‘Creuza de ma’, un concorso nazionale incontro tra musica e letteratura

Share: Il progetto CRÊUZA DE MÄ, UN INCONTRO TRA MUSICA E LETTERATURA nasce da un’idea […]

Il progetto CRÊUZA DE MÄ, UN INCONTRO TRA MUSICA E LETTERATURA nasce da un’idea dell’Amministrazione comunale di Pietracatella (CB), grazie all’impegno e alla sinergia tra l’ente e diversi istituti scolastici locali (l’Istituto di Istruzione Superiore M. Pagano di Campobasso, la Scuola Primaria e Secondaria di Pietracatella, l’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi, il Liceo Scientifico “G. Galilei” di Riccia), la collaborazione della Pro Loco “Pietramurata” e della Fondazione Molise Cultura, il patrocinio della Regione Molise e della Provincia di Campobasso. E con il patrocinio morale della Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus.

L’iniziativa prevede un concorso letterario nazionale dedicato a Fabrizio De Andrè, e la denominazione del parco giochi comunale in piazza che prenderà il nome dell’artista genovese. L’amministrazione vuole così consolidare la rete di collaborazione tra l’ente, le istituzioni e le associazioni presenti sul territorio oltre che presentare ai cittadini un evento dall’alto valore civico e culturale. Tant’è che, in segno di continuità, è previsto l’inserimento nel cartellone degli eventi estivi di concerti musicali legati all’opera del cantautore.

Al concorso letterario “CRÊUZA DE MÄ, F. DE ANDRÈ” possono partecipare tutte le opere incentrate su uno dei temi salienti della produzione artistica di Fabrizio De Andrè: la vita dei bassifondi e i suoi protagonisti, le esperienze di chi è ai margini e la riabilitazione umana di questi ultimi.

La competizione è suddivisa in due categorie di partecipanti, giovani e adulti, che potranno proporre le opere in due sezioni diverse: poesia e narrativa. La categoria giovani prevede la partecipazione gratuita solo delle scuole locali e degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Mentre la categoria adulti è rivolta a tutti i cittadini italiani che al momento della pubblicazione del bando abbiano compiuto 18 anni.
La sezione poesia richiede l’invio di un elaborato della lunghezza massima di 50 versi; per la sezione narrativa invece l’elaborato non dovrà superare le quattro cartelle. Gli scritti potranno essere inviati entro e non oltre il 22 maggio 2014. È consentita la partecipazione a entrambe le sezioni e la premiazione si terrà il 7 giugno 2014 a Pietracatella (CB).

I premi sono così suddivisi: alla categoria giovani sarà consegnata una targa e un diploma (per il primo, secondo e terzo posto); ai concorrenti della categoria adulti verranno assegnati premi in denaro. Ad entrambi i vincitori delle sezioni, poesia e narrativa, andranno rispettivamente 200 euro al I classificato, 50 euro (a titolo di rimborso spesa) con targa e diploma al II e al III classificato.
La partecipazione per la categoria adulti ha un costo di 10 euro, il versamento può essere effettuato su conto corrente (c.c.n.12999868) e intestato a: Comune di Pietracatella – Servizio Tesoreria – causale Concorso Nazionale De Andrè. In alternativa la quota d’iscrizione potrà essere inviata in contanti assieme agli elaborati al seguente indirizzo: Comune di Pietracatella – Via Cavatoio s.n.c. – 86040 Pietracatella (CB).

Il 7 giugno si svolgerà la premiazione che sarà accompagnata da una tavola rotonda dedicata a F. De Andrè alla presenza di Dori Ghezzi (Presidente Fondazione Fabrizio De Andrè Onlus). All’incontro interverranno Mons. Gian Carlo Maria Bregantini – Delegato CEI Mezzogiorno e Lavoro – Arcivescovo di Campobasso-Bojano e diversi rappresentanti delle istituzioni locali. Saranno presenti anche gli studenti del Liceo Scientifico “G. Galilei di Riccia e le Scuole di Pietracatella. In chiusura la premiazione dei vincitori di “CRÊUZA DE MÄ, F. DE ANDRÈ”; la cerimonia di ridenominazione dell’area Belvedere/parco giochi in onore di Fabrizio De Andrè e l’esibizione del gruppo musicale “Cantine Riunite” con delle cover del cantautore genovese in repertorio. l’esibizione del gruppo musicale “Cantine Riunite” con delle cover del cantautore genovese in repertorio.

La possibilità di coinvolgere le scuole all’iniziativa è avvenuta grazie ad attività didattiche inserite nella programmazione annuale. I docenti dell’Istituto Comprensivo di S. Elia a Pianisi, plesso di Pietracatella, hanno sviluppato un progetto dedicato alla figura di De Andrè. Gli alunni della scuola primaria (classi IV e V) e quelli della secondaria (I e II) hanno così realizzato un cortometraggio dedicato alla strada come spazio fisico, oltre che metaforico, di esperienze e “vissuti” con riferimento a testi del cantautore. I docenti del Liceo Scientifico Statale “G. Galilei” di Riccia hanno invece proposto un nucleo tematico pluridisciplinare dedicato a De Andrè “Se ti svegli e hai ancora paura, ridammi la mano: il mondo dei sentimenti nella poesia, nell’arte e nella musica”. Il filo conduttore del lavoro interdisciplinare è incentrato sulla rappresentazione dei sentimenti nella letteratura, nell’arte e nella musica. Il punto di partenza per la trattazione dell’argomento è una selezione di canzoni del cantautore. Durante la giornata del 7 giugno gli studenti interverranno sulla biografia di De Andrè con particolare riferimento alla vicenda del sequestro, sottolineando le relazioni che intercorrono tra musica e letteratura. Gli alunni proporranno inoltre due recitationes dei testi “Hotel Supramonte” e “S’i fossi foco”.

Parte della giornata sarà caratterizzata anche dalla cerimonia di denominazione del belvedere/parco giochi in piazza F. De André, un luogo che guarda alla vallata del Fortore centro della vita del paese. A 15 anni dalla morte del cantante-poeta Pietracatella vuole omaggiare la sua poetica intitolando uno spazio comune di incontro e di riferimento per tutti.

Le parole di De Andrè che parla “dell’umanità e dell’eterno viaggio che accomuna tutti” infatti rappresentano un simbolo per dar nome a questo punto di incontro per bambini e adulti, per coloro che tornano al paese in alcuni periodi dell’anno, per coloro che ci passano per caso e per tutti quelli che lo vivono quotidianamente. Un’area dedicata a colui che in ogni nota delle sue canzoni parla de “la vita di tutti i giorni, le carezze, i baci, persino i tradimenti”.