Delitto D’Elisa, ragazzo molisano ucciso a colpi di pistola per vendetta: la Procura chiede l’ergastolo per Fabio Di Lello

Share: Ore 16. Il procuratore capo del Tribunale di Lanciano ha chiesto la condanna all’ergastolo […]

Ore 16. Il procuratore capo del Tribunale di Lanciano ha chiesto la condanna all’ergastolo per Fabio Di Lello, 34enne di Vasto, accusato dell’omicidio di Italo D’Elisa, 22enne originario di Roccavivara, avvenuto il primo febbraio davanti ad un bar di Vasto. La richiesta, motivata dall’aggravante della premeditazione, è arrivata al termine dell’arringa nel processo in corso davanti la Corte d’Assise, durante la quale il magistrato ha riproposto il video che riprende la scena dell’omicidio davanti al bar Drink Water, dove Di Lello e D’Elisa si incontrarono. L’imputato esplose contro il giovane tre colpi di pistola calibro 9 per vendicare l’investimento mortale, la scorsa estate, della moglie Roberta Smargiassi. Secondo la difesa, il fornaio venne provocato dalla vittima. Ma l’accusa sostiene che, proprio in base a quelle immagini, i due non parlarono. Dopo aver visto il 22enne, Di Lello tornò verso l’auto, dove prese la pistola calibro 9 con cui uccise il ragazzi. Il processo si sta svolgendo con rito abbreviato. Probabile una nuova udienza per le repliche prima della sentenza.