Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Marcia per l’Europa, anche delegazione molisana del Movimento Federalista in corteo a Roma

Sabato 25 marzo Roma è diventata la capitale d’Europa. Oltre 10.000 persone hanno partecipato alla manifestazione ed alla “March for Europe” organizzate dal Movimento Federalista Europeo ed altre associazioni europeiste, per sottolineare la necessità di accelerare il processo d’integrazione europea. Anche il Molise ha portato il suo contributo con la presenza dei militanti delle sezioni del Movimento Federalista e della Gioventù Federalista di Isernia. “La commemorazione del sessantesimo anniversario della firma dei trattati di Roma, istitutivi della CEE, arriva in un momento in cui le istituzioni europee subiscono il pesante attacco dei movimenti e dei partiti euroscettici che mirano a scardinare il sogno di un’Europa unita”, il commento degli attivisti della sezione molisana. “La marcia per l’Europa ha rappresentato invece la volontà di ribadire, con forza, l’importanza di avere all’interno del “vecchio continente” un sentimento comune quale la cittadinanza europea. Il superamento dei confini, il grido della generazione Erasmus, la richiesta di un’unione politica prima ancora che economica si contrappongono all’Europa dei muri e al ritorno al sovranismo nazionale immaginati dagli euroscettici. L’Europa non è il problema della società del nostro tempo e, con i dovuti accorgimenti, può rappresentare la soluzione ai tanti disagi che affliggono anche il nostro paese. Occorre però, mediante uno sforzo tutt’altro che semplice, dare seguito alle indicazioni di Altiero Spinelli, Umberto Rossi, Jean Monnet, Ursula Hirschmann ed Eugenio Colorni e raggiungere l’Unione politica europea su base federale: un governo europeo ed una camera legislativa europea scelti democraticamente dai cittadini europei. L’Europa non cade dal cielo, per questo motivo e per sottolineare il contributo delle piccole regioni europee che dall’Europa possono trarre enormi benefici, il MFE e la GFE di Isernia hanno voluto rappresentare anche il Molise in quella che, seppur per un giorno, è stata la capitale d’Europa”.

Parte la nuova campagna sociale della Tgr dedicata ai pendolari

Parte lunedì la nuova campagna sociale della Tgr, stavolta dedicata al tema dei pendolari. Come nelle altre redazioni regionali, anche i giornalisti della sede Rai del Molise racconteranno le storie e i problemi di chi ogni giorno si sposta per lavoro o per studio, realizzeranno inoltre inchieste sullo stato delle infrastrutture, quelle esistenti e quelle in progetto. Lunedì inizieranno con un’inchiesta sul terminal di Campobasso, nei giorni successivi saranno sul pullman che quotidianamente trasporta gli operai molisani nelle fabbriche d’Abruzzo, poi si occuperanno dello stato dei lavori della cosiddetta “metropolitana leggera” e degli effetti della mancata realizzazione del raccordo veloce Termoli-casello della A1 di San Vittore. Spazio anche ai lavoratori stranieri, come le badanti, che hanno trovato occupazione nel Molise e che devono affrontare periodicamente viaggi di ritorno nei Paesi d’origine. Come sempre il sito web seguirà la campagna con un dossier mentre sui social sarà lanciato l’hashtag #UnGiornoDaPendolare.

Boccardo: ‘Costituire un osservatorio regionale sugli ammortizzatori sociali’

