Lavoratori dell’Area di Crisi scrivono al Ministro De Vincenti: ‘Ancora non viene firmato l’Accordo di Programma, Governo rispetti gli impegni’

Share: In occasione delle visita del Ministro per il Mezzogiorno Claudio De Vincenti oggi in […]

In occasione delle visita del Ministro per il Mezzogiorno Claudio De Vincenti oggi in Molise, i lavoratori di Gam, Ittierre e Indotto Metalmeccanico scrivono all’esponente del Governo, chiedendo i tempi per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma sull’area di crisi complessa.

On.le Ministro,
chiediamo di sapere quando si firma l’Accordo di Programma sull’area di crisi industriale complessa del Molise, quanti soldi saranno stanziati dal Governo per finanziare i 550 progetti di investimenti produttivi ritenuti ammissibili e selezionati da INVITALIA, quando saremo profilati ufficialmente come operai della GAM, dell’ITTIERRE e del settore metalmeccanico, quanti finanziamenti nazionali saranno messi a nostra disposizione per le politiche attive del lavoro restituendo al Molise i 140 milioni di euro tagliati sui fondi europei 2014-2020, per offrirci un assegno alla ricollocazione occupazionale adeguato, un incentivo all’esodo o un sostegno finanziario all’autoimpiego o al pensionamento anticipato.
Come operai dell’area di crisi complessa e come lavoratori ci sentiamo a disagio nel sapere che il Governo dopo un anno e mezzo dalla firma del Decreto del 7 agosto 2015 non ha stanziato un euro per noi, e la Regione Molise con la delibera n. 638 del 30 dicembre 2016 ha tolto i fondi ad altri disoccupati che aspettavano da un anno di riscuotere la mobilità in deroga 2015 e 2016, per finanziare alcune misure di politiche attive del lavoro per noi.
Non è giusta una guerra tra poveri, per questo chiediamo al Governo di mantenere gli impegni e di intervenire urgentemente con atti concreti per farci sapere con la massima chiarezza se a noi della GAM ci spetta o no un altro anno di cassa integrazione straordinaria e se ci spetta o no la NASPI“.