Scandaloso, “Ricatto a luci rosse”, fa sesso con il prete e poi lo ricatta, arrestata 28enne, i fatti in una parrocchia del Molise

Share: E’ stata arrestata e posta ai domiciliari la donna 28enne napoletana che insieme all’amica […]

E’ stata arrestata e posta ai domiciliari la donna 28enne napoletana che insieme all’amica ha estorto denaro ad un sacerdote. I fatti si sono svolti in una parrocchia della provincia pentra. Prima hanno avuto una relazione. Poi finita la storia, ha preteso da lui denaro in cambio del silenzio. Vittima del ricatto a ‘luci rosse’ un parroco campano. I fatti, secondo la ricostruzione delle forze dell’ordine napoletane, risalgono all’epoca in cui il sacerdote era alla guida di una parrocchia della provincia di Isernia. E per quella estorsione è finita ai domiciliari una 28enne di Qualiano(residente all’epoca dei fatti nell’Isernino) , insieme a una sua amica 51 enne. Il sacerdote, si è visto costretto a sborsare ben 42mila euro per evitare che la storia d’amore vissuta con una donna finisse nel tritacarne dell’opinione pubblica. Le minacce sono durate diversi mesi, fino a quando il prete non ha raccontato tutto alle forze dell’ordine. Immediatamente sono partite le indagini, eseguite con intercettazioni telefoniche ed ambientali, attraverso le quali si è riusciti a ricostruire le estorsioni ai danni del prete”. Alle richieste estorsive si è unita anche un’altra della donna. Anche lei si era fatta ricaricare la carta prepagata. A quel punto il sacerdote, che aveva consegnato alle due ben 42mila euro, stanco delle ripetute richieste di denaro il prete si è rivolto alle forze dell’ordine e le ha denunciate.( fonte Internapoli.it. )