesi saranno ospiti della compagine del Foligno che occupa l’ultima posizione nella graduatoria parziale del girone C della serie B nazionale. L’obiettivo dichiarato dal team molisano è quello di consolidare il terzo posto possibilmente con due vittorie per chiudere la stagione nel migliore dei modi. “Ad inizio campionato l’obiettivo che volevamo centrare come minimo stagionale era il terzo posto visto che il Rieti e il Lecce ci sembravano formazioni decisamente più forti di noi. Obiettivo minimo che abbiamo già centrato e che puntiamo a puntellare in queste due ultime giornate di ritorno per consolidare ancor di più la nostra posizione. Come tecnici siamo oltremodo soddisfatti della stagione dei nostri ragazzi e ragazze anche se, come sempre, con il senno di poi si poteva fare qualcosa in più. Il nostro campionato e le nostre soddisfazioni sono stati ampiamente soddisfacenti e la squadra è ulteriormente cresciuta sia a livello di gruppo sia a livello tecnico. Non potevamo chiedere di più – hanno ribadito Loperfido e Torregiani”.

Anniversario Trattati di Roma, nuovo appello del Movimento Federalista Europeo a Comuni e Province: ‘Progetto di unificazione parte dal basso’

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Movimento Federalista Europeo di Termoli:

L’Europa si costruisce dal basso se vogliamo che sia lo scrigno della democrazia, dell’eguaglianza, dell’inclusione e del progresso che sogniamo. Viviamo tempi delicati in cui politica ed istituzioni vengono messe in discussione e, a gran voce, si chiede una nuova organizzazione istituzionale capace di raccogliere le istanze dei cittadini di tutto il continente europeo. Il progetto di Europa che, da federalisti europei, portiamo avanti è diverso dall’attuale UE, vogliamo cambiare. Crediamo che il progetto della federazione dell’Europa debba cominciare ora e dal basso, dovrà essere sentito da cittadini e amministratori a tutti i livelli, a partire da quello comunale, il più vicino ai cittadini. Chiediamo che la politica inizi a fare proposte programmatiche serie sul futuro dell’Europa portando il contraddittorio anche nelle elezioni amministrative. Il Movimento federalista Europeo di Termoli ha proposto a molti Comuni della regione ed alle due Province di esprimersi a favore di questo progetto in occasione della celebrazione dei 60 anni dei trattati di Roma. Purtroppo registriamo solo l’adesione di due comuni, Termoli e Mafalda che con proprie delibere di giunta si sono espressi a sostegno del progetto federale europeo auspicando che i capi di Stato e di Governo che si riuniranno a Roma il 25 marzo approvino una roadmap per rilanciare e completare l’unita economica e politica dell’Europa e a sostegno della manifestazione organizzata per chiedere al Governo italiano di battersi, in caso di passaggio ad un’Europa a due velocità, affinchè tutti i paesi dell’Eurozona facciano parte del gruppo di testa che si verrà a creare ed infine di adoperarsi affinchè il 60° anniversario dei trattati di Roma diventi un’occasione di svolta per la storia europea, per superare gli attuali trattati puntando all’Europa federale per realizzare il progetto di Ventotene. Il movimento federalista europeo di Termoli ringrazia di cuore il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca e il sindaco di Mafalda Egidio Riccioni per la determinazione di schierare le due amministrazioni verso un progetto politico nuovo e lungimirante. Ringrazia inoltre il Presidente del consiglio di Termoli che con proprio comunicato ha espresso la sua adesione al progetto federalista e alla manifestazione del 25 marzo. Gli Stati Uniti d’Europa si costruiscono partendo dai cittadini solo così sarà possibile creare, insieme, un destino comune. Il nostro impegno sarà volto ad inserire i cittadini del Molise tra i promotori di questo entusiasmante percorso“.

