Ci siamo trasferiti su molisetabloid.com

Gentili utenti,
Molise Tabloid si rinnova. Da lunedì 27 marzo 2017 una nuova piattaforma ospita la nostra testata, presentando solo parzialmente una grafica diversa rispetto a quella precedente. Due gli obiettivi di questa scelta, divenuta ormai necessaria: arginare una serie di problematiche che non hanno garantito il corretto funzionamento del sito nelle ultime settimane (e per tale motivo ci scusiamo con voi); adeguare la piattaforma a nuove esigenze, fra cui ad esempio la progettazione di una versione ‘mobile’ adatta a dispositivi come gli smartphone. Per accedere a Molise Tabloid, cambierà poco o nulla. Nei prossimi giorni, collegandovi a www.molisetabloid.it verrete automaticamente reindirizzati a www.molisetabloid.com (servizio garantito entro le 48 ore successive alla messa online della nuova piattaforma) oppure, se preferite, potrete digitare direttamente l’indirizzo web www.molisetabloid.com. Sui social network, invece, compariranno direttamente i link del nuovo sito. L’attuale piattaforma (molisetabloid.altervista.org) sopravviverà come archivio storico, accessibile sul nuovo sito attraverso un banner laterale apposito. Scusandoci per il disagio e ringraziandovi per la vostra fedeltà, vi invitiamo a continuare a seguirci ed eventualmente a segnalarci suggerimenti circa la nuova grafica.

Raduno Spider&Cabrio, l’evento nato in Molise spopola in Australia

Dopo i successi in Molise, un rombante evento espatria fino a toccare le coste dell’Australia. Successo per un importantissimo evento legato alle iniziative del raduno Spider&Cabrio, progetto ideato dal campobassano Alessio Capasso e che vide la propria prima edizione nel settembre del 2013 (LEGGI QUI).
Il raduno di scintillanti veicoli sportivi nella “terra dei canguri” è stato organizzato con la partecipazione del club MX-5 (uno dei più importanti del continente australe per numero di iscritti e partecipanti) del Queensland (lo stato in cui attualmente Alessio Capasso si trova).
Il meeting è iniziato alle 10.00 della mattinata di ieri, 18 dicembre, dove il molisano ha avuto la possibilità di provare la nuova Mazda mx-5 nd.
La manifestazione Made in Molise si è spostata (anche se per un breve periodo) in Australia riuscendo a partorire “l’Australian Experience” di cui sono state realizzate anche gadget e t-shirt.
“La passione per i motori – spiega Alessio Capasso, così come fece in una passata intervista rilasciata alla nostra testata (LEGGI QUI) – é esplosa da piccolissimo, basti pensare che a soli due anni riuscivo a riconoscere quasi tutto il parco auto circolante dell’epoca ed in un’occasione lasciai di stucco una signora che trovandomi con un “quattroruote” in mano si stupì di come facesse un bambino così piccolo a leggere una rivista (imparai un anno dopo ma questa é un’altra storia) senza sapere che mi limitavo solo ad identificare ciò che vedevo nelle immagini (storia vera che mio padre non smette mai di ripetermi). Per quanto concerne il discorso auto spider, sin da piccino mi hanno sempre trasmesso un forte senso di libertà, un mix di fascino ed eleganza, sono tuttora affascinato dalla stupenda Giulietta spider che un giorno vorrei che entrasse nel mio garage insieme ad altre auto che non sto qui ad elencare”. Un ennesimo successo nostrano, dunque, che ha trovato terreno fertile anche in territori stranieri.