“Anche in Molise va costituito e reso operativo al più presto un Osservatorio sugli ammortizzatori sociali: per conoscere meglio la realtà delle aziende in crisi e i bisogni di protezione dei lavoratori.” Questa la richiesta del leader della locale UIL, Tecla Boccardo, che incalza: “Occorre registrare anche le richieste di accesso al Fondo di solidarietà FIS che dovrebbe tutelare dipendenti di imprese e datori di lavoro precedentemente «non coperti» dalla cassa ordinaria. Quante sono ore richieste, quanti lavoratori coinvolti, che tipo di aziende sono, quale è la loro grandezza? La conoscenza di questi dati, che si riferiscono ad una amplia platea, porterebbe ad un’analisi più esaustiva dello stato in cui versa il nostro tessuto produttivo ed i lavoratori che in esso operano. I dati nazionali sono preoccupanti: oltre 35 milioni di ore di cassa integrazione registrate a febbraio, che indicativamente sono rappresentative di oltre 208 mila posti di lavoro salvaguardati nel mese. La crescita delle ore di cassa integrazione ordinaria è un segnale di sofferenza che indica l’ingresso di nuove aziende nel vortice della crisi. Ma c’è un ulteriore elemento di preoccupazione: l’aumento, mese dopo mese, dei percettori di indennità di disoccupazione, infatti i beneficiari della Naspi ad ottobre 2016, ultimo dato disponibile, sono oltre 1 milione.” Questi i dati snocciolati dal Segretario generale della UIL Molise, che vorrebbe conoscere anche i dati disaggregati riferiti alla regione e, soprattutto, avere qui una sede di confronto attorno a queste tematiche. “Nel frattempo si accumulano ritardi nella implementazione delle misure di politiche attive per l’occupazione e solo in questi giorni è partita la sperimentazione dell’Assegno di Ricollocazione per un campione molto limitato (circa 30.000) di percettori di Naspi. Quanti di questi sono molisani?” Ma ecco la sfida della Boccardo: “Le politiche di crescita sono, naturalmente, il primo passo necessario per un’inversione di tendenza, ma l’investimento ed il rafforzamento delle politiche attive deve costituire un altrettanto importante tassello per costruire un mercato del lavoro inclusivo, insieme ad una ragionevole revisione delle regole di accesso alla cassa integrazione ordinaria e straordinaria, a partire dalla durata e dal costo eccessivo per le imprese. Tutto questo intendiamo farlo, come sindacato, a Roma. Ma, qui in Molise, vogliamo nel frattempo cominciare a capire per bene dove, come, a favore di che aziende vengono impegnati gli ammortizzatori sociali? Quanti lavoratori, e di che tipologia, riusciamo a proteggere e quanti sono invece coloro che non possono più contare su alcun tipo di intervento pubblico che assicuri loro un minimo di reddito?”

Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, nuovo seminario promosso da Acem e Inail

Proseguono i seminari organizzati dall’ACEM e dall’INAIL Molise, sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro. Nell’ambito del Progetto “Impresa Informa” è stato organizzato un seminario dal titolo “SALUTE E SICUREZZA, LAVORO E SINDACATO NELL’ATTUALE CONTESTO DI RELAZIONI INDUSTRIALI ”, che si svolgerà Lunedì 27 marzo, ore 15, presso la Sala Convegni della Camera di Commercio del Molise a Campobasso. In apertura dei lavori sono previsti gli interventi introduttivi del Direttore Regionale dell’INAIL Molise Dott. Rocco Del Nero, del Presidente dell’ACEM Corrado Di Niro e del dott. Enrico Passerini. Quindi interverranno: Massimiliano Rapone, Segretario FILCA CISL, che parlerà del sistema di rappresentanza e delle relazioni collettive nel Testo Unico sulla sicurezza, Michele Carlucci, RLST FILLEA CGIL, che si occuperà delle rappresentanze dei lavoratori per la sicurezza e delle rappresentanze sindacali e Claudio Perna, FENEAL UIL, Presidente della Edilcassa del Molise, il quale relazionerà sugli enti paritetici. Dopo il question time, le conclusioni saranno affidate all’Assessore Regionale del Molise ai Lavori Pubblici Pierpaolo Nagni. I lavori saranno moderati dal Direttore dell’ACEM Gino Di Renzo.

Bullismo e cyberbullismo, incontro di sensibilizzazione dell’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi

