Un capodanno semplice ma coinvolgente. Successo per le tradizionali Maitunat di Gambatesa

Share: Quale può essere una valida alternativa al cenone del Capodanno? Sicuramente lo sono state […]

Quale può essere una valida alternativa al cenone del Capodanno? Sicuramente lo sono state I Maitunat di Gambatesa. La semplice ma divertente e sempre affascinante manifestazione folkloristica popolare ha attirato anche quest’anno, alla sua 317 edizione, centinaia di persone che si sono aggregate all’una o all’altra squadra di suonatori seguendoli, a ritmo di musica, tra le strade del paese facendo sosta di tanto in tanto dinnanzi all’abitazione di qualche residente al quale sono stati dedicati gli esilaranti stornelli tipici di questa tradizione. Apprezzata dai presenti anche la tipica ospitalità dei cittadini di Gambatesa. Molti infatti hanno aperto ai musicisti e ai visitatori le porte di casa propria offrendo prelibate pietanze, vino e spumante. Tutti, anche i bambini, armati di chitarre, fisarmoniche, organetti, tamburelli, pentolacce, campanelli e tricchebballacche, si sono messi in gioco dando vita ad un magico capodanno che ha trovato il clou proprio a mezzanotte, quando scambiandosi gli auguri per il neo arrivato 2017, tutte le squadre si sono riunite in piazza Municipio per brindare e continuare a suonare, cantare e ballare. Suggestivo lo spettacolo pirotecnico, durato circa 15 minuti, che ha illuminato i cieli della Valle del Fortore. Le Maitunate di Gambatesa hanno visto il proprio inizio già nel tardo pomeriggio del 30 dicembre con una serata enogastronomica in cui è stato possibile gustare piatti della cucina locale. È seguita l’esibizione della “Scuola Maitunat di Gambatesa” insieme alla Pasquetta di santa Croce di Magliano e San Giovanni in Galdo. Il 31 dicembre vi è stata l’apertura dell’ottavo raduno dei camperisti del club Campeggio Molise di Campobasso con annessa accensione del falò di Capodanno e l’apertura degli stand gastronomici. Nel pomeriggio dopo la messa di ringraziamento e la benedizione delle squadre ha avuto inizio la notte delle maitunate già descritta.

I festeggiamenti, durati tutta la notte, non si sono interrotti nemmeno questa mattina 1 gennaio. Nel pomeriggio seguirà la gara per la migliore squadra e il miglior cantoro sul palco in piazza Vittorio Emanuele. In serata premiazioni e spettacolo pirotecnico.
Motivetti antichi, improvvisati, moderni e riarrangiati. La magia delle maitunate è proprio questa: legare passato e presente con un ponte trangenerazionale in un continuum in grado di coinvolgere, affascinare e divertire.