Studenti a lezione dai Carabinieri, bullismo sui social network e stupefacenti i temi più ‘scottanti’. Stigmatizzato il concetto di ‘droga leggera’

Share: Nella mattina odierna il Comandante della Stazione Carabinieri di Jelsi, MASUPS Mauro Stigliani, ed […]

Nella mattina odierna il Comandante della Stazione Carabinieri di Jelsi, MASUPS Mauro Stigliani, ed il Comandante della Compagnia Carabinieri di Campobasso, il Magg. Valeria Nestola, si sono recati presso la scuola media del paese per incontrare gli studenti ed affrontare argomenti legati alla formazione della cultura della legalità. Lo stesso Maggiore Nestola, insieme al Comandante della Stazione Carabinieri di s. Elia a Pianisi, M.C. Cristiano CERIONI, si è recata anche presso la scuola elementare e media di Pietracatella per il medesimo motivo. Tale iniziativa rientra nell’ambito dei consueti cicli di incontri che l’Arma tiene annualmente presso gli Istituti scolastici del territorio per trattare di volta in volta argomenti ritenuti più attuali e contingenti soprattutto per spiegare determinati fenomeni e prevenirne il loro verificarsi. Fra le tematiche trattate oggi è rientrato il bullismo, in tutte le sue espressioni, in particolare quella telematica, i rischi derivanti dall’uso imprudente dei social network, l’abuso di alcool e la minaccia degli stupefacenti, con particolare stigmatizzazione del pericoloso concetto di “droga leggera” che se non correttamente compreso e spiegato può indurre gli adolescenti a ritenere che sia normale e persino innocuo per la salute farne uso. La platea studentesca ha accolto l’iniziativa con vivo interesse ascoltando con attenzione ed aprendosi ad un dialogo attivo, costruttivo e dinamico. Nelle prossime settimane seguiranno analoghi incontri dell’Arma presso le scuole superiori e medie del capoluogo e della provincia .