Dal Matese alle Dolomiti tra vari tour in Italia, Molise compreso. Il Vespa Club Maddaloni chiude un anno ricco di attività

calendario-vcmaddaloni-2017Dopo il pranzo sociale dello scorso 11 dicembre, i soci del Vespa Club Maddaloni sono tornati ad incontrarsi questa mattina, sabato 17 dicembre, per scambiarsi gli auguri di Natale insieme ad un gadget commemorativo delle attività svolte in questo 2016.
Insieme a delle sagome in alluminio della mitica motoretta, realizzate per l’occasione, il presidente Vincenzo D’Angelo – in presenza del presidente onorario, il novantaquattrenne Antonio Bernardo – ha consegnato ai soci del prestigioso club un calendario 2017 in cui abbondano le foto delle varie imprese portate a termine dagli impavidi vespisti. Un doveroso ricordo al tour del Matese che nel 2015 unì Campania e Molise in un circuito di oltre 250 chilometri al quale presero parte oltre 200 veicoli provenienti da tutt’Italia (e non solo), per poi annoverare la 500 km delle Dolomiti di quest’anno nella quale il club maddalonese ha portato a casa numerosi ed importati riconoscimenti. Presenti sul calendario anche momenti dell’appuntamento di Sappata, del viaggio a Taormina, del giro d’Italia, della tappa “Autismo in Vespa” di Maddaloni, del gemellaggio con il Vespa Club Capri, della gara di regolarità Sassari-Cagliari, del Raduno di Pozzuoli e di Saviano, dell’Explora Apulia, della tappa in Austria, del Vespa Day di San Salvatore Telesino, della gara Milano-Taranto e tanto altro ancora. Non sono escluse le giornate molisane trascorse in sella alla propria Vespa. Tra queste il VI raduno di Cercepiccola, ma la presenza del club di Maddaloni si annovera anche agli appuntamenti di Cercemaggiore, Gildone, Jelsi, Riccia, Frosolone, Pietrabbondante, Isernia, Venafro e nell’immediato circondario (tra cui Morcone e Circello).
pranzo-sociale-vcmaddaloni2016Dopo un brindisi e una fetta di pandoro, i vespisti hanno stilato un sommario calendario di iniziative per il prossimo anno. Tra gli eventi clou l’appuntamento austriaco di inizio giugno ed il raduno del registro storico che si svolgerà ad Ischia a fine settembre. Confermata la partecipazione anche a diversi appuntamenti molisani. Anche il 2017, dunque, per il Vespa Club Maddaloni si preannuncia già essere un anno a tutto gas!

IL VIDEO DEL PRANZO SOCIALE 2016

Road Eaters, il freddo non fa paura. In moto da Termoli a Cercepiccola per donare un sorriso ai bimbi della Mater Orphanorum

StampaIl freddo pungente di questi giorni non fa paura ai motociclisti del club Road Eaters di Termoli che, anche quest’anno sono tornati a Cercepiccola per donare un sorriso ai bambini della scuola materna e ai piccoli ospiti della Casa Famiglia Santa Maria dell’Opera Mater Orphanorum. Questa mattina, giovedì 8 dicembre, come ormai di consueto da alcuni anni sia nel periodo natalizio che in quello pasquale, diversi motociclisti del club della città adriatica hanno fatto rotta verso il piccolo comune della Valle del Tammaro.
Alcuni anni fa, infatti, il club scelse di sostenere l’orfanotrofio di Cercepiccola. Così durante le festività più sentite dell’anno, i centauri portano ai bambini cercepiccolesi dolci e giocattoli oltre a tutto quello che può essere utile all’opera delle suore Oblate.
“Siamo tutti grati al club ed ai suoi motociclisti che vengono a visitare la nostra casa famiglia – spiega le responsabili dell’Istituto – percorrendo tanti chilometri per incontrare i nostri piccoli che stanno crescendo anche grazie al loro amore e che, in un certo senso, questi generosi centauri li reputano essere un po’ come dei propri figli”.