Gli studenti del Liceo ‘Perrotta’ portano in scena la ‘Mostellaria’ di Plauto

Come ogni anno, in occasione del Certamen Internazionale di Greco antico (in svolgimento in questi giorni) il Laboratorio Teatrale Tagathà dell’I.I.S.S. Alfano da Termoli – Liceo Classico “Perrotta” ha allestito uno spettacolo teatrale tratto dal repertorio plautino, la MOSTELLARIA, in scena presso l’Auditorium “Giovanni Paolo II” presso la parrocchia Santa Maria degli Angeli di Difesa Grande, Venerdì 25 sera, ore 21 per tutti gli interessati. Nella realizzazione del progetto, dalla fase di lettura e scrittura drammaturgica, a quella tecnico-scenografica, si è cercato di tornare al libro, ai fogli, alla penna, alle matite, agli appunti, alle note, cioè alla tradizione, al “classico”, in ogni senso. Attraverso un dinamico rapporto di sinergia, gli alunni del ginnasio coinvolti nel progetto di flessibilità oraria e gli alunni liceali, hanno dato vita ad una originalissima commedia, rielaborando e riscrivendo interamente la commedia plautina che, pur conservando l’originale classicità, diventa moderna e affascinante nello stile, nei toni e nel linguaggio. Un cast di giovani liceali di vero talento artistico presenterà una commedia della classicità, pur rivisitata dal cuore contemporaneo, che mette in scena tutti i temi portanti della vis comica greco-latina: il doppio, il servo dissipatore e viveur, il giovane di buona famiglia traviato e corrotto, la meretrice liberata, l’usuraio avido, il vecchio rimbambito che alla fine tutto perdona: maschere senza tempo che ritroviamo disseminate in ogni narrazione teatrale, dalla commedia dell’arte fino a Ionesco. La storia è semplice: uno schiavo, profittando della partenza del vecchio padrone, ne travia il giovane figlio, introducendolo alle bisbocce, nonché alle frequentazioni di meretrici. Il giovane trasforma la casa paterna in un eterno festino! Di fronte all’improvviso ritorno del padrone, però, la verità rischia di venire a galla, costringendo lo schiavo ad un turbine di ulteriori invenzioni, tra cui quella del fantasma.

 

Il commerciante molisano Domenico Di Lizza e la nipote Simona ‘ignoti’ protagonisti su Rai 1 al gioco delle identità nascoste

Ore 21.45. Finita la stagione dei pacchi di ‘Affari Tuoi’, è ricominciato questa settimana sotto la conduzione di Amadeus il gioco televisivo dei ‘Soliti ignoti’ – con qualche variante rispetto all’edizione precedente condotta da Fabrizio Frizzi – e alla terza puntata, andata in onda stasera, il Molise è già protagonista. Infatti una delle otto identità, delle quali la concorrente di turno ha dovuto provare ad indovinare la professione, è di Termoli: si tratta del signor Domenico Di Lizza, titolare di un negozio di tappeti al centro del comune molisano. Infatti l’opzione a lui associata nel gioco era ‘restaura tappeti persiani’ e indovinare per la concorrente avrebbe significato aggiungere 25mila euro al montepremi. Purtroppo la risposta da lei data è stata ‘disossa 100 polli al giorno’. Ma la scena per il signor Di Lizza non si è chiusa qui. Infatti quest’anno è previsto un finale differente: viene fatto salire sul palco il parente misterioso, ossia una persona che ha un grado di parentela con uno degli ignoti, e per portare a casa i soldi è necessario risolvere quest’ultimo indovinello. La giovane donna entrata in studio, Simona, si è rivelata la nipote del commerciante termolese. Peccato che la concorrente ha preferito associarla alla nota attrice Anna Valle, una delle identità di stasera.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bit di Milano, Molise si riprende la ‘scena’ dopo nove anni di assenza. In partenza sette aziende. Già avviati i contatti con buyer stranieri

Procede spedita l’attività dell’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Termoli e del Distretto Molise Orientale in vista della Bit di Milano. Alla tre giorni milanese il Molise manca da nove anni e nulla, quest’anno, sarà lasciato al caso per poter proporre un nuovo tipo di prodotto promosso dall’ottimo paesaggio della nostra regione, capace di offrire qualsiasi soluzione a tutti coloro che intendono trascorrere una vacanza in Molise. In proposito l’Aast ed il Distretto Molise Orientale, dopo aver già presentato lo spot televisivo, rendono noto che alla Borsa del Turismo di Milano saranno presenti 7 seller molisani che hanno già una ricca agenda colma di appuntamenti per tutti i tre giorni della Bit. I sette operatori del turismo molisani hanno infatti già in programma ben sessantadue incontri con buyer provenienti da diverse nazioni quali l’Olanda, Germania, Norvegia, Russia, Cina, Giappone, Stati Uniti e Vietnam ai quali presenteranno appositi pacchetti turistici ricchi di iniziative e novità. Una ulteriore soddisfazione per Aast e Molise Orientale che da subito hanno voluto puntare sulla Bit di Milano per cercare di rilanciare a livello nazionale e non solo l’ambito del turismo molisano con tutte le sue peculiarietà. Il tutto sarà messo in mostra con un apposito stand multimediale che riprodurrà le bellezze del Molise e che sarà, dal 2 al 4 aprile prossimi, anche luogo di idee, nuova progettualità ma anche di confronto tra seller e buyer in cerca di qualcosa di speciale da presentare poi ai propri clienti. Il tutto all’insegna dell’offerta selezionata che l’Aast e Molise orientale porteranno alla borsa Milano.

