“Ogni cosa va bene, purché sia sempre armoniosa”, il motto della 28esima Giornata Mondiale dell Poesia. Siglato patto di fratellanza

“Ogni cosa va bene, purché sia sempre armoniosa”. Questo il motto in occasione della 28^ Giornata Mondiale della Poesia, organizzata dall’Associazione  “Poesia 2 ottobre” con sede al Lido di Venezia, dal Centro Studi del Molise, dal Comune di Guardialfiera e dal Cenacolo Culturale Studi Storici di Eboli , sotto la regia di Borghi d’Eccellenza e della Proloco del piccolo paese Molisano, con l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale, della Provincia di Campobasso, MIUR Molise, Università Internazionale Popolare, e la collaborazione della struttura ricettiva Belvedere. Una manifestazione che nella rivisitazione, dando più sobrietà  alla stessa e ponendo la poesia , tra musica e teatro di figura, ha dato il meglio di sé ed il cambio di passo ha riscosso un incredibile ed inaspettato successo. Essa è ideata e tramandata dall’intellettuale e lirico Domenico Simi de’ Burgis, calabrese a Venezia, ha visto, nella giornata del 2 ottobre 2016 una partecipazione che mai si era vista in quel di Guardialfiera. In parallelo alla manifestazione stabile di Parigi, la Sala Conedera non è risuscita a contenere le centinaia di persone, provenienti da tutta Italia e qualcuno anche dall’estero, per sentir declamare le poesie di ben 51 poeti che,  in un insieme di unità e diversità, in rapida e graziosa passerella, hanno declamato le loro rime, interpuntate, nelle pause, da virgole di bella musica interpretata dai maestri Antonello Iannotta, al tamburello e la tamorra, Luca Casbarro, alla zampogna, in un vortice di musiche popolari che  hanno visto come special Guest il piccolo campione del Mondo di organetto, Francesco Scarselli. La poesia del 2 ottobre a Guardialfiera  voleva essere un tentativo di risposta alle snaturate grandezze di oggi ed alla solitudine provocata dalla modernità e dai suoi strumenti e, l’intento è stato raggiunto. Una edizione che ha visto esibirsi e spettatori, giovani e meno giovani, gente proveniente da ogni dove ma, la soddisfazione più grande è vedere la partecipazione dei giovani Guardiesi che ammirati dalla manifestazione hanno reso la sala stracolma ed incontenibile sino al termine della manifestazione stessa. E qui la voglia di dare un nuovo look alla manifestazione ,ponendo al centro dell’attenzione e della poesia ,un modo nuovo di interpretare l’amore, l’angoscia, l’appunto, il disappunto, la vita, la morte, con un sogno che viene dalla parte del corpo più importante ma anche la più bistrattata : I PIEDI, è stata davvero vincente. Un grazie a  Michela Cirella ,ad  Antonio Mucciaccio e Simonetta Tassinari  ,  Giuseppe Barra e Pia Sassano, adornatrice e scenografa dell’evento,  che hanno partecipato senza nessun risparmio , insieme all’attrice danzatrice, Federica Gumina e grazie per il  finale esaltante ed emozionate , all’artista internazionale Monsieur David ed il suo teatro con i piedi , con lo spettacolo “ Il sogno è sempre Poesia”.  Direttamente da Colorado, Rai Uno, Buona Domenica, Domenica In, Monsieur David, nome d’arte di Davide Rausa, ha prestato i suoi piedi ad una manifestazione che si tiene solo a Guardialfiera in parallelo alla manifestazione stabile di Parigi. Unvanto per un Molise ancora alla ricerca di una vera rinascita nonostante abbia delle Eccellenze che fanno invidia all’Italia ed al Mondo intero. Guardialfiera , capitale del Mondo della Poesia, deve render omaggio a chi ha voluto fortemente tale eccelsa manifestazione ,in quel personaggio di Vincenzo Di Sabato che, anche  se non più giovane , ancora ci riesce a stupire . Proprio lui, vista la scarsità di mezzi a disposizione, anche in senso di materiale umano, ha voluto dare il la ad un cambiamento per un più partecipato coinvolgimento e, con l’aiuto de “ i Borghi d’Eccellenza “ e della “ Proloco “ , ha inteso  favorire quel cambiamento evolutivo ed ammodernato, che, è stata l’arma vincente. Ma, la giornata del 2 ottobre non  è stata solo  poesia, in senso stretto, ma, una giornata memorabile e da ricordare e scrivere negli annali della Regione Molise. Infatti, al mattino, dopo la  deposizione di fiori , presso la casa natale di Madre Maria Caterina Procaccitto, scoglio d’abnegazione e santità, al Monastero Benedettino di Eboli, durante il sanguinoso infuriare del 2° Conflitto Mondiale, e la messa a dimora, presso il Parco Comunale, dell’Albero della Poesia, dono della Città di Eboli.,presenti altresì l’assessore al ramo  di Eboli  ed una folta delegazione della bellissima Città, infatti, si è tenuta  la consegna delle pergamene del PATTO DI FRATELLANZA tra le Città di Guardialfiera, Larino, Atri ed Eboli, così da conclamare quanto è avvenuto in quel di Atri il 14 agosto scorso. Il tutto alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, capeggiate dal presidente del Consiglio Regionale del Molise, Vincenzo Cotugno accompagnato dal senatore Roberto Ruta e da altri rappresentanti delle Istituzioni locali , regionali e Nazionali. Insomma, possiamo dirlo, il 2 ottobre come giornata della riscossa culturale dell’intero Molise !!!! Il sogno è sempre poesia …… Se puoi sognarlo, puoi farlo…..Noi abbiamo voluto sognare ed esserci è stato un dono ed un privilegio….. All’arte, alla cultura non bisogna mai dire NO !….. E, anche stavolta Guardialfiera ed il Molise hanno dato il meglio dando l’avvio ad un ampio discorso che andrà a coinvolgere Guardialfiera e Larino, insieme a San Polo Matese, paese capofila del progetto, insieme a Rivisondoli, Atri ed Eboli, che vede perno principale I PRESEPI D’ITALIA. Il progetto, concretizzato l’anno passato è al vaglio delle Commissioni che quest’anno detteranno i criteri per accedere ai finanziamenti partecipativi. Il Molise che vogliamo, il Molise che non manca gli appuntamenti importanti !! .

downloadfile-2

downloadfile-4

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.