Giuseppe Testa, cerimonia di premiazione in Comune: riconoscimento al giovane pilota cercese

L’amministrazione comunale di Cercemaggiore comunica che martedi 25 ottobre, al termine del consiglio comunale fissato per le ore 17,30 nella sala consiliare del Comune, si terrà una cerimonia di premiazione nel corso della quale sarà consegnato pubblico riconoscimento al pilota cercese Giuseppe Testa, classe ’94, il quale nei giorni scorsi si è fregiato del titolo di campione di Italia Junior del Campionato italiano rally (o cir), maggiore competizione rallistica nazionale . Nell’occasione, l’amministrazione comunale intende conferire patrocinio gratuito all’attività sportiva dell’atleta che potrà utilizzare lo stemma del Comune di Cercemaggiore sulla livrea dell’autovettura da gara nelle prossime competizioni rallistiche nazionali. Con tale atto l’amministrazione comunale intende legare il proprio logo alle imprese sportive di un atleta che rappresenta il talento cercese in Italia, ben interpretandone i valori ed il senso di appartenenza alla comunità, nell’intento di promuovere anche la conoscenza del suo territorio attraverso un protagonista meravigliosamente “autoctono” del mondo dello sport.

Passione che sconfigge anche un temporale. Strepitoso successo per la terza mototavolata

Quando una passione è davvero forte, quando è in grado di rubarti l’anima, quando riesce a tirar fuori il meglio di te stesso, non c’è niente e nessuno che potrà fermarti. Nemmeno un brusco temporale.

mototavolata 2016 (14)

I Motociclisti da Tavola

Così è stato per il club campobassano Motociclisti da Tavola “Stà vita n’s’ po’ fa’” che oggi, domenica 18 settembre, ha portato a termine con enorme successo la terza edizione della “Mototavolata“, iniziativa motoristico-conviviale, diventata ormai una sorta di immancabile tradizione per il panorama molisano del settore delle due ruote, che porta tantissimi centauri a condividere ancora una volta la propria profonda passione e devozione per potenti e rombanti veicoli.

I forti temporali di oggi non hanno fermato la manifestazione, né hanno smorzato gli animi dei circa 120 partecipanti venuti dai vari angoli del Molise e anche da fuori regione. Tra questi si annoverano il club Jamm Bell di Campobasso, i Black Taurus di Bojano, il motoclub Lupo di Cantalupo nel Sannio, i Bikers Jelsi, il Motoclub Svevo di Lucera, il Club Panorama di Oratino, il club Ducati Foggia e il gruppo Passione Motori Cercepiccola.

L’evento ha avuto inizio con il ritrovo dei centauri alla zona industriale di Campobasso per poi partire alla volta di Santa Maria della Strada a Matrice, scendendo poi per Petrella Tifernina fino a giungere al ristorante dove ha avuto luogo un lauto pranzo conviviale.

locandina bikers terremotoIn questa location, inoltre, tra giochi, balli, premiazioni e assegnazione di ricchi premi, sono stati raccolti dei fondi da destinare ai paesi del Centro Italia colpiti dal sisma del 24 agosto scorso. L’iniziativa è portata avanti dal club Bikers Jelsi (locandina a sinistra).

Una manifestazione riuscita in ogni suo aspetto e per la quale i giusti meriti vanno al presidente Stefania Amura e a tutto il club dei Motociclisti da Tavola.

I centauri molisani, e non solo, attendono impazienti la prossima iniziativa da vivere insieme a veri amici che condividono la stessa passione. Del resto l’anima della mototavolata, così come dei vari raduni motoristici che si organizzano soprattutto in estate, si forgia proprio su un profondo e sincero potere sociale: quello dell’amicizia, della collaborazione e della condivisione.

Trofeo Aido Riccardo Martella, presentata la prima edizione dello Slalom Città di Macchiagodena: cultura della donazione organi unita allo sport