Scende dall’auto dopo un incidente e viene travolta da un furgone, tragedia in autostrada. Muore la molisana Raffaella De Prisco

Ore 8.30. Tragedia sull’autostrada A14, dove è rimasta coinvolta la molisana Raffaella De Prisco, 59enne originaria di Termoli. La donna, che vive con la famiglia nelle Marche (Osimo) dove lavora nella Pubblica Amministrazione, è stata travolta da un Fiat Fiorino dopo essere scesa dall’Alfa 156 guidata dal figlio e che pochi secondi prima era finita contro il guardrail della corsia di sorpasso.  L’episodio si è verificato nel territorio fra Silvi e Città Sant’Angelo, in Abruzzo. Secondo quanto ricostruito dalla Polizia Autostradale, l’auto sarebbe finita contro il lato sinistro della carreggiata per evitare un altro veicolo, mamma e figlio a quel punto sarebbero scesi dalla macchina, nel timore che potesse andare a fuoco, perché avrebbero intravisto uscire del fumo dal cofano. Purtroppo la donna, che si trovava sul lato passeggero, pochi attimi dopo aver messo i piedi sull’asfalto è stata travolta dal furgone, che l’avrebbe scaraventata addirittura sulla carreggiata opposta. Feriti il figlio della vittima, 43enne originario di Termoli, e le due persone che si trovavano sul Fiorino, nonno e nipote rispettivamente di 57 e 14 anni. Traffico bloccato per ore. Scene terribili quelle che si sono presentate ai soccorritori. La notizia sta già circolando nella comunità di Termoli dove i due molisani sono conosciuti. La Procura ha aperto un fascicolo sul caso e ha disposto il sequestro dei due principali veicoli coinvolti, l’Alfa 156 e il Fiorino.

(foto e fonte ilcentro.it)

Rotary Club, il molisano Basilio Ciucci eletto governatore di quattro regioni: ‘Un onore, spero di essere all’altezza’

Il Rotary club di Termoli ha conseguito un risultato che definire storico e straordinario è tutt’altro che eufemistico. Uno dei soci, Basilio Ciucci, che sarà presidente dal prossimo primo luglio, quando erediterà il martelletto dall’uscente Emilio Travaglini, è stato eletto Governatore del distretto 2090, che raggruppa le realtà rotaryane di Marche, Abruzzo, Molise e Umbria, per l’anno 2019-2020. L’ufficialità della sua elezione è avvenuta nel corso di un briefing in sede distrettuale venerdì scorso e lo spoglio delle schede provenute da tutti i club delle 4 regioni ha segnato un successo larghissimo per Ciucci. Ha avuto 71 voti su 122 schede considerate valide nello scrutinio, conquistando addirittura la maggioranza assoluta, nonostante fossero tre le candidature espresse. Una affermazione non casuale, che premia l’attività di Ciucci nel corso della sua vita da socio del Rotary, dove ha avuto modo di ricoprire già diversi incarichi, sia all’interno del club di Termoli che nel medesimo ambito distrettuale. Oltretutto, l’elezione di Ciucci a governatore del distretto 2090 del Rotary club, sei anni dopo quella che vide protagonista un altro molisano, Luigi Falasca, avviene in un momento altrettanto significativo per il
club di Termoli, che nell’anno sociale 2018 festeggerà i primi 50 anni dalla fondazione. Queste le dichiarazioni rilasciate dal futuro Governatore distrettuale del Rotary 2090: “Per me è un grande onore e ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto per avermi dato questa possibilità. Credo che la mia nomina sia una soddisfazione non solo per me ma per tutto il nostro club che, per quanto piccolo, dalla creazione del Distretto 2090, avvenuta nel 1983 dalla scissione del Distretto 208 in 2080 e 2090, è l’unico club del Distretto ad avere espresso tre Governatori: l’indimenticato Giampaolo Tagliaferri, il nostro caro Franco Cianci ed ora io, nonostante nel nostro Distretto ci siano club con molti più soci e con tanti anni di Rotary più del nostro. Ma voglio ricordarvi che nella storia del nostro club (quando ancora facevamo parte del Distretto 208), Termoli ha avuto anche un altro Governatore il compianto Alfredo D’Andrea che non riuscì, a causa della sua prematura scomparsa, a presiedere il Distretto. Spero di essere all’altezza di chi, nel club, mi ha preceduto in questo ruolo”. Domattina, mercoledì 22 marzo, alle 11, presso la dirigenza scolastica dell’istituto Gennaro Perrotta di via Asia, presentazione dell’edizione 2017 della gara di greco antico riservato agli studenti dei licei classici di tutta Italia, che avrà luogo in questa settimana.