“Il bullismo e il cyberbullismo rappresentano un pericolo reale per i nostri ragazzi, ai quali dobbiamo insegnare, come sistema educativo, a condividere pensieri, paure e problemi. Dobbiamo riuscire a rappresentare un riferimento sicuro a cui i ragazzi possano affidarsi, senza preconcetti o false aspettative. È il nostro ruolo che ce lo impone e non possiamo fuggire dalle nostre responsabilità”. Queste le parole del Dirigente Scolastico dell’I.C. di Sant’Elia a Pianisi, Prof.ssa Patrizia Ancora che, insieme a docenti e ragazzi dell’Istituto, sta portando avanti un progetto finanziato dal MIUR sui pericoli derivanti dalla violenza agita tra i pari, anche attraverso l’utilizzo dei social. “Esiste – continua la Dirigente – una risorsa che va oltre la scuola, alla quale tutti i ragazzi hanno accesso, ed è la loro comunità. Comunità fatta di persone che, attraverso luoghi e linguaggi diversi, possono rappresentare aperture all’esterno per i ragazzi che vivono situazioni di disagio. È a questa comunità che facciamo appello affinché la scuola non resti sola in questo gravoso impegno”. Il titolo dell’iniziativa che si terrà oggi 25 marzo alle ore 16 presso la Sala del Convento dei Frati Cappuccini a Sant’Elia a Pianisi è, infatti, “Nessuno è solo: comunità connesse, proprio a sottolineare questa possibilità di uscita dall’isolamento e l’esclusione, spesso inutilizzata, che si nasconde nella nostra quotidianità.” Dopo aver discusso dei pericoli del web, durante il Convegno “Dentro la rete. La tutela dei minori in Internet” tenutosi a Campobasso il 13 marzo scorso, con l’intervento della Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Filomena Albano, l’Istituto Comprensivo di Sant’Elia a Pianisi, comincia il tour di sensibilizzazione su bullismo e cyberbullismo all’interno delle comunità della regione Molise, previsto dal progetto “Bulli tra reale e virtuale: il ruolo dei pari come elemento di trasformazione”. Le attività saranno progettate insieme all’Università degli studi del Molise, la Cooperativa EDI onlus, gli Ambiti Territoriali Sociali di Campobasso e Riccia-bojano e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise. L’incontro, al quale è prevista la partecipazione di rappresentanti di tutti i partner del progetto e delle amministrazioni comunali delle scuole rientranti nel comprensivo, si chiuderà con una performance dell’attore Marco Caldoro che metterà in scena pensieri e parole sulla violenza tra pari di ragazzi della comunità scolastica.

Anniversario Trattati di Roma, nuovo appello del Movimento Federalista Europeo a Comuni e Province: ‘Progetto di unificazione parte dal basso’

Riceviamo e pubblichiamo la nota del Movimento Federalista Europeo di Termoli:

L’Europa si costruisce dal basso se vogliamo che sia lo scrigno della democrazia, dell’eguaglianza, dell’inclusione e del progresso che sogniamo. Viviamo tempi delicati in cui politica ed istituzioni vengono messe in discussione e, a gran voce, si chiede una nuova organizzazione istituzionale capace di raccogliere le istanze dei cittadini di tutto il continente europeo. Il progetto di Europa che, da federalisti europei, portiamo avanti è diverso dall’attuale UE, vogliamo cambiare. Crediamo che il progetto della federazione dell’Europa debba cominciare ora e dal basso, dovrà essere sentito da cittadini e amministratori a tutti i livelli, a partire da quello comunale, il più vicino ai cittadini. Chiediamo che la politica inizi a fare proposte programmatiche serie sul futuro dell’Europa portando il contraddittorio anche nelle elezioni amministrative. Il Movimento federalista Europeo di Termoli ha proposto a molti Comuni della regione ed alle due Province di esprimersi a favore di questo progetto in occasione della celebrazione dei 60 anni dei trattati di Roma. Purtroppo registriamo solo l’adesione di due comuni, Termoli e Mafalda che con proprie delibere di giunta si sono espressi a sostegno del progetto federale europeo auspicando che i capi di Stato e di Governo che si riuniranno a Roma il 25 marzo approvino una roadmap per rilanciare e completare l’unita economica e politica dell’Europa e a sostegno della manifestazione organizzata per chiedere al Governo italiano di battersi, in caso di passaggio ad un’Europa a due velocità, affinchè tutti i paesi dell’Eurozona facciano parte del gruppo di testa che si verrà a creare ed infine di adoperarsi affinchè il 60° anniversario dei trattati di Roma diventi un’occasione di svolta per la storia europea, per superare gli attuali trattati puntando all’Europa federale per realizzare il progetto di Ventotene. Il movimento federalista europeo di Termoli ringrazia di cuore il sindaco di Termoli Angelo Sbrocca e il sindaco di Mafalda Egidio Riccioni per la determinazione di schierare le due amministrazioni verso un progetto politico nuovo e lungimirante. Ringrazia inoltre il Presidente del consiglio di Termoli che con proprio comunicato ha espresso la sua adesione al progetto federalista e alla manifestazione del 25 marzo. Gli Stati Uniti d’Europa si costruiscono partendo dai cittadini solo così sarà possibile creare, insieme, un destino comune. Il nostro impegno sarà volto ad inserire i cittadini del Molise tra i promotori di questo entusiasmante percorso“.