Presentata questa mattina, presso la Sala Conferenze del Polo Turistico della Provincia di Isernia, la prima edizione dello Slalom Città di Macchiagodena – Trofeo Aido Riccardo Martella. Ha introdotto i lavori il Direttore ACI Campobasso e Isernia Giovanni Caturano il quale, anche a nome dei Presidenti degli Automobile Club Campobasso e Isernia Luigi Di Marzo e Raffaele Sassi, ha evidenziato la preziosa collaborazione istituzionale che hanno prestato le varie amministrazioni interessate all’evento. “Il 1° Slalom di Macchiagodena – ha dichiarato Caturano – rappresenta un felice ritorno dello sport automobilistico nel territorio isernino, dopo i fasti antichi del Rally dell’Alto Molise, del Rally del Molise e del più recente Rally di Macchiagodena”. caturanoL’entusiasmo e l’impegno della Motor Racing Molise presieduta da Donatello Scarabelli e coadiuvata da Giuseppe e Rodrigo Giulietti, Davide Giancola e Manuel Pisano, che hanno fortemente voluto questa manifestazione ed hanno attivamente collaborato sin dall’inizio con lo staff sportivo dell’ACI, rappresentano certamente una garanzia di qualità per realizzare una bella manifestazione di sport e di solidarietà. E proprio il tema della solidarietà è stato ripreso da Lino Sebastiano – Presidente della sezione di Macchiagodena dell’AIDO Associazione Italiana Donazione Organi, nata per onorare la memoria di Riccardo Martella, deceduto nel 2006 per un incidente sul lavoro, e al tempo stesso per divulgare la cultura della donazione degli organi, evidenziando il coraggio dei genitori di Riccardo, i quali hanno voluto mantenere vivo il ricordo del figlio donando i suoi organi e dando la possibilità ad altre persone di continuare a vivere. Il Vice Presidente della Provincia di Isernia, Cristofano Carrino, ha voluto ringraziare tutti per l’impegno che stanno profondendo per l’organizzazione di questo evento che porta notevoli ritorni per la provincia di Isernia ed ha assicurato il pieno sostegno dell’Amministrazione Provinciale alle esigenze della gente e alle iniziative sul territorio. Particolarmente contento dell’evento il Sindaco di Macchiagodena – Felice Ciccone – che ha voluto manifestare l’importante connubio tra i valori dello sport e quelli della solidarietà, soffermandosi sull’importanza che lo Slalom di Macchiagodena può e deve assumere, anche per il futuro, per la comunità locale. Saverio Ricciardi – Fiduciario sportivo regionale dell’Aci per il Molise – ha ringraziato il bel gruppo di giovani motivati di Macchiagodena che ha voluto riportare, con tanto sacrificio, lo sport automobilistico in provincia di Isernia, ed ha assicurato il pieno e convinto sostegno della federazione ACI che sarà sempre al loro fianco. Ha portato la voce dei piloti alla presentazione dell’evento Martina Iacampo, due volte campionessa europea Slalom nella classifica femminile del CEZ. L’appuntamento per i piloti e per tutti gli appassionati è per sabato 24 settembre dalle ore 14,30 a Macchiagodena con le verifiche sportive in località Incoronata e con le verifiche tecniche in località Caporio. Le vetture di gara partiranno poi per le ricognizioni ufficiali del percorso domenica 25 settembre alle ore 9,30 e si allineeranno ai nastri di partenza per la gara vera e propria tra le postazioni di birilli alle ore 11,30 e ripeteranno per ben tre volte le manches, ciascuna da 3 chilometri e 750 metri. Alle ore 18,00 presso “Centomani per fare” la cerimonia di Premiazione del 1° Slalom Città di Macchiagodena e del primo Campionato interprovinciale “Slalomizzati” e “Regolarizzati” per le gare di slalom e regolarità turistica per auto storiche e moderne delle cinque gare di Campobasso, Cercemaggiore, San Giuliano, Castelvenere e Macchiagodena.

 

In foto da sinistra: Lino Sebastiano Presidente AIDO Macchiagodena; Cristofano Carrino Vice Presidente Provincia Isernia; Giovanni Caturano Direttore ACI Campobasso e Isernia; Felice Ciccone Sindaco Macchiagodena

 

