Nuoto, doppio appuntamento per il settore ‘propaganda’ della Hidro Sport: la società gialloblu impegnata a Campodipietra e San Giuliano di Puglia

Share: Sono tante le società sportive che negli ultimi anni stanno rivolgendo sempre più sforzi […]

Sono tante le società sportive che negli ultimi anni stanno rivolgendo sempre più sforzi e attenzioni nel perseguire la “linea verde”. Se volessimo mutuare un termine dal mondo calcistico, parleremmo di “vivaio”, cioè quel “serbatoio” dove le società reclutano giovani promesse da formare, sperando che un giorno possano trasformarsi in giocatori di talento. Nel nuoto, invece, sport che non fa eccezione alla tendenza “green”, pur se il concetto è molto simile, si parla di fase di “pre-agonismo” o “attività propaganda”, solitamente riservata ai bambini dai 6 anni in su e costituisce il passaggio dalla scuola nuoto alle prime attività agonistiche, una tappa molto importante per gli aspiranti nuotatori. Un settore, il “Propaganda”, sul quale profonde grande impegno anche la Hidro Sport: “Curiamo molto la fase dedicata ai più piccoli – spiega Toni Oriente, presidente e tecnico del team gialloblu – perché ricopre un punto nevralgico nell’attività sociale e nella crescita agonistica e personale dei piccoli atleti. Poi con i più piccoli spesso i miglioramenti si notano giorno dopo giorno, cosa particolarmente appagante per i tecnici che vi si dedicano”. Al settore Propaganda l’aspirante atleta accede se è già in possesso di un soddisfacente livello di acquaticità e di predisposizione all’apprendimento delle tecniche fondamentali. Ai giovanissimi nuotatori non vengono certamente inculcate solo lezioni tecniche, ma date anche importanti occasioni di confronto quale fondamentale stimolo di crescita. E proprio in quest’ottica la Hidro Sport ha preso parte a due importanti manifestazioni riservate al settore Propaganda: il primo presso l’impianto di Campodipietra, il secondo nella piscina comunale di San Giuliano di Puglia, dove la Hidro Sport è uno dei gestori dell’impianto. Questi i giovanissimi atleti che hanno preso parte ai due eventi: Alessandro Abiuso, Daniele Albanese, Rosalie Barbieri, Francesca Bellucci, Savino Berardi, Antonio Bertoldo, Luca Cannarsa, Andrea Caprioli, Dominic Colantuono, Antonio Colavita, Beatrice Colozza, Anthony Cordone, Carmen D’Alessandro, Nunzia D’Onofrio, Elisa De Fenza, Sofia De Fenza, Celine De Michele, Nicole De Michele, Gloria De Simone, Gabriele Di Lorenzo, Miriam Di Ridolfo, Vincenzo Di Rosa, Mattia Fanelli, Alessia Fantetti, Sara Fantetti, Francesco Fasciano, Massimo Ferretti, Michele Pio Gasbarrino, Christian Giamberardino, Vladyslav Luigi Khamchuk, Alice Labella, Francesco Marra, Aleksander Mbyeti, Claudia Muccino, Rocco Nuonno, Riccardo Paesani, Alice Palladino, Emanuele Palmieri, Simone Pasquale, Eleonora Patierno, Luigi Maria Pazzaglia, Fortunato Pollutro, Cristina Russo, Lino Santoro, Giuseppe Spedalieri, Emma Terrigno, Lorenzo Trivelli, Marco Vitantonio, Matteo Vitantonio, Francesco Ziccardi, provenienti dagli impianti di Campobasso (seguiti dal tecnico Vittorio Spina), Frosolone (tecnici Valentino Spina e Alessandro Di Soccio), Termoli (Gianfranco Belfiore e Nicola Di Fonzo) e San Giuliano di Puglia (Antonio Cucoro e Donatella Del Pozzo). “Momenti come questi sono molto importanti – spiega Oriente – perché il bambino inizia ad avere la percezione della gara ed è un’occasione per imparare dagli altri e dai propri errori. In questa fase di crescita quello che conta non è tanto il risultato ottenuto in vasca ma gli stimoli positivi che vengono trasmessi ai bambini per dotarli di un adeguato bagaglio tecnico. Le due manifestazioni alle quali abbiamo partecipato sono state molto positive: i bambini hanno passato due giornate meravigliose, cimentandosi in bellissime gare che ne hanno messo in luce punti di forza e spazi di miglioramento di ognuno. Profondiamo molte energie sul settore propaganda perché un percorso di crescita sano dei bambini giova anche alle categorie agonistiche in quanto un lavoro ben fatto con i più piccoli consente di dotare il futuro nuotatore non solo di un ottimo bagaglio tecnico ma anche dei valori concreti dello sport e del sano agonismo”.