Gli studenti del Liceo ‘Perrotta’ portano in scena la ‘Mostellaria’ di Plauto

Come ogni anno, in occasione del Certamen Internazionale di Greco antico (in svolgimento in questi giorni) il Laboratorio Teatrale Tagathà dell’I.I.S.S. Alfano da Termoli – Liceo Classico “Perrotta” ha allestito uno spettacolo teatrale tratto dal repertorio plautino, la MOSTELLARIA, in scena presso l’Auditorium “Giovanni Paolo II” presso la parrocchia Santa Maria degli Angeli di Difesa Grande, Venerdì 25 sera, ore 21 per tutti gli interessati. Nella realizzazione del progetto, dalla fase di lettura e scrittura drammaturgica, a quella tecnico-scenografica, si è cercato di tornare al libro, ai fogli, alla penna, alle matite, agli appunti, alle note, cioè alla tradizione, al “classico”, in ogni senso. Attraverso un dinamico rapporto di sinergia, gli alunni del ginnasio coinvolti nel progetto di flessibilità oraria e gli alunni liceali, hanno dato vita ad una originalissima commedia, rielaborando e riscrivendo interamente la commedia plautina che, pur conservando l’originale classicità, diventa moderna e affascinante nello stile, nei toni e nel linguaggio. Un cast di giovani liceali di vero talento artistico presenterà una commedia della classicità, pur rivisitata dal cuore contemporaneo, che mette in scena tutti i temi portanti della vis comica greco-latina: il doppio, il servo dissipatore e viveur, il giovane di buona famiglia traviato e corrotto, la meretrice liberata, l’usuraio avido, il vecchio rimbambito che alla fine tutto perdona: maschere senza tempo che ritroviamo disseminate in ogni narrazione teatrale, dalla commedia dell’arte fino a Ionesco. La storia è semplice: uno schiavo, profittando della partenza del vecchio padrone, ne travia il giovane figlio, introducendolo alle bisbocce, nonché alle frequentazioni di meretrici. Il giovane trasforma la casa paterna in un eterno festino! Di fronte all’improvviso ritorno del padrone, però, la verità rischia di venire a galla, costringendo lo schiavo ad un turbine di ulteriori invenzioni, tra cui quella del fantasma.

 

Giornate FAI di Primavera e 15° World Wide Instameet, passeggiata alla scoperta di Trivento