Molise Biker Fest, nuovo successo targato Black Taurus

Moto, patch, gadget, toppe, tatoo, giobbotti, caschi, aereografie, musica e stand gastronomici. Un mix vincente che ha dato inizio venerdì 29 luglio, in concomitanza alla Festa della Birra, alla tre giorni del raduno del Molise Biker Fest di Santa Maria del Molise organizzato dal gruppo Black Taurus di Bojano.
Già nel pomeriggio della prma giornata del raduno sono tanti i veicoli ed i bikers accorsi alla manifestazione durante la quale, oltre a consumare un pasto caldo, un panino, o sorseggiare semplicemente un bicchiere di birra, hanno potuto acquistare dei gadget ricordo dell’evento, come le tanto ambite patch, ovvero i rattoppi che adornano magliette e giubbotti di chi ama vivere la propria vita chilometro per chilometro in sella alla propria due ruote. E per chi ha voluto un segno indelebile del Festival ha potuto far utilizzare il proprio corpo come tela per un tatuaggio, ricordo immortale della tre giorni.
Immancabili le Harley Davidson’s, dai modelli più classici a quelli più elaborati e personalizzati, insieme a Ducati, Honda, Kawasaki e perfino una Vespa in rappresentanza del Club di Campobasso. Degna di nota anche la presenza di una straordinaria auto d’epoca, una Cadillac azzurra insieme ad una seconda riadattata a spillatore.
Il clou si è toccato nella giornata di sabato quando i tanti partecipanti provenienti da tutta Italia hanno potuto assaporare un programma ricco e variegato: old and tuning cars meeting, sexy show, giochi e tanto altro ancora.
Un successo prevedibile considerati i risultati delle precedenti edizioni e che si prestano ad essere un trampolino di lancio per l’evento 2017. E per gli amanti dei motori rombanti l’appuntamento si rinnova ancora inMolise conl’immancabile Baloma Biker Fest di Cercemaggiore del 5, 6 e 7 agosto.

Motori, Alberto Scarafone trionfa allo slalom di Cercemaggiore. CLASSIFICA E FOTO

Scarafone Alberto trionfa allo slalom di Cercemaggiore. Oro per la categoria regolarità va a Falcone Luca. L’evento si è svolto domenica 24 luglio dopo essere stato rimandato dalla data originaria, 26 giugno. Le ruggenti auto da corsa sono partite da località Convento, attraversando contrada Galardi fino a raggiungere il tratto viario che si snoda in direzione di Cercemaggiore (centro abitato) – Cercepiccola – Gildone.
In tanti sono accorsi ad ammirare gli scintillanti veicoli che hanno dato spettacolo per l’intero arco della giornata. Ad anticipare la competizione, sempre nel paese terrazza della Valle del Tammaro, una video simulazione rally allestita grazie all’impegno de “L’Apocalisse”.

LE CLASSIFICHE DELLO SLALOM DI CERCEMAGGIORE

 

LE FOTO DELLO SLALOM DI CERCEMAGGIORE

 

ARTICOLO CORRELATO

 

Week-end rombante con le auto d’epoca a Gildone, le Vespa a Venafro, il motoraduno del grano a Jelsi e lo slalom di Cercemaggiore

Una Fiat 500 sospesa a mezz’aria può star a significare solo una cosa: l’immancabile appuntamento con il raduno di veicoli storici a Gildone. Dune Buggie aerografate, Maggiolini cabrio, Alfa Romeo e modelli Fiat. Immancabili le Vespa e le 500. Tanti i veicoli classici ed “elaborati” che hanno portato un ennesimo e rinnovato successo alla quinta edizione del raduno organizzato dal Club di Gildone, dall’Associazione Culturale “John Molise” e dal gruppo Pro-Cappella San Nicola.
Si è cominciato sabato 23 luglio con il concerto dei “WALLSIDE” (tribut band PINK FLOYD) ma i motori sono stati accesi domenica mattina presso il piazzale adiacente la Cappella di San Nicola in Via Roma con consueta iscrizione e colazione offerta dall’organizzazione. E’ seguita la Santa Messa in onore di San Nicola e la benedizione delle auto d’epoca con sfilata lungo le principali vie cittadine, attraversando il comune di Jelsi fino a raggiungere il comune di Riccia per una visita guidata alle bellezze del Paese (centro storico, la Torre e il museo) e sosta culinaria con rinfresco offerto dall’Amministrazione Comunale fino a consumare un lauto pranzo. In serata concerto dei “BILLY PICKERS” (Rockabilly band). Da segnalare sempre per domenica 24 luglio nell’ambito “riccese” l’uscita del locale club La dolce vita a Campitello di Sepino.
Tornando al raduno gildonese, la manifestazione, ogni anno registra un grande successo di pubblico, grazie anche alla partecipazione di numerosi Club, configurandosi ormai come punto di riferimento per gli appassionati di motori, ma anche dell’ottima musica live!
L’intero ricavato della manifestazione sarà devoluto in beneficenza per il restauro della Cappella di San Nicola.
Grande soddisfazione per gli organizzatori che hanno curato la manifestazione in ogni dettaglio potendo vantare la presenza di equipaggi provenienti da vari luoghi con rispetti club.
Un successo su ogni fronte, dunque, che spiana la strada alla prossima edizione che, stando ai numeri di quest’anno, si preannuncia già essere un evento da non perdere.

