‘Chi copia copiasse all’esame non si passa’, corso gratuito contro la contraffazione. La lezione parte dalla scuola

Un corso per guardarsi dentro e riconoscere i propri talenti, per costruire quella fiducia in se stessi che è il requisito imprescindibile per vivere una vita equilibrata, per stare bene e arrivare al successo. Ricordate il corso di self-management e self-employement “Una barca nell’oceano”, sperimentato con successo l’anno scorso a Bojano e ideato da Monica Monaco e Mina Cappussi? L’esperienza vincente di quelle lezioni, terminate con uno storico cooking oudoor, sarà messa a disposizione del progetto “Chi copia copiasse all’esame non si passa”, che promuove la lotta alla contraffazione e contestualmente valorizza i talenti dei giovani, destinato a disegnare imprenditori di successo, ragazzi equilibrati e cittadini attivi. L’iniziativa parte dal Comune di Campobasso in collaborazione con AEM Associazione Emotional Manager Alta Formazione Integrata, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico- Direzione Generale per la lotta alla contraffazione UIMB. Il Piano formativo del corso, completamente gratuito, realizzato in collaborazione con Istform, Un Mondo d’Italiani, Centro Studi Agorà, è dunque realizzato nell’ambito del Premio Lotta alla Contraffazione, istituto dal Ministero dello Sviluppo Economico. Nel corso delle lezioni i corsisti potranno immedesimarsi nel ruolo di imprenditori e comprendere quanto investa l’azienda in “ricerca e sviluppo” e come la presenza, sul mercato, di prodotti contraffatti, influisca sulla perdita di competitività ed economicità.La contraffazione, intesa come furto di proprietà intellettuale, va combattuta sia attraverso una campagna di consapevolezza rivolta a tutti i cittadini e soprattutto ai giovani, sia valorizzando i talenti di coloro che, spesso, rinunciano alla propria autostima, confidando in risultati migliori derivanti dal copiare gli altri, piuttosto che affidarsi alle proprie capacità, esperienze, studio, volontà. Lo scopo del premio, infatti, è quello di rendere consapevoli i giovani e i cittadini dei danni che arrecano al sistema socio-economico, due modalità comportamentali scorrette quali, da una parte la produzione, ma anche l’acquisto di prodotti contraffatti; dall’altra il copiare in classe. Due modalità di comportamento apparentemente scollegate, in realtà interconnesse. Il copiare in classe è un “modus operandi” che nasce tra i banchi di scuola e finisce per rappresentare un imprinting nel nostro agire quotidiano. I ragazzi sono inconsapevoli dei danni che queste due pratiche provocano, prima di tutto alla crescita personale e poi al tessuto collettivo. Il premio “Chi copia copiasse all’esame non si passa” rappresenta quindi una finestra sulla quotidianità; un modo diverso di vedere il mondo affacciandosi “dietro le quinte” dell’economia e della nostra interiorità. Capire cosa accade dentro di noi, alla nostra autostima, quando rinunciamo ai nostri talenti per adottare la “scorciatoia” del copiare in classe. Il corso, avviato l’anno scorso dalla redazione del quotidiano internazionale Un Mondo d’Italiani, riprende quest’anno in una nuova e diversa veste, completamente riscritta e rimodulata, sotto l’egida del progetto Copia Copiasse e parteciperà al premio finale che sarà illustrato nel corso della prima lezione, che si svolgerà al Palazzo Colagrosso di Bojano, venerdì 17 marzo dalle 18 alle 20. Si tratterà di un outdoor entusiasmante, che avrà a che fare con il leitmotiv del corso. Quello, appunto, della barca a vela. “Autostima, talento e legalità” è il titolo del primo modulo, rivolto a studenti di scuole medie, superiori e università, semplici cittadini, responsabili di enti e associazioni. Gli incontri formativi si svolgeranno tra Bojano e Campobasso e vedranno l’alternarsi delle docenti: Monica Monaco, Mina Cappussi, Federica Lucarelli, in collaborazione con Giulia d’Ambrosio. Lezione finale a Campobasso, ex Mercato Coperto divenuto ormai fulcro di una serie di attività culturali, di promozione territoriale e di sostegno alle attività produttive, dove si uniranno le classi di Bojano e di Campobasso per un outdoor dedicato all’illustrazione dei progetti in concorso. Si tratterà di elaborati creativi (video, installazioni, piece teatrali, saggi, disegni) che saranno il risultato operativo delle abilità e consapevolezze apprese a lezione. Gli elaborati prodotti, singolarmente oppure in gruppo, saranno infatti candidati al premio Copia Copiasse dell’Assessorato al Commercio di Campobasso, sotto l’egida del Ministero alle Politiche Economiche unitamente all’Associazione AEM. (Per iscrizioni e informazioni 392 958 1181 oppure 338 8918 290 o scrivere a info@aemitalia.it o minacappussi@gmail.com).
Questo il calendario di massima delle lezioni.
1. MACRO AREA COPIA COPIASSE
Modulo 1: AUTOSTIMA, TALENTO E LEGALITA’
17 marzo Bojano
24 marzo via Muricchio Campobasso

2. MACRO AREA TEAM BUILDING, SELF MANAGEMENT & SELF EMPLOYMENT
Modulo 2: TECNICHE GESTIONALI
7 aprile Campobasso

3. MACRO AREA: UNA BARCA NELL’OCEANO
MODULO 3: STRUMENTI DI ORIENTAMENTO
21 aprile Bojano
5 maggio Campobasso

4. MACRO AREA: IL VALORE EMOZIONALE DELL’INFORMAZIONE E IL DIRITTO DI EMOZIONE
MODULO 4: OBIETTIVI
12 maggio Bojano
19 maggio Campobasso
OUTDOOR
4 giugno a Campobasso in plenaria

PREMIAZIONE
16 giugno a Campobasso in plenaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.