Omicidio Vasto, è di origine molisana il giovane Italo D’Elisa ucciso ieri in un agguato. Comunità sotto choc

E’ di origine molisana il 22enne Italo D’Elisa, ucciso ieri a Vasto a colpi di pistola da Fabio Di Lello, 33enne panificatore. La famiglia del ragazzo infatti proviene da Roccavivara. L’intera comunità è sotto choc per quanto accaduto, colpita per la seconda volta dopo l’episodio dell’estate scorse che ha scatenato la vendetta dell’omicida. A luglio Italo D’Elisa, alla guida della sua auto per le strade di Vasto, travolse lo scooter di Roberta Smargiassi, la moglie di Di Lello, morta a causa dell’impatto. Per questa vicenda il ragazzo è stato indagato per omicidio stradale e a giorni si sarebbe dovuta celebrare una udienza in Tribunale. Ieri, invece, intorno alle 16,30, davanti al bar “Drink water”, il giovane ha incontrato Di Lello, i due hanno scambiato qualche parola, poi il 33enne si è allontanato e D’Elisa ha preso il cellulare per fare una telefonata. Non ha avuto neanche il tempo di rendersi conto che l’altro stava tornando nuovamente verso di lui col braccio alzato, Di Lello ha puntato la pistola contro il ragazzo e ha sparato quattro colpi. Il 22enne si è accasciato su un fianco, morendo poco dopo sul marciapiede. Sono seguiti attimi di terrore, con urla e fuggi fuggi tra le persone che si trovavano in zona. Poco dopo sono arrivati Carabinieri e Polizia, oltre al 118 che però non ha potuto fare altro che constatare il decesso del ragazzo. Di Lello più tardi è stato arrestato. “È una vicenda brutta che lascia tutti rattristati – commenta all’ANSA il sindaco di Roccavivara, Franco Antenucci – Una disgrazia che si aggiunge all’episodio dell’investimento”. .  (fonte Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.