QUI TUTTE LE FOTO DEL RADUNO DI GILDONE

 

Rombante successo anche per l’evento di Jelsi di sabato 23 luglio con la sedicesima edizione del motoraduno del grano. L’iniziativa, organizzata dal motoclub Biker Jelsi, è iniziata alle 15.00 con le iscrizioni cui è seguita una prova in mini moto per ragazzi dai 7 ai 14 anni. Alle 19.00 si è partiti per il giro turistico attraversando Gambatesa fino al comune di Tufara, facendo poi rientro a Jelsi passando per Riccia. Anche in questo caso numerosi sono stati i motociclisti provenienti anche da fuori regione che hanno preso parte al raduno, con modelli unici, personalizzati con spettacolari disegni e soprattutto con carrozzerie scintillanti e motori rombanti. In chiusura della manifestazione, dopo la cena conviviale, premi offerti dalla FMI sono andati ai club partecipanti (Jamm bell, Black Taurus, Lupo di Cantalupo, Motociclisti da Tavola, Svevo da Lucera, Roma, Falco, quest’ultimo impegnato nella giornata di domenica 24 luglio con un motoraduno in provincia di Isernia). Nel fitto corteo di bolidi della strada si è contata anche qualche moto e motoretta più datata, tra cui le immancabili Vespa.

QUI TUTTE LE FOTO DEL RADUNO DI JELSI

 

vc venafroEd è proprio con lo storico scooter di casa Piaggio che ci spostiamo a Venafro dove domenica 24 luglio si è svolto il quarto Vespa Raduno al quale hanno preso parte club e centauri provenienti da ogni angolo del Molise (tra cui molti vespisti che hanno aderito al VI raduno di Cercepiccola della scorsa settimana) e anche dalle vicine regioni Lazio, Campania, Puglia e Abruzzo facendo registrare alla manifestazione il solito successo che la contraddistingue… chi mastica la gamma Vespa ha potuto rifarsi gli occhi a Venafro trovando una ricca varietà di veicoli che raccontano letteralmente la storia del nostro Paese.
Dopo le iscrizioni e il dono di un gadget il ricco sciame di veicoli è partito per un giro turistico di circa 30 km in direzione di Conca Casale dove si è tenuto un lauto rinfresco. A chiudere la rombante manifestazione il pranzo e le attesissime premiazioni.

slalomA chiudere gli appuntamenti motoristici per questo ennesimo week-end estivo lo slalom di Cercemaggiore (svolto domenica 24 luglio dopo essere stato rimandato dalla data originaria, 26 giugno). Le ruggenti auto da corsa sono partite da località Convento, attraversando contrada Galardi fino a raggiungere il tratto viario che si snoda in direzione di Cercemaggiore (centro abitato) – Cercepiccola – Gildone.
In tanti sono accorsi ad ammirare gli scintillanti veicoli che hanno dato spettacolo per l’intero arco della giornata. Ad anticipare la competizione, sempre nel paese terrazza della Valle del Tammaro, una video simulazione rally allestita grazie all’impegno de “L’Apocalisse”.

LE CLASSIFICHE DELLO SLALOM DI CERCEMAGGIORE

 

CHI HA VINTO LO SLALOM

LE FOTO DELLO SLALOM DI CERCEMAGGIORE