Gli studenti del Liceo ‘Perrotta’ portano in scena la ‘Mostellaria’ di Plauto

Come ogni anno, in occasione del Certamen Internazionale di Greco antico (in svolgimento in questi giorni) il Laboratorio Teatrale Tagathà dell’I.I.S.S. Alfano da Termoli – Liceo Classico “Perrotta” ha allestito uno spettacolo teatrale tratto dal repertorio plautino, la MOSTELLARIA, in scena presso l’Auditorium “Giovanni Paolo II” presso la parrocchia Santa Maria degli Angeli di Difesa Grande, Venerdì 25 sera, ore 21 per tutti gli interessati. Nella realizzazione del progetto, dalla fase di lettura e scrittura drammaturgica, a quella tecnico-scenografica, si è cercato di tornare al libro, ai fogli, alla penna, alle matite, agli appunti, alle note, cioè alla tradizione, al “classico”, in ogni senso. Attraverso un dinamico rapporto di sinergia, gli alunni del ginnasio coinvolti nel progetto di flessibilità oraria e gli alunni liceali, hanno dato vita ad una originalissima commedia, rielaborando e riscrivendo interamente la commedia plautina che, pur conservando l’originale classicità, diventa moderna e affascinante nello stile, nei toni e nel linguaggio. Un cast di giovani liceali di vero talento artistico presenterà una commedia della classicità, pur rivisitata dal cuore contemporaneo, che mette in scena tutti i temi portanti della vis comica greco-latina: il doppio, il servo dissipatore e viveur, il giovane di buona famiglia traviato e corrotto, la meretrice liberata, l’usuraio avido, il vecchio rimbambito che alla fine tutto perdona: maschere senza tempo che ritroviamo disseminate in ogni narrazione teatrale, dalla commedia dell’arte fino a Ionesco. La storia è semplice: uno schiavo, profittando della partenza del vecchio padrone, ne travia il giovane figlio, introducendolo alle bisbocce, nonché alle frequentazioni di meretrici. Il giovane trasforma la casa paterna in un eterno festino! Di fronte all’improvviso ritorno del padrone, però, la verità rischia di venire a galla, costringendo lo schiavo ad un turbine di ulteriori invenzioni, tra cui quella del fantasma.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.