Scuola aperta, gli agenti della Questura incontrano gli studenti del ‘Boccardo’ e del ‘Tiberio’. Educazione alla legalità come stile di vita

Prosegue l’attività formativa del progetto “Scuola Aperta” con il quale la Questura di Campobasso entra nelle scuole della provincia, realizzando incontri finalizzati all’educazione alla legalità. Ieri l’iniziativa ha fatto tappa a Termoli, coinvolgendo gli alunni degli Istituti Tecnico Commerciale “G. Boccardo” e Tecnico Nautico e per Geometri “U. Tiberio”. Anche in questa occasione, gli operatori della Polizia di Stato appartenenti a varie articolazioni della Questura (Squadra Mobile, U.P.G.S.P. e Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica) e alle Specialità della Polizia Postale e delle Comunicazioni, della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria, hanno aiutato i ragazzi ad affrontare importanti tematiche come la comprensione del concetto di legalità, l’importanza del rispetto delle regole e della necessità di conoscere e riconoscere i comportamenti e le prassi illegali, la promozione di stili di vita improntati alla giustizia sociale, senza tralasciare temi di grande attualità come quello della conoscenza e della prevenzione del bullismo e l’educazione ad un uso consapevole di internet. E’ stato inoltre affrontato il tema dell’educazione stradale, coinvolgendo la giovane platea sull’importanza della conoscenza delle norme fondamentali del Codice della Strada per la tutela della propria e dell’altrui incolumità, soprattutto in relazione all’abuso di alcol e al consumo di droghe. Inoltre, è stato dedicato uno spazio anche all’educazione in ambito ferroviario, tema troppo spesso sottovalutato ma di attuale importanza alla luce dei frequenti tragici eventi di cronaca. L’iniziativa si è svolta in un clima di grande partecipazione e coinvolgimento da parte degli studenti, mostratisi particolarmente interessati agli argomenti trattati nel corso di una “lezione” un po’ diversa dal solito. Il progetto “Scuola aperta”, che ha consentito agli operatori della Polizia di Stato di incontrare – finora – circa mille studenti, continuerà ad essere espletato fino al termine del corrente anno scolastico.

Basket in carrozzina, la Fly Sport Inail cade a Lecce: addio sogno play off. Ora c’è da difendere il terzo posto

Con la sconfitta maturata sul campo del Lecce, seconda forza del girone C, cala il sipario sui sogni di gloria della Fly Sport Inail Molise che anche per quest’anno vede sfumare l’accesso ai play-off promozione per la serie A. Il Rieti e il Lecce, dunque, almeno per ciò che concerne il girone C, accedono di diritto alla post season. Alla Fly Sport Inail Molise restano da giocare solo le ultime due gare della stagione utili a salvaguardare il terzo posto in classifica che attualmente viene condiviso con il Don Orione Roma. A difesa dei cestisti molisani c’è da rimarcare che la società termolese è giunta a Lecce con una formazione fortemente rimaneggiata con la quasi totale assenza di pivot e con i giocatori davvero contati a causa di infortuni e problematiche varie. Una battuta di arresto che spegne il sogno dei play-off ma che non incide affatto sulla determinazione e sul carattere di un gruppo di atleti e di amici che non ha mai mollato, nemmeno nei momenti più duri della stagione. L’obiettivo dei play-off è dunque solo rinviato di un anno.