Sabato 25 (ore 10-13) e Domenica 26 (ore 10-13 / 15-18), a Trivento, in occasione delle Giornate FAI di Primavera e del 15° World Wide Instameet, i corsi di Laurea triennale in Scienze Turistiche e di Laurea magistrale in Turismo e Beni culturali, della sede termolese, invitano tutti a partecipare al primo Instameet in Molise. Gli studenti del polo turistico termolese, coordinati dalla prof.ssa Monica Meini e dal prof. Marco Petrella, in collaborazione con la delegazione FAI di Campobasso, guideranno i visitatori alla scoperta del Centro storico di Trivento. Lungo la passeggiata, i visitatori potranno ammirare e fotografare le piccole meraviglie nascoste. Al 15° Instameet non si sono sottratti alcuni studenti volenterosi del polo termolese, che credono, ai fini della valorizzazione turistica, nella potenza e nella condivisione attraverso i social network, i quali hanno deciso di organizzare il World Wide Instameet 15 anche il Molise. Essi hanno voluto fortemente organizzare questo evento, contattando tutti le community del territorio (Volgo Italia, Volgo Molise, Volgo Campobasso, Volgo Isernia, The Hub Molise, Vivo Molise, Moli.se, Yallers Molise), scegliendo Molise a colori (nato dall’idea di una ex laureata in Archeologia, Beni culturali e Turismo) come blog ufficiale dell’evento e contattando uno studente in Turismo e Beni culturali che ha sviluppato un’ innovativa idea dalla quale è nata la WebApp “TagTourist”: strumento di marketing territoriale condiviso, nato allo scopo di creare collegamenti tra il mondo social di Instagram e la valorizzazione del territorio, a cui tutti potranno collegarsi per trovare gli hashtag sia dell’evento e molti altri! Gli studenti dell’università termolese hanno pubblicizzato l’Instameet creando anche la pagina facebook dedicata all’evento “WorldWide Instameet in Molise” e pubblicando quotidianamente informazioni a riguardo e pubblicando continue immagini su Instagram, con precise didascalie, puntando primariamente alla collaborazione tra loro e le varie community. L’evento è stato pensato anche per chi vuole passeggiare in solitaria, ovvero per chi, anche non partecipando alla visita guidata, potrà semplicemente visitare Trivento, consultando la mappa online in cui sono segnati tutti i punti d’interesse, pubblicando le foto su Instagram e usando gli hashtag del Contest! L’Unimol e Tag Tourist hanno, inoltre, organizzato una Social Competition Fotografica a cui potranno partecipare tutti! Con questo grande evento, anche il Molise parteciperà questo fine settimana, insieme a decine di migliaia le persone, al World Wide Istameet (le cui date sono state stabilite da Instagram) che in tutto il mondo si riuniranno per condividere momenti all’insegna della scoperta, della creatività, della fotografia, rispettando i temi della conoscenza, dello scambio e della gentilezza!

Giornata nazionale del teatro, il Comitato Giovani Unesco Molise presenta il progetto ‘Edu’

Appuntamento sabato 25 Marzo presso la Cattedrale di San Pardo a Larino, iniziativa organizzata per presentare il Progetto regionale Circuiti Culturali, rientrante nell’ampio programma Nazionale di Educazione“Unesco EDU”sulle tematiche promosse dall’UNESCO. Sensibilizzare i giovani ai temi e valori dell’UNESCO, educarli a una cittadinanza attiva e consapevole, formarli alla conoscenza del proprio territorio. Sono alcuni degli obiettivi del progetto UNESCO EDU, il Programma Nazionale di Educazione destinato alle Istituzioni Scolastiche e Università promosso dal Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO in accordo con il Ministero per l’Istruzione, Università e Ricerca. Nell’ambito del Protocollo d’Intesa, siglato con il MIUR il 19 gennaio 2016, UNESCO Giovani ha avviato questo progetto in ogni regione d’Italia, con l’intenzione di portare nelle classi, da Nord a Sud, i programmi operativi sviluppati dall’UNESCO in ambito internazionale nei campi dell’Educazione, della Comunicazione e informazione, delle Scienze naturali, delle Scienze umane e sociali e della Cultura. Il progetto molisano “Circuiti Culturali”, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale, è un progetto di illuminazione sostenibile dell’anfiteatro di Larino. Un’iniziativa di valorizzazione di una così importante area archeologica, quale L’anfiteatro di Larino, si inserisce perfettamente nel riconoscimento di una criticità; quella relativa alla consapevolezza che un territorio come quello del Molise conserva una grande potenzialità culturale e ambientale che continua ad essere trascurata e deve necessariamente essere rivalutata. Il progetto ambisce a divenire un riferimento metodologico basato su concetti di tutela ambientale e culturale. Si caratterizza per una forte valenza educativa e si innesta in un processo di costruzione della personalità per formare le giovani comunità orientate al futuro. “In previsione della Giornata Mondiale del Teatro, che si celebra in tutto il mondo il 27 marzo 2017”, afferma il Comitato, “abbiamo scelto di presentare il progetto che mira a valorizzare l’anfiteatro di Larino, quale testimonianza dell’importanza della città e dell’inestimabile valore culturale educativo e sociale del teatro. La funzione sociale del teatro, la forza anche terapeutica di comunicazione, aggregazione e identificazione che una comunità compie attraverso la ritualità teatrale, sono elementi che fanno del teatro, ancora oggi, la forma di comunicazione più diretta e immediata, la sintesi più efficace tra segno, parola e immagine”.